ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

2 giugno 2020 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 19:19 GMT+2



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXXII - Numero 31 GENNAIO 2014

PORTI

CRESCITA A DOPPIA CIFRA PER CONTSHIP ITALIA

L'importante operatore italiano di terminal container Contship Italia ha assistito ad una crescita dei propri risultati combinati prossima al milione di TEU nel 2013 dal momento che i vettori hanno scelto i suoi due hub di trasbordo del Mediterraneo centrale di Gioia Tauro e Cagliari, mentre lo sviluppo delle sue operazioni in Marocco è proseguito di buon passo.

Malgrado la dura concorrenza per i traffici di trasbordo da parte dei rivali di Malta, del Pireo e del Suez Canal Container Terminal, il terminal ammiraglia della Contship di Gioia Tauro ha recuperato un po' di terreno perduto nel corso della recessione e da quando sono iniziate le difficoltà correlate alla Eurozona, trattando oltre 3 milioni di TEU rispetto ai 2,7 milioni di TEU dell'anno scorso.

Anche l'altro hub di trasbordo di Cagliari, in Sardegna, ha assistito ad una crescita a doppia cifra, dato che i risultati sono saliti del 12,7% da 582.000 a 656.000 TEU, per lo più in conseguenza della decisione della G6 a metà dell'annata di utilizzare il proprio servizio Asia Suez Service e di collegare attraverso il terminal in questione i carichi relativi alla Costa Orientale USA ed al Golfo del Messico.

Il membro della G6 Hapag-Lloyd ha incrementato la capacità navale di circa il 30% nel corso dell'anno sul proprio servizio Med Gulf Express.

Tuttavia, la crescita maggiore per la Contship è stata registrata al di fuori del suo portafoglio italiano, presso il terminal di trasbordo marocchino dell'Eurogate di Tangeri, dove i volumi sono praticamente raddoppiati sino a poco più di 1 milione di TEU.

Anche gli scali/porte d'accesso del Nord Italia della società della Spezia e di Ravenna hanno fatto registrare una crescita, sebbene con tassi più modesti del 4,1% e del 7,8% rispettivamente, principalmente quale conseguenza di una più intensa attività di esportazione, sebbene ci sia anche stato - a detta della società - un livello leggermente più elevato di container in importazione.

Malgrado il miglioramento dei volumi, la presidente della Contship Cecilia-Eckelmann-Battistello avverte che il 2014 dovrebbe restare un'annata problematica dal momento che l'intero settore della filiera dell'offerta di contenitori avrebbe bisogno di maggiori entrate per assicurare sufficienti ritorni sugli investimenti.

“Ci aspettiamo ulteriori dinamiche di investimento nelle attività dei nostri stimati clienti le cui entrate devono essere ripristinate a livelli sostenibili al fine di salvaguardare il crescente livello degli investimenti.

Ciò deve essere considerato come un obiettivo fondamentale per la filiera della distribuzione globale, dal momento che senza dubbio la riduzione dei costi in termini assoluti, in costi di rete ed in spese portuali e terminalistiche ha un suo punto critico.

Le nostre attività continuano ad essere sotto pressione da questo punto di vista, mentre allo stesso tempo subiamo l'impatto comportato dal costo degli investimenti, di quelli energetici e di quelli del lavoro” dichiara la presidente.
(da: theloadstar.co.uk, 13 Gennaio 2014)



csteinweg Salerno Container Terminal


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza


Indice Prima pagina Notiziario C.I.S.Co.
Pagina precedente

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail