ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

29 marzo 2020 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 14:39 GMT+2



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXIV - Numero 2/2006 - FEBBRAIO 2006

Trasporto marittimo

Buoni risultati finanziari nella prima metà dell’anno per le principali linee di navigazione giapponesi

Le tre principali linee di navigazione giapponesi, K Line, MOL e NYK, hanno fatto registrare solide prestazioni finanziarie complessive in ordine alla prima metà del loro attuale anno finanziario.

La K Line è la più piccola delle tre compagnie e sembra essere stata colpita più duramente dall’aumento dei costi. Essa è più esposta dei suoi due concorrenti più prossimi, dal momento che la sua divisione di linea rappresenta l’87% delle entrate complessive del gruppo. Anche se le entrate provvisorie della divisione di linea sono aumentate del 10% sino a 3,23 miliardi di dollari USA, i profitti operativi sono diminuiti di un deludente 20%, risultato, questo, in gran parte dovuto al drastico aumento dei prezzi del carburante.

Tuttavia, la compagnia ha rivelato che le movimentazioni dei carichi sono cresciute di più del 10% sulle sue rotte transpacifiche e sono più che raddoppiate in relazione alle destinazioni della Costa Orientale USA. Anche le rotte Asia-Europa e interasiatica hanno prodotto buone prestazioni. Le attività di trasporto di rinfuse ed auto hanno accresciuto i propri volumi, ma hanno anche dovuto subire gli elevati prezzi del carburante e l’aumento delle tariffe di noleggio.

La divisione di linea della MOL ha contribuito con un minore 34% al forziere complessivo del gruppo. Dal momento che le entrate totali ed i profitti operativi sono aumentati rispettivamente del 13% e del 30% rispetto al periodo semestrale, il gruppo ha realizzato un buon ritorno sulle vendite per il 12,9%.

 

RISULTATI FINANZIARI ALLA META’ DELL’ANNO 2005-06
K LINE, MOL E NYK

 

Entrate
(miliardi)

Cambiam.
%

Profitti
Operativi
(milioni)

Cambiam.
%

Ritorni
sulle vendite

K Line

4,02

6,0

443

5,9

11,0

MOL

5,3

12,7

608

30,0

12,9

NYK

7,95

17,0

711

10,8

8,9

Note: i dati sono espressi in dollari USA, periodo finanziario dal 31 marzo 2005 al 30 settembre 2005.

Fonte: K Line, MOL e NYK

La compagnia di navigazione ha dichiarato che, anche se i prezzi del bunkeraggio, le tariffe ferroviarie e gli oneri di movimentazione sono aumentati, l’incremento dei volumi di carico e delle tariffe di nolo hanno contribuito alla consistenza dei profitti. I volumi di carico sono cresciuti dell’115 sino a 1,15 milioni di TEU, mentre le tariffe di trasporto merci marittimo su tutte le direttrici di traffico sono aumentate del 5,4% sino a 1.341 dollari USA/TEU.

Il settore logistico della MOL contribuisce solo con il 5% dei proventi complessivi, ma le sue entrate sono aumentate del 3,4% che vanno ad aggiungersi ai profitti della società. Le entrate delle rinfuse rappresentano la quota principale del gruppo ed i profitti operativi di questo settore sono aumentati del 28%.

Il portafoglio delle attività della NYK si estende lungo cinque o sei settori diversi, dato che la divisione marittima di linea e logistica contribuisce con il 50% alle entrate complessive pari a 7,95 miliardi di dollari USA. Le entrate di linea e logistiche sono salite rispettivamente del 16,7% e del 20,9% nel periodo semestrale in discorso.

I profitti operativi del gruppo, aumentati di un rispettabile 10,8% sino a 711 milioni di dollari USA, dando un ritorno complessivo sulle vendite dell’8,9%, leggermente al di sotto di alcuni dei suoi principali concorrenti.

Secondo la NYK, l’espansione della flotta ha contribuito a spingere verso l’alto le entrate, così come hanno fatto i volumi di merce trasportati sulle primarie direttrici di traffico est/ovest. Tuttavia, la compagnia di navigazione è stata affetta dall’incremento da un anno all’altro di 75 dollari USA/tonnellata dei prezzi medi dei rifornimenti e dai notevoli aumenti dei costi intermodali negli Stati Uniti.

Anche se le prospettive per la domanda nel 2006 sono buone, tutti e tre i vettori marittimi senza dubbio guarderanno alle proprie rispettive partecipazioni ad alleanze allo scopo di risparmiare maggiormente sui costi.
(da: Containerisation International, gennaio 2006, pag. 25)




Evergreen Line


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza


Indice Prima pagina Notiziario C.I.S.Co.
Anno XXIV
Numero 2/2006

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail