ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

30 mai 2020 Le quotidien en ligne pour les opérateurs et les usagers du transport 07:43 GMT+2



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXXII - Numero 15 APRILE 2014

TRASPORTI ED AMBIENTE

ENTRO IL 2025 IL GAS NATURALE LIQUIDO RAPPRESENTERÀ IL 24% DELLE FORNITURE MONDIALI DI CARBURANTE BUNKER

Nel corso di un incontro con i media a Singapore, il direttore marketing globale del Lloyd's Register, Luis Benito, ha annunciato i risultati inerenti alle statistiche elaborate per una “Indagine sulle infrastrutture di bunkeraggio con gas naturale liquido” condotta all'inizio dell'anno.

Dei 50 porti interpellati in tutto il mondo, 22 hanno risposto ad un questionario inviato allo scopo di comprendere meglio la portata dell'influenza del gas naturale liquido sul settore marittimo nei prossimi anni.

Quindici di quei porti sono situati in Europa, quattro in Nord America e gli ultimi tre in Asia.

Esaminando le risposte alle 18 domande rivolte a ciascun porto, il Lloyd's ha trovato che il 59% di loro dispone già di specifici piani per lo sviluppo di infrastrutture di bunkeraggio con gas naturale liquido, mentre il 76% ritiene che il bunkeraggio di questo tipo sarà avviato nei porti nel giro dei prossimi cinque anni.

È ancora più importante notare come dai risultati si riscontri che i porti europei ritengano di potere essere in grado di supportare operazioni di bunkeraggio a lungo raggio entro il 2020.

Al momento attuale, infatti, il bunkeraggio con gas naturale liquido è limitato alle navi a corto raggio.

Ciononostante, il 90% dei porti sono d'accordo sul fatto che il protocollo sulla sicurezza fra terra e mare dovrebbe essere sottoscritto prima che abbia luogo qualsiasi sviluppo di rilievo.

I motivi di tale crescita nel corso degli anni sono stati imputati ad un certo numero di ragioni; nello specifico, le richieste di infrastrutture da realizzare quale fattore per essere considerati dal punto di vista ambientale da parte di numerose autorità locali.

Benito ha inoltre suggerito che Singapore dovrebbe fungere da pioniere per l'adozione del gas naturale liquido in Asia avendo già a sua disposizione le infrastrutture necessarie per tale processo.

Questa attività, peraltro, può prosperare solo se perviene la domanda giusta e, in secondo luogo, se le compagnie di navigazione possono permettersi l'alternativa.

Fino ad ora, i prezzi sono rimasti una variabile sconosciuta; c'è già stato qualche grido di protesta riguardo allo sviluppo degli ECAs e sono stati espressi timori di espulsione della concorrenza minore a causa degli accordi diretti fra fornitore e vettore.

D'altro canto, di pari passo con l'aumento della domanda le autorità dovranno prestare sempre maggiore attenzione al valore economico del carburante.

Tuttavia, esistono già alcune differenze di rilievo fra i prezzi in Nord America, Europa ed Asia.

Attualmente, i prezzi asiatici del gas naturale liquido si librano a circa 15,40 dollari USA per MMBtu; cifra alquanto esosa se confrontata con i 7,908 dollari USA per MMBtu del Regno Unito e con lo statunitense Louisiana Henry Hub attestato a 4,436 dollari USA per MMBtu.

Ciò potrebbe avere a che fare con la disponibilità per gli Stati Uniti e l'Europa del nuovo carburante, che al momento è fuori portata per l'Asia, la quale attualmente deve sopportare ingenti costi di approvvigionamento.

Benito, peraltro, ha notato che il gas naturale liquido potrebbe avere una notevole influenza se i principali acquirenti asiatici riuscissero ad abbassare i costi per ottenere il gas.

Una ulteriore influenza proverrà dal costo di formazione del personale adibito alle operazioni di rifornimento con bunker a bordo delle navi a lungo raggio, cosa ancora abbastanza incognita.

Solo il tempo potrà dire se questa iniziativa sarà fattibile dal punto di vista finanziario a livello globale.

Quel che è certo, peraltro, è che i traffici sono in crescita, e lo stanno facendo in fretta.
(da: porttechnology.org, 8 Aprile 2014)



csteinweg Salerno Container Terminal


Rechercher des hôtels
Destination
Date d'arrivée
Date de départ


Index Première Page Bulletin C.I.S.Co.
Page précédente

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Gênes - ITALIE
tél.: +39.010.2462122, fax: +39.010.2516768, e-mail