ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

5 giugno 2020 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 02:39 GMT+2



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXXI - Numero 15 NOVEMBRE 2013

TRASPORTO FERROVIARIO

FERROVIE GRECHE IN VENDITA

L'agenzia greca per le privatizzazioni HRADF (Hellenic Republic Asset Development Fund) ha dato il via libera all'acquisizione della TrainOSE da parte di interessi russi, greci, francesi e rumeni.

Gli acquirenti in lizza nella fase B della procedura di gara d'appalto sono le ferrovie russe (RZD) in società con la ditta greca attiva nei settori delle costruzioni e dell'energia GEK terna, nonché le ferrovie francesi (SNCF) e la società privata rumena Grup Feroviar Roman.

La HRADF ha inoltre abilitato la stessa associazione RZD-GEK Terna, unitamente alla tedesca Siemens ed al consorzio formato dalla francese Alstom Transport e dalla DAMCO Energy, a partecipare alla fase B della gara relativa all'acquisizione del 100% della ROSCO (Hellenic Company for Rolling Stock Maintenance).

Nel corso della fase B, tutte le parti abilitate dovranno effettuare le proprie indagini inerenti alla valutazione finanziaria prima di poter presentare offerte vincolanti per l'appalto.

In occasione della prima fase della procedura, ai partecipanti alla gara era stato richiesto di presentare le proprie dichiarazioni d'interesse entro il 16 settembre.

Sia la TrainOSE che la ROSCO facevano parte della OSE (Hellenic Railways Organisation) gestita dallo stato, che l'anno scorso era stata divisa in due al fine di agevolarne la privatizzazione.

La TrainOSE è attualmente il solo operatore di trasporto merci (4,5 milioni di tonnellate annue) e passeggeri (15 milioni annui) sulla rete principale greca estesa per 2.500 km.

Da quando si è verificata la crisi del debito greco alla fine del 2009, la TrainOSE è stata ristrutturata mediante un finanziamento governativo di 1,4 miliardi di euro che è stato utilizzato per chiudere le tratte in perdita e ridurre il personale di quasi la metà.

Dopo questo ridimensionamento radicale, essa è tornata a produrre profitti per quasi 300.000 euro l'anno scorso dopo aver perso 33,6 milioni di euro nel 2011.

Al fine di dare impulso alle possibilità della TrainOSE di trovare un investitore strategico, il governo greco l'ha sovvenzionata con 250 milioni di euro di finanziamenti statali alle tratte che non producono profitti per i prossimi cinque anni.

I responsabili della società sperano che la vendita della TrainOSE e della ROSCO possa fruttare circa 200 milioni di euro.

La vendita dei beni dello stato è una condizione decisiva ai fini del salvataggio da 240 milioni di euro da parte dell'Unione Europea e del FMI.

Il paese a giugno del 2011 ha sottoscritto accordi finalizzati alle privatizzazioni per un valore di 3,9 miliardi di euro e da allora ha incassato circa 2,6 miliardi di euro.

Si tratta di una somma ben al di sotto dei 22 miliardi di euro che aveva programmato di raccogliere nel corso di questo periodo ai sensi del suo primo salvataggio UE/FMI del 2010.

Atene quest'anno ha bisogno di raccogliere 1,6 miliardi di euro dalla privatizzazione.

La RZD è in trattative con il governo greco in ordine alla possibile acquisizione della TrainOSE e della ROSCO da marzo di quest'anno.

Il monopolio ferroviario russo ha potuto fruire del pieno appoggio del Cremlino, che ha promesso di supportare gli sforzi della Grecia per superare la crisi economica “attraverso l'ulteriore sviluppo della cooperazione bilaterale in diversi settori”.

Nel contempo, il presidente della RZD Vladimir Yakunin ha dichiarato che alla RZD piacerebbe acquisire non solo la TainOSE e la ROSCO, ma anche il secondo porto greco di Salonicco, che ha movimentato 4,4 milioni di tonnellate di carichi vari (compresi 317.000 TEU) nel 2012.

“Prendere parte alla privatizzazione dei beni trasportistici greci è in linea con la nostra strategia complessiva di sviluppo” ha detto Yakunin, alludendo agli altri progetti della RZD all'estero, ed in particolare a quelli in Serbia.
(da: worldcargonews.com, 04.11.2013)



csteinweg Salerno Container Terminal


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza


Indice Prima pagina Notiziario C.I.S.Co.
Pagina precedente

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail