ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

6 giugno 2020 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 06:24 GMT+2



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXXII - Numero 31 LUGLIO 2014

TRASPORTO MARITTIMO

SECONDO LA DREWRY LE ALLEANZE FRA VETTORI SONO NECESSARIE PER RIDURRE I COSTI E MIGLIORARE I SERVIZI

Secondo l'ultima pubblicazione di Container Insight della ditta di consulenze ed analisi Drewry Maritime Research, malgrado la Cina abbia respinto la proposta relativa all'alleanza P3, i consorzi delle linee di navigazione containerizzate continueranno a crescere quanto ad importanza.

L'articolo nota come la costituzione della 2M, il più recente accordo di condivisione di navi fra Maersk Line e MSC, rappresenti solo l'inizio di quello che viene definita la tornata finale di trattative relative alle mega-alleanze.

La Drewry riferisce che la Evergreen e l'alleanza CKYH (Cosco, K Line, Yang Ming e Hanjin Shipping) stanno ancora parlando con la Commissione Marittima Federale degli Stati Uniti in ordine all'estensione del proprio accordo operativo Asia-Europa allo scopo di includervi gli U.S.A., e che la CMA CGM deve ancora annunciare i propri nuovi partner, che secondo illazioni di esperti del settore saranno probabilmente la China Shipping Container Lines e la United Arab Shipping Company.

Le associazioni fra vettori containerizzati movimentano la maggior parte dei traffici containerizzati est-ovest, si legge nell'articolo, mentre accordi di condivisione delle navi meno integrati si occupano di una grossa fetta delle rotte nord-sud.

Nel rapporto si dice che man mano che le navi diventeranno più grandi, lo faranno anche gli accordi di cooperazione allo scopo di realizzare economie di scala.

Secondo la pubblicazione, la recente decisione dell'Unione Europea di estendere di altri cinque anni fino al 2020 il proprio regolamento sui consorzi di vettori marittimi rappresenta una buona notizia per le alleanze.

La norma nella sostanza libera i membri dei consorzi da considerazioni anti-trust quando la quota di mercato combinata è del 30% o meno.

L'articolo nota che la quota di mercato, generalmente misurata in termini di carichi trasportati, può diventare complicata da determinare quando si cerca di rivedere il raggio d'azione della direttrice di traffico ed i diversi modi in cui può essere servita.

La Drewry afferma di monitorare regolarmente le quote di mercato dei consorzi in un ampio assortimento di direttrici di traffico tenuto conto dello spazio stimato assegnato allo scalo intermedio ed ai carichi fuori sede, ma prima di considerare i noleggi e gli scambi di slot con le altre linee di navigazione, da cui risultano utili ma non “rigorosamente precise” linee-guida.

Ad esempio, servendosi delle suddette le linee-guida, la Drewry calcola che utilizzando i dati da maggio 2014, la nuova associazione Maersk-MSC sarebbe operativa con una quota di mercato del 35,4% di capacità navale effettiva sui traffici Asia-Europa.

La Drewry conclude che delle nuove alleanze c'è necessità, dal momento che il settore marittimo nel suo complesso ha disperatamente bisogno di ridurre i costi e migliorare la frequenza del servizio, e per raggiungere tale scopo non c'è nulla di meglio delle fusioni.
(da: cargobusinessnews.com, 22 Luglio 2014)



csteinweg


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza


Indice Prima pagina Notiziario C.I.S.Co.
Pagina precedente

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail