ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

20 febbraio 2020 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 20:09 GMT+1



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXV - Numero 12/2007 - DICEMBRE 2007

Legislazione

La Commissione Europea conferma le proprie intenzioni sulla regolamentazione dei consorzi

La Commissione Europea ha confermato che la propria revisione a sorpresa delle esenzioni per categoria dei consorzi di vettori marittimi rispetto alle regole sulla concorrenza dell’Unione Europea non è assolutamente finalizzata ad una qualsiasi abrogazione della normativa al riguardo.

Parlando ad una recente conferenza organizzata dall’Organizzazione Europea di Diritto Marittimo, Carsten Bermig, portavoce della Direzione Generale per la concorrenza della Commissione Europea, ha chiarito: “Noi siamo interessati solamente a rivedere le ragioni per cui i consorzi di linea in origine si erano giovati di questa esenzione, allo scopo di scoprire se esse sono ancora pertinenti nel mercato odierno”.

I vettori marittimi hanno salutato la notizia con molto sollievo.

Chris Bourne, direttore esecutivo dell’Associazione Europea per gli Affari di Linea, ha dichiarato: “La natura del questionario della Commissione Europea implicava qualcosa di più sinistro, cosicché adesso respiriamo molto meglio”.

Il dettagliato questionario della Commissione Europea era stato inviato ai vettori marittimi a luglio, con possibilità di rispondere sino al 1° novembre 2007.

I vettori marittimi si sono così messi l’animo in pace, dal momento che essi fanno affidamento sulla normativa che regolamenta i consorzi per continuare a lavorare assieme, una volta abrogato il Regolamento 4056/86 sulle conferenze di linea a partire dall’ottobre dell’anno prossimo.

La principale differenza con le conferenze sta nel fatto che, nel caso dei consorzi, determinate questioni commerciali, nonché le tariffe comuni, non possono essere discusse e/o concordate. In altre parole, essi sono soltanto degli accordi operativi.

Kirstie Nicholson, legale della Lovells, ha osservato al riguardo: “Il questionario della Commissione Europea è stata una sorpresa per i vettori, dal momento che il Regolamento 823/2000 sui consorzi era stato rivisto ed ampliato mediante il Regolamento 611 solo nel 2005 e non ne era prevista una nuova versione fino al 24 aprile 2010.

Tuttavia, l’abrogazione del Regolamento 4056/86 non significa che qualcuna delle sue formulazioni debba essere cambiata; in particolare, quelle che si riferiscono alle conferenze di linea.

Su questa base, si tratta di una buona opportunità per accertare quali altri cambiamenti possano essere di aiuto al mercato.

Ad esempio, potrebbe accadere che la quota massima di mercato consentita ai consorzi per ciascuna direttrice di traffico, stabilita al 35%, possa essere incrementata”.
(da: Containerisation International, novembre 2007, pag. 17)



PSA Genova Pra'


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza


Indice Prima pagina Notiziario C.I.S.Co.
Anno XXV
Numero 12/2007

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail