ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

5. Juni 2020 Der tägliche On-Line-Service für Unternehmer des Transportwesens 00:42 GMT+2



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXXII - Numero 15 GIUGNO 2014

PORTI

CONTROVERSIA LEGALE SULLE CONCESSIONI TERMINALISTICHE NEL PORTO DI VALENCIA

Il terminal container della Mediterranean Shipping Co a Valencia è al centro di una controversia legale fra l'autorità portuale e l'operatore terminalistico Noatum che potrebbe avere implicazioni che vanno al di là della Spagna.

Ciò, perché una delle questioni centrali riguarda le alleanze quale la P3, che costituirà il maggiore accordo mondiale di condivisione delle navi quando sarà operativa, nonché come le linee di navigazione sceglieranno i loro terminal.

Il caso di Valencia, che presenta molti diversi aspetti, mette altresì assieme alcuni dei più potenti nomi del settore marittimo, direttamente o indirettamente.

Il Noatum è la branca portuale della banca d'investimenti JP Morgan, la cui divisione per la gestione dei beni aveva acquisito il terminal pubblico di Valencia quando aveva comprato il gruppo spagnolo Dragados nel 2010.

L'alleanza P3 sta per essere costituita dalle tre maggiori linee di navigazione containerizzate mondiali, vale a dire Maersk, MSC e CMA CGM.

Valencia è stata classificata al numero 30 nell'ultima analisi dei Primi 100 Porti Containerizzati di Containerisation International, con un risultato produttivo di 4,5 milioni di TEU nel 2012.

Tuttavia, i volumi sono scivolati del 3,2% nel 2013 per 4,3 milioni di TEU, poiché alcuni servizi sono stati dirottati verso porti non spagnoli.

Il porto dispone di tre infrastrutture containerizzate, due delle quali sono pubbliche, la TCV Stevedoring e la Noatum Container Terminal Valencia.

La terza è il terminal privato della MSC, cioè il MSCTV.

Tutte quante le infrastrutture sono implicate in un modo o nell'altro nella disputa, mentre anche diverse altre linee di navigazione containerizzate sono coinvolte nella lite dal momento che il Noatum contesta il diritto del MSCTV di movimentare navi che non sono controllate dalla linea di navigazione con sede a Ginevra.

Dopo aver cercato di risolvere la questione senza ricorrere ad un'azione legale, il Noatum alla fine ad aprile ha intentato una causa contro l'Autoridad Portuaria de Valencia.

Due ulteriori cause saranno intentate contro la medesima Autorità Portuale nel tentativo di proteggere i diritti degli investitori nei terminal pubblici.

Al centro della questione c'è la distribuzione dei traffici containerizzati fra i tre terminal di Valencia.

Il Noatum contesta all'autorità portuale il fatto che il MSCTV stia movimentando navi non appartenenti alla MSC, in apparente infrazione dell'accordo di concessione.

Secondo il Noatum, navi appartenenti a vari partner in accordi di condivisione navi con la MSC quali la Maersk Line, la Zim e la Hamburg Süd attraccano al MSCTV invece che nei terminal pubblici.

È per questo che il Noatum è così ansioso di definire la questione dal punto di vista giuridico prima che il trio della P3 inizi ad operare come flotta congiunta.

La data fissata come traguardo è l'autunno, una volta che saranno state ottenute tutte le autorizzazioni di legge.

Questa disputa, peraltro, potrebbe essere particolare per Valencia dal momento che la maggior parte de terminal collegati ai membri della P3 sono infrastrutture ad utenza comune, mentre il MSCTV è un terminal dedicato.

Nondimeno, sia il Noatum che il TCV vorrebbero addivenire ad un chiarimento delle regole dal momento che le alleanze globali stanno iniziando a ridisegnare i propri traffici di trasporto marittimo di contenitori.
(da: lloydsloadinglist.com, 12 giugno 2014)



csteinweg Salerno Container Terminal


Hotels suchen
Zielort
Ankunftsdatum
Abreisedatum


Inhaltsverzeichnis Erste Seite C.I.S.Co. - Mitteilungen
Seite zurück

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genua - ITALIEN
tel.: +39.10.2462122, fax: +39.10.2516768, e-mail: admin@informare.it