ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

5 giugno 2020 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 01:41 GMT+2



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXXI - Numero 15 NOVEMBRE 2013

STUDI E RICERCHE

IL SENSIBILE IMPATTO DELLE NUOVE PORTACONTAINER DI EVERGREEN

Anche se gran parte dell'attenzione della navigazione di linea si è recentemente incentrata sulla creazione dell'alleanza P3 e sulle sue conseguenze nel caso che essa dovesse ottenere le approvazioni previste dalla legge, secondo il gruppo di ricerca Alphaliner il vettore taiwanese Evergreen dovrebbe ottenere uguali attenzione.

C'è stato un momento, nel corso degli anni '90, in cui la fermamente indipendente linea di navigazione containerizzata in questione era la più grande del mondo, ma, di pari passo con il procedere dei programmi di espansione di altri operatori, la Evergreen ha cominciato a scendere gradualmente in classifica sino a ritrovarsi, l'anno scorso, al settimo posto.

Ciò è avvenuto in gran parte in conseguenza della sua decisione nel 2004 di evitare di effettuare ordinazioni per nuove navi, ritenendo che i prezzi fossero troppo alti: decisione, questa, che quasi tutti avevano giudicato corretta, dati i problemi che alcuni vettori - come la Zim - avevano dovuto affrontare a causa di ordinazioni intempestive.

Tuttavia, dopo un intervallo di sei anni, il fondatore della Evergreen Chang Yung-Fa aveva annunciato nel 2010 che la compagnia di navigazione avrebbe investito la sbalorditiva somma di 5 miliardi di dollari USA in 100 nuove navi.

In effetti, a partire da quell'annuncio, sono state ordinate 45 unità, quasi metà delle quali sono già state consegnate: secondo Alphaliner, abbastanza per comportare un significativo effetto sul mercato.

La ditta di consulenze ha calcolato che la capacità di slot della Evergreen è aumentata di poco meno del 30% da gennaio del 2012, incrementandosi da 607.000 TEU a 806.000 TEU in seguito alla consegna di 19 navi del tipo L da 8.500-8.800 TEU e di una unità da 13.800 TEU, così come di un po' di tonnellaggio noleggiato.

L'effetto è stato quello di portarla da una quota di mercato del 3,8% di capacità globale all'inizio dell'anno scorso al 4,6% nel mese in corso.

Inoltre, fa notare Alphaliner, il tasso di espansione della sua flotta è in procinto di aumentare.

Entro la fine dell'anno prossimo, Evergreen ha in programma di ricevere in consegna altre 13 unità del tipo L e nove navi da 14.000 TEU, vale a dire altri 235.000 TEU di capacità in termini di slot, la quale porterebbe la quota di mercato della Evergreen sino al 4,7% entro la fine di quest'anno ed al 5,4% entro al fine del 2014.

Ciò avrà un sensibile effetto sulla capacità offerta nell'ambito dei suoi servizi e probabilmente nei traffici in cui essa effettua operazioni, sebbene - quale vettore che per lo più ha preferito restare fuori da accordi relativi ad alleanze - gli effetti finali restino difficili da percepire.

Ciononostante, i calcoli di Alphaliner suggeriscono che la capacità operativa del vettore nel suo servizio Asia-Nord Europa ed Asia-Medio Oriente/Subcontinente indiano si incrementerà del 19% l'anno prossimo; del 41% nei suoi servizi per l'Africa; del 50% nel suo servizio intraeuropeo; del 61% nei suoi servizi Asia-Sudamerica; infine, di un incredibile 301% nel suo servizio fra Asia ed Australasia.

Inoltre, sembra che la Evergreen possa fare poco dal punto di vista della riduzione della flotta, dato che il vettore dispone di relativamente poche navi noleggiate, con solo una manciata di accordi in vista di scadenza nel 2014, e che le sue opportunità di rottamazione sono limitate a dieci navi da 4.230 TEU costruite nel 1993 e 1994 e che probabilmente andranno in esubero per sovrapposizione.
(da: theloadstar.co.uk, 06.11.2013)



csteinweg Salerno Container Terminal


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza


Indice Prima pagina Notiziario C.I.S.Co.
Pagina precedente

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail