ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

25 febbraio 2020 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 10:20 GMT+1



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXVIII - Numero 12/2010 - DICEMBRE 2010

Notizie C.I.S.Co.

Presentato dal C.I.S.Co. l'Annuario Depositi e Riparatori Containers 2011

Il 14 dicembre presso la sede del Genoa Port Center è stato presentato l'Annuario Depositi e Riparatori Containers 2011.

La pubblicazione costituisce il primo quaderno di una serie dedicata alle problematiche del settore.

Alla conferenza stampa di presentazione, cui hanno preso parte numerosi operatori nazionali, era presente il Prof. Claudio Ferrari, docente di Economia dei Trasporti presso l'Università di Genova.

Dichiara Enrico Scerni, Presidente del C.I.S.Co.: "Il settore della logistica, in particolare quella dei container, è uno dei nodi cruciali dell'economia moderna.

La sfida è trasformare i costi del flusso fisico della logistica in carburante per migliorare l'efficienza ed aumentare l'efficacia, instaurando un circolo virtuoso di minori costi e maggiori ricavi.

I trasporti, la corretta gestione di stock, l'aggiornamento in tempo reale del flusso informativo costituiscono l'ossatura portante della risposta; la localizzazione tuttavia condiziona la performance delle altre aree operative.

La più completa conoscenza della realtà odierna del settore mette in grado coloro che ad ogni livello hanno funzioni decisionali, sia strategiche o politiche sia ambientali ed operative, di intraprendere la strada da loro scelta con piena certezza di non avere tralasciato elementi essenziali di valutazione.

Con questa prima edizione del Quaderno n.1 del 2011, il C.I.S.Co., come è nella sua tradizione, intende portare un contributo per migliorare la conoscenza di questa realtà.

Quanto presentiamo è un manuale pratico che individua gli operatori del settore Depositi container di manutenzione & riparazione (M&R) conto terzi e siamo certi che incontrerà il favore degli operatori del trasporto containerizzato proprio per i suoi contenuti operativi al servizio di chi, sotto diversi aspetti, si interessa al trasporto e alla spedizione del container.

I successivi Quaderni saranno dedicati monograficamente ad altri settori dello stesso comparto.

Il C.I.S.Co. vuole ringraziare tutti i Depositi che compaiono nel manuale per la disponibilità dimostrata nel fornire i dati necessari per la sua compilazione".

Giordano Bruno Guerrini, Segretario Generale del C.I.S.Co, illustra nei particolari la pubblicazione: "Il Quaderno n° 1 del 2011 è dedicat o ai Depositi e Riparatori Container in conto Terzi italiani.

Gli addetti ai lavori sanno che nel corso dell'ultimo decennio 1999 - 2009 sono sopravvenuti molti cambiamenti nella logistica dei vuoti.

A seguito delle epocali fusioni delle compagnie di navigazione è avvenuto l'accorpamento di milioni di TEUs con sigle diversificate in flotte monoproprietarie e un analogo processo di accorpamento è occorso nelle compagnie di leasing: si sono stravolti i tradizionali sistemi di riconoscimento ed identificazione dei container basati sulla conoscenza della sigla BIC originaria e ciò ha obbligato i gestori dei depositi ad investire in sofisticati sistemi di identificazione e trasmissione dati sempre più integrati a quelli dei proprietari.

I diversi criteri di costruzione originali, i differenti sistemi di valutazione dei danni pregressi,

I criteri di compatibilità con la nostra sicurezza, safety e security, sono quindi totalmente affidati alla professionalità degli operatori: carrellisti, periti, meccanici, saldatori, certificatori.

La crescita dei traffici, la crescente urbanizzazione e l'appetibilità di aree pianeggianti portuali o limitrofe ai grandi assi di collegamento, storicamente e logi(sti)camente destinate allo stoccaggio dei container vuoti, hanno mutato le localizzazioni dei depositi o ne hanno incrementato a dismisura i costi di gestione.

Tutti gli amministratori pubblici manifestano grande apprezzamento quando si menzionano cifre di incremento dei container pieni e coscienziosamente si augurano di catturare la manipolazione delle merci contenutevi perché, giustamente, vi identificano un valore aggiunto moltiplicatore dei benefici del puro sbarco e imbarco.

Paradossalmente tra gli stessi amministratori pubblici cresce l'insofferenza per la presenza sul territorio dei container vuoti.

Essi sono visti come un cascame inutile e abusivo della portualità e non come ciò che sono: l'anello iniziale o finale di un circuito economico.

Crediamo quindi importante che l'impegno finanziario e professionale espresso sul territorio nazionale dai gestori di impianti di deposito e riparazione container in conto terzi sia messo in giusta luce attraverso questo Quaderno.

Abbiamo posto la maggiore cura nel raccogliere e classificare i dati e ringraziamo gli operatori che ci hanno liberamente sostenuto, contribuendo a rendere possibile questo Quaderno.

I criteri di valutazione che abbiamo proposto nella pubblicazione sono:

  • il Deposito è al servizio di qualsiasi utente proprietario e/o operatore di container;
  • il Deposito gestisce lo stoccaggio e la riparazione;
  • il Deposito applica criteri di qualità condivisibili.
È possibile tuttavia che alcune realtà siano state tralasciate o perché non corrispondenti ai criteri di valutazione o per scelte autonome che non sindachiamo.

Qualora quelli o queste mutino nel corso del tempo, saremo ben lieti di aggiornare le prossime edizioni, così pure come provvederemo ad integrare o a correggere i dati fornitici se non più aggiornati".



Logistics Solution Evergreen Line


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza


Indice Prima pagina Notiziario C.I.S.Co.
Pagina precedente

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail