ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

2 juin 2020 Le quotidien en ligne pour les opérateurs et les usagers du transport 16:08 GMT+2



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXXII - Numero 30 GIUGNO 2014

LEGISLAZIONE

BRUXELLES ESTENDE LA DURATA DELLE REGOLE SUI CONSORZI DI LINEA

La Commissione Europea ha esteso la durata delle regole che governano i consorzi del trasporto marittimo di linea per altri cinque anni dopo una lunga revisione finalizzata ad appurare se fosse ancora necessaria un'esenzione specifica dalle regole antitrust per il settore in questione.

La decisione è stata annunciata pochi giorni dopo che la Cina aveva deciso di rigettare la proposta sulla P3 Network avanzata da Maersk Line, Mediterranean Shipping Co e CMA CGM, nonostante i regolatori degli Stati Uniti e dell'Europa avessero dichiarato di non voler bloccare l'alleanza.

Tuttavia, a causa delle proprie dimensioni, la P3 sarebbe ricaduta al di fuori dei requisiti previsti per i consorzi europei e quindi le linee di navigazione partecipanti avrebbero dovuto effettuare un'autovalutazione per assicurare di essere conformi alla normativa sulla concorrenza dell'Unione Europa.

Bruxelles ha adesso confermato che l'esenzione per categoria dei consorzi marittimi resterà in vigore fino ad aprile del 2020.

L'attuale regolamentazione sarebbe dovuta scadere l'anno prossimo ed erano state poste domande in ordine a se vi fosse ancora la necessità che le linee di navigazione containerizzate dovessero avere una serie propria di regole invece che essere trattate allo stesso modo della maggior parte degli altri settori.

Dopo una consultazione pubblica, la Commissione ha dichiarato di aver concluso che l'esenzione aveva funzionato bene, assicurando una certezza giuridica ad accordi che apportano vantaggi ai clienti e non distorcono indebitamente la concorrenza, e che le attuali circostanze del mercato garantiscono il suo prolungamento.

Il regolamento consente alle linee di navigazione con una quota di mercato combinata inferiore al 30% di entrare a far parte di accordi di cooperazione finalizzati alla fornitura di servizi congiunti di trasporto merci.

Tali accordi normalmente consentono ai vettori delle linee di navigazione di razionalizzare le proprie attività e conseguire economie di scala.

Tuttavia, le richieste per elevare la soglia ad almeno il 35% sono state respinte.

Il tetto per le quote di mercato era stato ridotto dal 35% per le linee non appartenenti a conferenze al 30% per tutte le alleanze dopo che la fissazione di tariffe congiunte è stata proibita in Europa nel 2008.

Pur essendo contraria a qualsiasi forma di collusione sui prezzi fra le linee di navigazione, la Commissione favorisce la cooperazione che consenta ai membri di ridurre i costi, così come ai clienti di trarre vantaggio da maggiori efficienze operative.

“Se i consorzi devono affrontare una concorrenza sufficiente e non sono soliti fissare prezzi o dividersi il mercato, gli utenti dei servizi forniti dai consorzi sono normalmente in grado di trarre vantaggio dai miglioramenti della produttività e dalla qualità dei servizi” ha affermato la Commissione nella propria dichiarazione del 24 giugno.

Essa ha pertanto esentato tali accordi dal divieto di stipulare intese anticoncorrenziali ai sensi dell'articolo 101 del Trattato sul Funzionamento dell'Unione Europea.

Il primo regolamento sull'esenzione per categoria in relazione ai consorzi è stato adottato nel 1995 e prorogato diverse volte.

L'ultima indagine sul mercato, condotta nel 2013, ha mostrato come i principi basilari dell'approccio della Commissione siano ancora validi.

Ciò è stato confermato da una consultazione pubblica.

Per i consorzi e le alleanze che eccedono la soglia di quota di mercato stabilita dal regolamento sulle esenzioni per categoria, le compagnie di navigazione stesse sono responsabili del fatto che i loro accordi siano conformi alla legge.

La Commissione può decidere di intervenire se necessario.

“La Commissione continuerà a monitorare da vicino gli sviluppi del mercato e la condotta delle compagnie di navigazione al fine di far sì che i mercati restino aperti e competitivi” si legge nella dichiarazione.

In particolare, nel contesto dei recenti sviluppi nel settore, la Commissione resterà vigile in ordine a qualsiasi rischio per la concorrenza che possa sorgere dall'implementazione dei consorzi marittimi ed interverrà se necessario”.
(da: lloydsloadinglist.com, 25 Giugno 2014)



csteinweg Salerno Container Terminal


Rechercher des hôtels
Destination
Date d'arrivée
Date de départ


Index Première Page Bulletin C.I.S.Co.
Page précédente

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Gênes - ITALIE
tél.: +39.010.2462122, fax: +39.010.2516768, e-mail