ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

6 giugno 2020 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 03:41 GMT+2



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXXII - Numero 7 GENNAIO 2014

PORTI

L'ESPO PORTA AVANTI UNA PROPOSTA DI COMPROMESSO SULLA STRATEGIA RELATIVA AI CARBURANTI PULITI

Il 17 dicembre il Consiglio, il Parlamento e la Commissione europei si sono riuniti per un primo incontro a tre in vista del raggiungimento di un accordo in prima lettura sulla proposta di direttiva per l'impiego di infrastrutture dedicate ai carburanti alternativi.

Due delle questioni in discussione sono di diretto interesse per i porti marittimi europei: la previsione di infrastrutture per il rifornimento di gas naturale liquido nei porti di primaria importanza e le infrastrutture per la fornitura di energia elettrica da terra.

Per quanto concerne l'impiego di punti di rifornimento di gas naturale liquido nei porti di primaria importanza della rete europea TEN-T, l'ESPO:

  • è favorevole all'approccio pragmatico attualmente adottato da entrambe le istituzioni europee: l'intenzione sarebbe quella di impiegare una rete sufficiente di punti di rifornimento di gas naturale liquido, tenendo conto della realtà del mercato e delle distanze fra i porti;
  • ritiene che tale rete di rifornimento di gas naturale liquido abbia bisogno di essere impiegata entro il 2020 in porti TEN-T selezionati, allo scopo di essere coerente con l'entrata in vigore della direttiva sullo zolfo;
  • ritiene che sia di fondamentale importanza che le pertinenti possibilità di finanziamento dei progetti inerenti al gas naturale liquido vengano assicurate anche dopo il periodo 2014-2020.
“Il gas naturale liquido è la soluzione a medio termine più promettente nella prospettiva di affrontare olisticamente il problema delle prestazioni ambientali del trasporto marittimo.

Non possiamo impedire l'entrata in vigore della direttiva sullo zolfo.

Il termine di scadenza del 2020 può essere supportato se viene applicato in modo pragmatico e se il 2020 non significa la drastica fine del cofinanziamento dell'Unione Europea dei progetti relativi all'impiego del gas naturale liquido” afferma la segretaria generale dell'ESPO Isabelle Ryckbost.

Per quanto attiene invece l'elettricità fornita da terra, l'ESPO è chiaramente contraria a qualsiasi introduzione di obblighi di legge nei confronti dei porti affinché assicurino questa tecnologia.

Gli studi di fattibilità nell'ambito dei porti dimostrano senza dubbio che l'elettricità fornita da terra non è un tipo di soluzione del tipo “a taglia unica” e pertanto non dovrebbe essere imposta orizzontalmente.

Essa dovrebbe essere promossa dove e nella misura in cui sia vantaggiosa per l'ambiente ed efficace dal punto di vista dei costi.

Di conseguenza, l'ESPO non può supportare le risultanze del voto della commissione TRAN che introducono un rigido obbligo per i principali porti TEN-T di assicurare la fornitura di energia elettrica da terra alle navi che richiedono più di 1 MWA in ormeggi situati entro un raggio di 3 km nelle zone residenziali.

“Non possiamo supportare le proposte del Parlamento in ordine all'elettricità fornita da terra” ha dichiarato la segretaria generale dell'ESPO Isabelle Ryckbost.

“I porti europei supportano da tempo attivamente questa tecnologia e hanno esplorato la possibilità di fornire elettricità da terra nei propri ormeggi.

In certi casi, ciò ha comportato la riuscita implementazione dei progetti.

Tuttavia, in altri casi, gli studi di fattibilità in ambito portuale mostrano una mancanza di significativi vantaggi ambientali e sproporzionatamente alti costi di investimento.

Siamo pertanto convinti che qualsiasi investimento sulla fornitura da terra dell'elettricità debba essere giustificato attraverso studi di fattibilità a livello locale e non essere imposto attraverso un rigoroso obbligo”.
(da: allaboutshipping.co.uk, 17 Dicembre 2013)



csteinweg


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza


Indice Prima pagina Notiziario C.I.S.Co.
Pagina precedente

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail