ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

18 septembre 2020 Le quotidien en ligne pour les opérateurs et les usagers du transport 16:45 GMT+2



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXXII - Numero 31 GENNAIO 2014

TRASPORTO AEREO

LE LINEE AEREE RISOLUTE A TENER DURO MALGRADO LE SCONFORTANTI PROSPETTIVE PER I VETTORI ELABORATE DAGLI ESPERTI

Sarebbe bene iniziare il 2014 con una nota di ottimismo nel settore del trasporto merci aereo.

Mentre secondo la IATA i traffici nel 2013 sono aumentati appena dell'1% rispetto al 2012, novembre e dicembre sono sembrati essere mesi maggiormente in rialzo, dal momento che la domanda finalmente è tornata a salire ed i consumatori hanno mostrato più fiducia.

Anche se i dati di dicembre non sono ancora disponibili, la World ACD ha riferito che “novembre è stato chiaramente un buon mese vecchio stile per i carichi aerei”.

I dati da un anno all'altro indicano che i pesi addebitabili si sono incrementati di circa l'8% e le entrate sono aumentate del 5,2%, mentre il calo dei rendimenti è stato del 2,5%, sebbene i rendimenti appaiano migliori se confrontati con le cifre relative ad ottobre, che mostrano una crescita decente pari al 3%.

Nel complesso, la WorldACD ha mostrato statistiche leggermente migliori di quelle della IATA, con un aumento dei volumi dell'1,6% da gennaio a fine novembre, mentre i rendimenti da un anno all'altro in dollari USA sono diminuiti di un fosco 3,7%.

Com'è stato notato molte volte l'anno scorso, la crescita della capacità di trasporto merci aereo nel 2014 avrà facilmente maggior peso della crescita dei volumi.

Come gli esperti della Seabury hanno notato alla fine dell'anno scorso, “anche nel caso di una crescita modesta dei volumi, l'aumento della capacità stivata lascerà indietro qualsiasi crescita della domanda.

Non vi è alcun dubbio che, se ciò continuerà, gli operatori di trasporto merci avranno a che fare con difficoltà a lungo termine.

“Anche se le economie operative dei grandi operatori di trasporto merci negli ultimi anni sono migliorate di qualcosa come il 15%, ciò non è bastato a compensare il declino dei rendimenti netti pari al 25% circa”.

Una prospettiva olistica mostra che, anche nel caso fosse possibile un tasso di crescita del mercato dal 3 al 4%, non ci sarebbe un impulso di questo tipo nei rendimenti.

In questo caso non possono esserci previsioni ottimistiche”.

Ciò, tuttavia, non ha scoraggiato la Cathay Pacific, che alla fine dello scorso mese di dicembre ha annunciato un'ordinazione di tre aeromobili 777-300ER, in consegna l'anno prossimo, e di un ulteriore 747-8F, per portare la propria flotta di questo tipo sino a 14 unità entro il 2016.

La Cathay ha inoltre assistito alla consegna degli ultimi suoi tre 747-F8 dell'ordinazione di 13 unità appena prima di Natale.

La Boeing senza dubbio ha trascorso un mese assai intenso, dato che la AirBridge Cargo ha ricevuto il suo quinto 747-8F in ritardo alla fine del mese scorso.

Nel contempo, la Korean Air ha registrato la consegna della quarta unità della sua ordinazione di sette 747-8F.

Come riferisce Cargo Facts, mentre la domanda di aerei passeggeri è chiaramente in aumento, le ordinazioni per aerei adibiti al trasporto di merci sono state una specie di rarità l'anno scorso.

Malgrado sia la Boeing che la Airbus affermino di essere i primi in fatto di vendite di aeromobili cargo, in realtà ci sono state 31 cancellazioni di ordini per tali unità a fronte di sole 23 ordinazioni, lasciando alla Airbus un registro di ordinazioni nette inferiore alle 12 unità e la Boeing con solo quattro.

È probabile che la crescita di capacità, innescata dalle attività relative al trasporto passeggeri, continui ad esercitare una pressione verso il basso sui rendimenti del trasporto merci aereo, ma i prodotti aerei speciali sembrano un settore migliore.

La WorldACD ha riferito di una crescita del settore del 7%, con gli oggetti di valore in salita del 14% ed i prodotti farmaceutici sino al 9%.

In effetti, si legge nella pubblicazione, il rendimento in dollari USA dei farmaceutici è stato del 49% maggiore in media rispetto a quello dei carichi generali su rotte paragonabili.

Si tratta di un settore in cui i vettori europei da tempo in sofferenza potrebbero prosperare, dal momento che il 60% di tutte le spedizioni di famaci hanno origine in Europa.

Il Pacifico asiatico si è assicurato il 22% di tutti i farmaci spediti per via aerea, mentre il Nord America ha rappresentato il 21%.

Peraltro, avverte la Seabury, l'economia di punta dell'Europa, cioè la Germania, ha cominciato a registrare l'anno scorso un calo delle esportazioni complessive, quindi questa potrebbe essere un'altra annata difficile per i vettori del continente.
(da: theloadstar.co.uk, 6 Gennaio 2014)



PSA Genova Pra' Autorità di Sistema Portuale Mar Ligure Orientale


Rechercher des hôtels
Destination
Date d'arrivée
Date de départ


Index Première Page Bulletin C.I.S.Co.
Page précédente

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Gênes - ITALIE
tél.: +39.010.2462122, fax: +39.010.2516768, e-mail