ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

25 febbraio 2020 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 10:08 GMT+1



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXIX - Numero 3/2011 - MARZO 2011

TRASPORTO MARITTIMO

Jacques Saade torna al timone della CMA CGM

Jacques Saade è tornato ad occupare la propria precedente posizione di capo della CMA CGM.

Un anno dopo essere stato incoraggiato a fare un passo indietro da c.e.o. della compagnia di navigazione da alcune delle sue banche, gli azionisti del gruppo, che adesso incorpora il turco Yildirim Group, hanno deciso di tornare al precedente sistema di gestione della società.

Saade è di nuovo il presidente del consiglio di amministrazione ed il c.e.o. del consiglio esecutivo.

Le due cariche in precedenza erano state fuse in una sola e, mentre Saade era rimasto presidente, Philippe Soulie, esterno alla società, era divenuto c.e.o..

Il nuovo consiglio di amministrazione comprende ancora Jacques Saade, Philippe Soulie, Rodolphe Saade, Tanya Saade-Zeenny, Farid Salem, Tristan Vieljeux, Denis Ranque e Christian Garin.

A loro si sono aggregati Robert Yuksel Yildirim, Evren Ozturk ed Ercument Erdem.

Jacques Saade è supportato nel consiglio esecutivo da Rodolphe Saade, Farid Salem e Philippe Soulie.

Non è molto chiaro che cosa pensino di tale cambiamento le banche francesi della società, ma presumibilmente alcune di loro siano state costrette ad ammettere che il controllo esercitato dal marchio della famiglia di Jacques Saade sia migliore della gestione da parte del comitato da loro prediletto.

Da quando la compagnia di navigazione è stata ristrutturata all'inizio dell'anno scorso, le sue finanze sono notevolmente migliorate, con un incremento del 38% dei proventi nei primi nove mesi del 2010, sino a 10,5 miliardi di dollari USA.

I profitti operativi per 1.951 miliardi di dollari USA si confrontano con le perdite per 727 milioni di dollari USA fatte registrare nel medesimo periodo del 2009.

Ciò ha assicurato alla CMA CGM assai fiorenti ritorni sulle vendite pari al 18,8%, cifra che si confronta positivamente con quella della divisione container della compagnia di navigazione leader del mercato, la AP Møller-Maersk che ha fatto registrare il 18,7%, sebbene tale cifra non comprenda i lucrosi terminal container della Maersk.

Dal punto di vista del rendiconto dei risultati, la situazione netta della CMA CGM è cambiata da una perdita di 852 milioni di dollari USA ad un profitto di 1,4 miliardi di dollari USA.

Quanto di tale risultato dipenda dal cambiamento dello stile di gestione non è pacifico, ma gran parte di esso sarà stata dovuta al miglioramento delle condizioni del mercato, dal momento che la maggior parte dei suoi concorrenti ha conseguito fatturati simili.

Un altro influsso sulla riorganizzazione della gestione societaria sarà stata la messa a punto della conversione del debito di 500 milioni di dollari USA dello Yilderim Group in bond rimborsabili.

Ciò consentirà alla CMA CGM di far fronte in maniera più agevole al proprio debito con le banche per circa 5,6 miliardi di dollari USA.
(da: Containerisation International, 01.03.2011)



Logistics Solution Evergreen Line


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza


Indice Prima pagina Notiziario C.I.S.Co.
Pagina precedente

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail