ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

27 novembre 2020 Le quotidien en ligne pour les opérateurs et les usagers du transport 21:38 GMT+1



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNÉE XXIV - Numéro 9/2006 - SEPTEMBRE 2006

Safety & security

Una nuova organizzazione europea per lo sviluppo della sorveglianza elettronica dei containers

Una nuova organizzazione senza scopo di lucro è stata costituita al fine di accelerare lo sviluppo degli standard internazionali per la sorveglianza elettronica dei containers e del loro contenuto.

La ICSO (International Container Security Organisation), con sede a Bruxelles, è stata costituita da importanti imprese situate in tutto il mondo, tra cui General Electric Company, GreenLine Systems, JP Morgan Chase, Mitsubishi Corporation, Siemens AG ed Unisys Corporation.

Il dr. Christoph Seidelmann, presidente dell誕ssociazione, ha dichiarato: "La ISO (International Standards Organisation) e la WCO (World Customs Organisation) hanno già svolto un buon lavoro per lo sviluppo di standard relativi a lucchetti semplici e sicuri per i portelli dei contenitori (PAS17712) ed ai sigilli elettronici (ISO-TC104).

Tuttavia, se si tratta di sviluppare altri sistemi di sorveglianza elettronica dei containers, queste organizzazioni si trovano in grave difficoltà a reggere il ritmo del progresso tecnologico, cosicché è per tali motivi che abbiamo ravvisato la necessità di costituire la ICSO.

Ad esempio, qualcuno desidera altresì monitorare elettronicamente quali merci vi siano dentro i containers, il loro stato, nonché la temperatura e l置midità interne, così come vorrebbe controllare che i portelli del container non siano stati manomessi. Ora sono stati fatti molti progressi nel settore dei sistemi che rendono possibile ciò, ma occorrono standard internazionali affinché essi abbiano davvero successo".

Uno di tali sistemi è il CommerceGuard della GE, che dissuade dai furti, dal contrabbando e dal terrorismo internazionale mediante l段ntegrazione di un congegno elettronico per la sicurezza del container (CSD), posizionato all段nterno del contenitore, con una rete globale di informazioni.

Se viene compromessa l段ntegrità del container, il CSD registra l弾vento e lo etichetta. Quando il container giunge nel raggio di azione di un lettore manuale o fisso - ad esempio, presso un varco di accesso - il congegno emette un allarme: le autorità competenti vengono allora attivate e possono fermare il container per un段spezione più rigorosa.

Altre organizzazioni sono impegnate nello sviluppo degli standard internazionali per la sicurezza dei contenitori, tra cui la Cotecna con sede a Ginevra, che recentemente ha ottenuto un finanziamento dalla Commissione Europea ai sensi del programma PASR (Iniziativa preliminare per la ricerca nel campo della sicurezza). La Cotecna fa parte di un consorzio intenzionato a concepire uno standard di dati ed interfaccia in relazione alla tecnologia di sicurezza elettronica per i carichi containerizzati che entrano ed escono nella e dalla Unione Europea, al fine di fornirgli protezione contro il terrorismo ed il contrabbando.
(da: Containerisation International, agosto 2006, pag. 13)




PSA Genova Pra'


Rechercher des hôtels
Destination
Date d'arrivée
Date de départ


Index Première Page Bulletin C.I.S.Co.
Année XXIV
Numéro 9/2006

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Gênes - ITALIE
tél.: +39.010.2462122, fax: +39.010.2516768, e-mail