ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

27 de septiembre de 2020 El diario on-line para los operadores y los usuarios del transporte 01:58 GMT+2



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS AÑO XXIV - Número 5/2006 - MAYO 2006

Trasporto marittimo

Qualcun altro mette mano al transpacifico - Nuovo cliente per Portland

La Evergreen e la Cosco hanno appena lanciato un nuovo servizio settimanale tutto-mare Asia/Costa Orientale USA, il CUE, in risposta alle crescenti esigenze dei caricatori ed ai timori di una nuova congestione presso i porti della Costa Occidentale statunitense.

Complessivamente, vi verranno impiegate 9 navi da 2.700 TEU, cinque delle quali fornite dalla Evergreen e quattro dalla Cosco. Gli scali portuali comprendono Shanghai, Yantian, Hong Kong, Colon (hub terminal panamense della Evergreen), Savannah, Miami, Colon e Shanghai. La consociata del gruppo Evergreen di recente ridenominazione Italia Marittima potrà disporre di spazi-containers sul nuovo servizio.

Arnold Wang, presidente della Evergreen Marine Corporation, fa notare: "Noi riteniamo che la Costa Occidentale possa nuovamente soffrire di congestioni nel 2006 e così, unitamente alla Cosco, stiamo prendendo provvedimenti fin da ora. Ciò consentirà ai nostri clienti di rivedere i propri accordi relativi alla catena delle forniture al di là di qualsiasi possibile problema che essi possano prevedere nel corso dell’anno".

Secondo la PIERS, il 23,5% di tutto il traffico dall’Asia agli Stati Uniti lo scorso anno da gennaio a settembre è stato instradato attraverso la Costa Orientale USA, rispetto al 22% del 2004.

Per quanto riguarda le altre iniziative, la Cosco ed i suoi partners nell’alleanza CHKY stanno rivedendo le proprie rotte di servizio PNW (Pacifico Nord Ovest) a partire da maggio.

La Cosco e la Hanjin stanno impiegando 4 navi da 5.500 TEU, due ciascuno nei propri allacciamenti sud e nord PNW. La rotazione sud PNW sarà costituita da Hong Kong, Yantian, Yokohama, Vancouver, Seattle, Yokohama e Hong Kong, mentre l’allacciamento nord PNW scalerà Shanghai, Busan, Seattle, Portland, Vancouver, Gwangyang e Shanghai.

La K Line migliorerà il proprio allacciamento PNW da 5 navi da 4.000 TEU a 5 navi da 5.500 TEU ed aggiungerà Xiamen quale nuovo scalo nella Cina meridionale.

Infine, la Yang Ming impiegherà 5 navi da 1.800 TEU nell’allacciamento PNW che gestisce in proprio.

* * *

Dopo un brutto periodo in cui il Porto di Portland ha perduto i servizi transpacifici sia della K Line che della HMM alla fine del 2004, la Zim ha ora destinato a scalare questo porto il proprio servizio pendolare AMP (Asia-Med-Pacific) a partire dalla metà di maggio; il precedente scalo a Seattle è stato infatti dirottato su Portland. L’allacciamento AMP impiega 13 navi da 3.800 TEU a 4.200 TEU e Portland rappresenta l’unico scalo negli USA del servizio.
(da: Containerisation International, aprile 2006, pag. 17)




PSA Genova Pra' Autorità di Sistema Portuale Mar Ligure Orientale


Buscar hoteles
Destino
Fecha de llegada
Fecha de salida


Indice Primera página Noticiario C.I.S.Co.
Año XXIV
Número 5/2006

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Génova - ITALIA
tel.: +39.010.2462122, fax: +39.010.2516768, e-mail