ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

2. Juni 2020 Der tägliche On-Line-Service für Unternehmer des Transportwesens 16:29 GMT+2



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXXII - Numero 15 FEBBRAIO 2014

PROGRESSO E TECNOLOGIA

FUTURI CARBURANTI MARITTIMI ALTERNATIVI

La DNV GL ha pubblicato un nuovo studio ufficiale, intitolato “Carburanti alternativi per il trasporto marittimo”, che elenca un certo numero di opzioni a lungo termine di carburanti a basse emissioni di anidride carbonica per il settore.

Naturalmente, data l'eccellenza da sempre rivestita dalla DNV in questo campo, al gas naturale liquido viene conferita una posizione di assoluta evidenza.

Peraltro, esso ora si è affermato a sufficienza di modo che, sebbene molti possano ancora ritenerlo un'alternativa, la sua eventuale adozione adesso sembra una certezza.

Perciò, quello che attira l'attenzione è il resto delle proposte elencate.

“Il trasporto marittimo a lungo raggio ha bisogno di carburanti disponibili in tutto il mondo e pertanto tenderà ad utilizzare il gas naturale liquido ed il biodiesel, se quest'ultimo divenisse disponibile” afferma Christos Chryssakis, ricercatore capo della DNV GL autore dello studio.

La maggiore attenzione per le navi d'alto mare, però, sembra essere il fare uso di qualsiasi fonte energetica prontamente disponibile, rinnovabili comprese.

Il fattore chiave sembra essere la tecnologia delle pile ed altri strumenti di immagazzinaggio di energia come le celle a combustibile, ancora una tecnologia emergente, ma in rapida avanzata.

Uno dei fattori spesso trascurati parlando dei carburanti a basso contenuto di carbonio è il costo di produzione e di trasporto - in termini sia monetari che ambientali - di cui occorre tener conto.

La DNV GL si riferisce ad esso come il costo “buono per l'elica”.

E ciò fa sì che alcune delle “alternative” proposte - come il biocarburante - sembrino poco pratiche.

Il trasporto marittimo a corto raggio è il settore in cui è probabile che venga utilizzata la maggior parte dei carburanti alternativi; in Svezia, ad esempio, la Stena Line sta convertendo alcuni traghetti per alimentarli con il metanolo prodotto localmente, mentre le biomasse ed i biogas prodotti in loco derivandoli dai rifiuti rappresentano altre possibilità a lungo termine.

Se non fosse per problemi di natura politica, l'energia nucleare offrirebbe una soluzione assai attraente.

Essa, peraltro, può ancora svolgere un suo ruolo nella produzione di energia a terra per le navi in porto o per ricaricare le batterie di bordo.

La DNV GL afferma di riconoscere le problematiche che fanno capo agli armatori ed agli operatori, ma di stare continuando a studiarle per offrire soluzioni al riguardo ed assistere gli armatori affinché conseguano obiettivi fattibili e sostenibili.
(da: maritimejournal.com, 30 Gennaio 2014)



csteinweg Salerno Container Terminal


Hotels suchen
Zielort
Ankunftsdatum
Abreisedatum


Inhaltsverzeichnis Erste Seite C.I.S.Co. - Mitteilungen
Seite zurück

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genua - ITALIEN
tel.: +39.10.2462122, fax: +39.10.2516768, e-mail: admin@informare.it