ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

28 mars 2020 Le quotidien en ligne pour les opérateurs et les usagers du transport 10:02 GMT+1



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNÉE XXVII - Numéro 6/2009 - JUIN 2009

Porti

Passi avanti per il porto hub tunisino

L'ambizioso piano della Tunisia di costruire un terminal contenitori marittimo da 5 milioni di TEU ad Enfidha ha mosso un piccolo passo in avanti.

Secondo l'agenzia di notizie statale TAP (Tunis Afrique Press), le procedure di appalto per la concessione inerente alla gestione dell'infrastruttura sono giunte alla fase della costituzione di un'associazione fra la Al Mal Investment Company con sede nel Kuwait, la Hutchison Port Holdings ed il gruppo canadese di costruzioni SNC-Lavadin.

Del progetto si sa poco altro, se non il fatto che esso inizialmente offrirà una banchina lunga 800 metri dal pescaggio profondo e che, presumibilmente, esso farà concorrenza quale hub di trasbordo ai propri simili delle vicine Marsaxlokk a Malta, Gioia Tauro in Italia, Suez Canal Container Terminal in Egitto e Tangeri, in Marocco, di recente costruzione.

Non è stato detto ancora nulla quanto ai tempi di realizzazione ed occorre che venga costruito ed ampliato il porto, prima di potervi insediare qualcosa di nuovo.

Il progetto, inoltre, era stato annunciato prima del crollo dell'economia a livello globale e da allora molti altri piani di espansione sono stati rinviati.
Rades, il porto più vicino ad Enfidha, distante 100 km, appena fuori dalla Tunisia, lo scorso anno ha movimentato solo 315.000 TEU (-18%), di modo che i traffici dell'hinterland non saranno la principale attrazione del nuovo porto.
(da: ci-online.co.uk, 02.06.2009)



Logistics Solution Evergreen Line


Rechercher des hôtels
Destination
Date d'arrivée
Date de départ


Index Première Page Bulletin C.I.S.Co.
Année XXVII
Numéro 6/2009

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Gênes - ITALIE
tél.: +39.010.2462122, fax: +39.010.2516768, e-mail