ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

2 juin 2020 Le quotidien en ligne pour les opérateurs et les usagers du transport 16:44 GMT+2



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXXII - Numero 15 GIUGNO 2014

TRASPORTO STRADALE

I MINISTRI DEI TRASPORTI EUROPEI RESPINGONO I MEGA-CAMION MA BLOCCANO LE PROGETTAZIONI PIÙ SICURE PER ALTRI 8 ANNI

I ministri dei trasporti dell'Unione Europea hanno deciso il 5 giugno di differire le modifiche alle regole relative ai pesi ed alle dimensioni delle cabine dei camion, che consentirebbero la produzione di camion più sicuri e più efficienti per quanto riguarda il consumo di carburante.

In seguito a pressioni franco-svedesi, i ministri hanno purtroppo concordato di impedire l'introduzione di cabine di camion più sicure e pulite nelle strade europee per almeno otto anni.

Un aspetto più positivo è consistito invece nel fatto che i ministri hanno respinto la proposta di consentire il passaggio transfrontaliero ai mega-camion.

Le regole attuali sui pesi e le dimensioni dei camion limitano indirettamente la lunghezza delle cabine a 2,35 metri, il che spiega perché i camion europei hanno i frontali delle cabine così smussati.

Cabine più lunghe ed arrotondate possono salvare centinaia di vite e miliardi di litri di diesel ogni anno.

Il Parlamento Europeo in precedenza aveva votato nel senso di consentire ai produttori di introdurre subito camion più sicuri, senza peraltro costringerli a farlo.

Tuttavia, alcuni produttori di camion si oppongono alla modifica della normativa poiché alcuni di loro ne traggono vantaggi maggiori e prima degli altri.

I ministri dei trasporti hanno deciso di sostenere i produttori di veicoli pesanti e di bloccare il disegno di legge per otto anni: tre anni per trasporre la legge nelle normative nazionali ed almeno cinque anni di ulteriore differimento.

Il Parlamento, il Consiglio e la Commissione europei dovranno adesso trovare un compromesso nei cosiddetti negoziati di dialogo a tre prima che la norma venga definitivamente adottata.

William Todts, responsabile delle politiche alla Transport & Environment, afferma: “Consentire la realizzazione di cabine di camion più arrotondate non solo renderebbe le strade d'Europa più sicure, ma anche più pulite.

L'estensione dell'odierno divieto di cabine migliori è una decisione davvero vergognosa perché mette gli interessi di pochi produttori al di sopra di quelli di chiunque altro.

Nelle imminenti trattative a tre, il Parlamento dovrebbe insistere affinché venga subito consentita la realizzazione di cabine migliori”.

Ai sensi dell'accordo, ai produttori di camion verrebbe permesso di progettare, nel giro di otto anni, un maggiore ingombro per le cabine, consentendo così la realizzazione di un muso di camion più snello.

Potrebbero altresì essere eliminati alcuni punti ciechi ed il nuovo ingombro potrebbe inoltre assicurare un'area di frammentazione e far sì che i pedoni ed i ciclisti non finiscano sotto le ruote in caso di collisione.

In ordine alla controversa questione dei “mega-camion”, i ministri dei trasporti hanno respinto la proposta della Commissione di consentire l'uso transfrontaliero di camion più lunghi.

Una minoranza di blocco di alcuni governi ha sostenuto che un simile permesso comporterebbe un effetto domino, poiché un paese dopo l'altro sarebbe costretto ad accettare i mega-camion dei propri vicini.

I membri del Parlamento Europeo avevano in precedenza domandato che la Commissione effettuasse una valutazione appropriata dell'impatto del maggiore uso dei mega-camion e riferisse in merito al Parlamento nel 2016 prima di decidere.

“Abbiamo bisogno di camion migliori, non più grandi.

Dati i problemi relativi all'ambiente ed alla sicurezza che già dobbiamo affrontare con i camion di dimensioni normali, consentire veicoli più grandi ed ingombranti adesso sarebbe assurdo.

Poiché il Parlamento ed il Consiglio hanno trovato un accordo sui mega-camion, adesso potranno concentrarsi sulle iniziative per rendere più sicuri e puliti i camion normali” ha concluso Todts.
(da: transportenvironment.org, 5 Giugno 2014)



csteinweg Salerno Container Terminal


Rechercher des hôtels
Destination
Date d'arrivée
Date de départ


Index Première Page Bulletin C.I.S.Co.
Page précédente

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Gênes - ITALIE
tél.: +39.010.2462122, fax: +39.010.2516768, e-mail