ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

25 febbraio 2020 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 10:07 GMT+1



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXVIII - Numero 12/2010 - DICEMBRE 2010

Porti

Cambia la struttura tariffaria del Porto di Amburgo

La HPA (Autorità Portuale di Amburgo) a partire dalla prossima estate applicherà agli operatori marittimi tariffe basate su una combinazione di contenitori movimentati e dimensioni delle navi.

La HPA ha dichiarato che l'adeguamento del proprio metodo tariffario è finalizzato "a far fronte alla domanda delle compagnie di navigazione e dei broker marittimi di utilizzare i volumi movimentati quale criterio per calcolare gli oneri portuali" come già avviene - ad esempio - a Rotterdam.

La HPA afferma che i prezzi dovranno essere in parte calcolati sul numero dei contenitori caricati e scaricati su una nave, ed in parte sul sistema attuale, che si basa sulle dimensioni della nave.

L'amministratore delegato della HPA Jens Meier dichiara al riguardo: "Tutti quanti ne trarremo vantaggio.

Nei periodi di massima, le entrate del porto aumenteranno, mentre nei periodi di crisi i clienti risparmieranno sui costi dal momento che gli oneri portuali saranno inferiori".

Sono in corso discussioni in merito con le associazioni dello shipping così come con la Camera di Commercio ed in primavera verrà elaborata un'idea congiunta di attuazione del sistema.

Dal prossimo 1° febbraio, entreranno in vigore i termini e le condizioni di attività come modificati ed il nuovo sistema avrà efficacia in estate.

Sino a quella data, continuerà ad esistere l'attuale sistema tariffario.

"In questo momento, stiamo discutendo con le associazioni come trasferire i dati.

Alla luce dei risultati, elaboreremo le tariffe" dichiara Meier.

La HPA ha altresì annunciato che introdurrà uno sconto ambientale sugli oneri portuali.

Dall'inizio dell'anno prossimo, saranno offerti sconti alle navi che faranno maggiormente attenzione all'ambiente, sulla base dell'ESI (Indice Ambientale delle Navi), uno standard internazionale che consente il confronto delle emissioni navali.

All'inizio di quest'anno, diversi altri porti europei hanno annunciato che le navi più "pulite" avrebbero ricevuto sconti sugli oneri portuali a partire dall'anno prossimo, quale premio per il loro essere "verdi".

Dal 1° gennaio, i porti olandesi di Amsterdam, Moer dijk, Dordrecht e Rotterdam ridurranno le tariffe per le navi che avranno un buon punteggio in relazione all'ESI.

Si sa che Rotterdam offrirà una riduzione del 5%, mentre Amsterdam offrirà un ribasso di 300 euro su oneri portuali di 8.000 euro.

Anche Anversa e Brema hanno annunciato la propria intenzione di servirsi dell'ESI.
(da: cargosystems.net, 23.12.2010)



Logistics Solution Evergreen Line


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza


Indice Prima pagina Notiziario C.I.S.Co.
Pagina precedente

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail