ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

27 novembre 2020 Le quotidien en ligne pour les opérateurs et les usagers du transport 22:06 GMT+1



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNÉE XXIV - Numéro 6/2006 - JUIN 2006

Logistica

Spedizionieri europei in ripresa

Come mostra la tabella sotto riportata, i principali operatori globali della logistica hanno continuato a tenere il mercato, nonostante la tempestosa scorsa annata, in termini di crescita delle entrate.

La Kuehne+Nagel (K+N), la Panalpina e la DHL hanno tutte quante superato la media del mercato. I risultati della K+N, pubblicati il mese scorso, vengono indicati qui solamente a scopo comparativo.

In termini di capacità di profitto, la crescita dei profitti operativi della Panalpina, pari al solo 8,1%, ha lasciato spazio per miglioramenti, tenendo conto della crescita del 10% dei traffici mondiali lo scorso anno, ma il suo miglioramento del 20,3% dei profitti netti è stato impressionante.

CONFRONTO TRA I RISULTATI FINANZIARI 2005
(IN MILIONI DI DOLLARI USA)

Società

Fatturato

Profitto operativo (EBITDA)

Profitto netto

P.O./F.

Panalpina

6.293 (+11,3%)

162 (+8,1%)

91 (+20,3%)

2,6%

K+N

8.430 (+21,6%)

345 (+19,0%)

239 (+32,3%)

4,1%

DHL *

9.354 (+17,1%)

373 (+73,1%)

n.d.

4,0%

Note: P.O./F. = percentuale dei profitti operativi rispetto al fatturato; * = il profitto operativo della DHL è calcolato EBIT e non EBITDA.

Fonte: dichiarazioni delle società sui risultati finanziari

Il presidente Gerhard Fischer ha dichiarato: "Siamo soddisfatti dei convincenti risultati che abbiamo conseguito nel corso di questo primo anno quale società quotata alla borsa svizzera. Mentre la domanda di servizi di trasporto e logistica indotta dalla globalizzazione ha continuato ad essere di alto livello, abbiamo riscontrato un notevole interesse per le nostre quote azionarie da parte della comunità degli investitori, così come da parte del settore in generale".

Il prezzo delle azioni della Panalpina nel frattempo quest’anno è aumentato del 18,3%. La ragione principale dei suoi fiacchi guadagni sulle vendite rispetto a quelli della K+N sta nel fatto di essere maggiormente impegnata nella logistica contrattuale piuttosto che nella gestione del trasporto merci.

Malgrado le sue massicce dimensioni, la divisione logistica della DPWN (Deutsche Post World Net), che comprende la DHL/Danzas, ha ancora più che tenuto testa alla K+N in termini di crescita, e le sue cifre ancora non comprendono alcunché della recentemente acquisita Exel.

Affinché la posizione della divisione venga vista in una migliore prospettiva, occorre considerare che le entrate ed i profitti operativi complessivi di tutte le divisioni sono stati pari rispettivamente a 44,6 miliardi di euro (52,8 miliardi di dollari USA) ed a 3,76 miliardi di euro (4,45 miliardi di dollari USA), di modo che essa resta un pesce piccolo nell’ambito del gruppo.

La Exel contribuirà a spingerla verso l’alto nell’ordine di merito, ma non di molto. Vi è da dire, altresì, che la divisione logistica della DPWN ha movimentato 1.240.000 TEU di merci trasportate via mare lo scorso anno, rispetto ai 1.900.000 TEU della K+N.
(da: Containerisation International, maggio 2006, pag. 29)




PSA Genova Pra'


Rechercher des hôtels
Destination
Date d'arrivée
Date de départ


Index Première Page Bulletin C.I.S.Co.
Année XXIV
Numéro 6/2006

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Gênes - ITALIE
tél.: +39.010.2462122, fax: +39.010.2516768, e-mail