ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

6. Juni 2020 Der tägliche On-Line-Service für Unternehmer des Transportwesens 05:59 GMT+2



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXXII - Numero 15 APRILE 2014

TRASPORTO STRADALE

ISTITUITO IL PEDAGGIO PER GLI AUTOTRASPORTATORI STRANIERI NEL REGNO UNITO

Le ditte di autotrasporto del Regno Unito finalmente si trovano ad operare su un piano di parità, in seguito all'introduzione dal 1° aprile del pedaggio stradale per le imprese di autotrasporto straniere.

I camionisti esteri devono adesso pagare un'imposta sui veicoli pesanti prima di fare ingresso con i propri mezzi nel Regno Unito, mentre le imprese nazionali pagano tale addebito attraverso l'esistente accisa sui veicoli, che in molti casi è stata ridotta, mentre 9 veicoli su 10 non pagano più di prima.

A detta di un portavoce, il governo del Regno Unito si aspetta che l'imposta comporti una raccolta di circa 20 milioni di sterline all'anno.

“Non si tratta di un importo enorme: con esso si pagherà circa un miglio di strada.

Ma non si tratta tanto di fare soldi, quanto di imporre condizioni di parità per gli autotrasportatori britannici”.

Mentre i camionisti del Regno Unito dovevano pagare le eurovignette all'estero e le accise sui veicoli in patria, le imprese straniere erano esentate da queste ultime.

Il portavoce ha aggiunto che anche se l'iniziativa non avrebbe apportato vantaggi alle strade del Regno Unito, il governo sta inoltre investendo 3,3 miliardi di sterline in nuove autostrade, fornendo 500 miglia di capacità aggiuntiva di corsie alla rete stradale ed ulteriori 400 miglia di autostrade.

“Aneddoticamente” afferma il portavoce “la domanda proveniente dal continente è stata: perché non lo facevamo prima?

L'Associazione Trasporto Stradale e l'Associazione Trasporto Merci lo stavano chiedendo da un po' di tempo, in modo da poter competere direttamente con le imprese straniere.

Peraltro, c'è voluto del tempo prima che la normativa potesse essere approvata”.

Come fa notare lo stesso portavoce, il governo ha portato a regime l'iniziativa un anno prima di quanto programmato.

La società privata Northgate Public Services ha conseguito il contratto relativo alla gestione dell'imposta, che dev'essere versata da tutti i veicoli di peso superiore a 12 tonnellate.

Il gruppo stima che 130.000 veicoli pesanti stranieri entrino nel Regno Unito ogni anno per fare qualcosa come 1,5 milioni di viaggi.

Gli operatori, autisti o agenti esteri possono versare l'imposta giornalmente, settimanalmente, mensilmente od annualmente con pagamento a consumo.

Il FOPS (Sistema di Pagamento per Operatori Esteri) è disponibile in sei lingue.

Quando l'iniziativa venne posta in essere, c'era stata qualche preoccupazione circa il fatto che gli autisti stranieri potessero non conoscere le nuove regole.

Il mese scorso la BIFA (Associazione Britannica Trasporto merci Internazionale) ha pubblicato una nuova guida per gli autotrasportatori preoccupati che i subappaltanti ne fossero ancora all'oscuro.

Il portavoce governativo ha dichiarato di non essere venuto a conoscenza di alcun problema nella giornata di esordio della nuova imposta.
(da: theloadstar.co.uk, 1° Aprile 2014)



csteinweg


Hotels suchen
Zielort
Ankunftsdatum
Abreisedatum


Inhaltsverzeichnis Erste Seite C.I.S.Co. - Mitteilungen
Seite zurück

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genua - ITALIEN
tel.: +39.10.2462122, fax: +39.10.2516768, e-mail: admin@informare.it