ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

24 de septiembre de 2020 El diario on-line para los operadores y los usuarios del transporte 08:02 GMT+2



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXVIII - Numero 1/2010 - GENNAIO 2010

Trasporto marittimo

Il WSC propone un sistema per il miglioramento dell'efficienza del tonnellaggio navale attuale

Il WSC (World Shipping Council) ed i suoi membri hanno proposto che l'Organizzazione Marittima Internazionale adotti un approccio leggermente diverso nei confronti della riduzione delle emissioni di CO2 da parte delle navi.

La principale divergenza sembra consistere nell'alternativa se le navi inefficienti già in servizio debbano essere multate piuttosto che penalizzate attraverso le forze di mercato, sebbene molti dettagli debbano ancora essere chiariti.

La linea di pensiero attuale della IMO consiste nell'istituzione di EEDIs (indici massimi di modellazione dell'efficienza energetica) ai quali tutte le future navi di nuova costruzione dovranno attenersi, il che significa che agli armatori non sarà più consentito di ordinare unità che bevono carburante in eccesso; saranno invece favorite le navi grandi e lente.

Essa sarà inoltre un modo per imporre in seguito limiti ancora più stretti per le emissioni, dal momento che gli EEDIs possono essere ridotti a seconda delle esigenze del pianeta.

La IMO sta altresì lavorando su un indice per il contenimento delle emissioni di carbonio per le navi già in servizio, al fine di costringere i loro proprietari ad effettuare in modo appropriato la manutenzione delle proprie navi: ciò si riferisce alla manutenzione dello scafo e delle macchine, nonché alla pulizia delle eliche.

L'indice metterà i noleggiatori in condizione di identificare con maggiore chiarezza l'impronta di carbonio di ciascuna nave, di modo che quelle che vengono sottoposte ad una peggiore manutenzione rispetto ad altre possano aspettarsi di ottenere minori guadagni.

Potrebbero persino essere imposti standard minimi.

D'altro canto, ai sensi del VES (Sistema per l'Efficienza Navale) proposto dal WSC, si vorrebbe con maggiore fermezza che le navi esistenti che non riuscissero a soddisfare gli standard richiesti debbano essere assoggettate ad una sanzione pecuniaria per ciascuna tonnellata di carburante consumato.

Il livello della multa dovrebbe dipendere dal grado della loro inefficienza, mentre il denaro ottenuto dovrebbe essere depositato in un fondo gestito dalla IMO.

Chris Kock, presidente e c.e.o. del WSC, ha dichiarato: "L'IMO di recente ha conseguito un significativo successo quando ha raggiunto un accordo globale giuridicamente vincolante che ridurrà drasticamente gli ossidi di azoto e di zolfo, nonché le emissioni di particolati da parte delle navi in tutto il mondo.

È giusto che l'IMO parta da quel successo per costruire un sistema normativo internazionale che sia in grado di ridurre anche le emissioni di carbonio.

Il WSC ed i suoi membri sperano che la proposta di Sistema per l'Efficienza Navale possa aiutare l'IMO a sviluppare un regime normativo specifico che assicuri una migliore efficienza in tutta la flotta marittima mondiale e riduca le emissioni di CO2.

Tale azione dimostrerà la persistenza della leadership dell'IMO e del settore marittimo nel forgiare soluzioni progressive che proteggeranno l'ambiente e forniranno una effettiva risposta globale a questa problematica globale".

L'IMO sperava di completare e finalizzare i propri indici entro ottobre di quest'anno, affinché fossero pronti per l'implementazione nel 2011; tuttavia, il fallimento della UNFCCC (convenzione delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici) in ordine alla concretizzazione di un accordo su obiettivi e responsabilità chiari ha spostato in là nel tempo il raggiungimento di tale meta.

È addirittura poco chiaro se l'IMO continuerà ad esserne incaricata, come vorrebbero a tutti i costi i vettori marittimi.
(da: ci-online.co.uk, 22.01.2010)



PSA Genova Pra' Autorità di Sistema Portuale Mar Ligure Orientale


Buscar hoteles
Destino
Fecha de llegada
Fecha de salida


Indice Primera página Noticiario C.I.S.Co.
Página anterior

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Génova - ITALIA
tel.: +39.10.2462122, fax: +39.10.2516768, e-mail: admin@informare.it