ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

30 maggio 2020 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 08:27 GMT+2



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXXII - Numero 31 LUGLIO 2014

TRASPORTO FERROVIARIO

ERFA PREOCCUPATO PER LA TENDENZA ALLA “RIMONOPOLIZZAZIONE”

L'ERFA (European Rail Freight Association) si chiede se i nuovi operatori ferroviari siano in grado di sopravvivere nel contesto di un ambiente protezionista.

Gli operatori ferroviari nuovi arrivati, rappresentati dall'ERFA, “sono preoccupati per la tendenza alla rimonopolizzazione nel contesto del mercato ferroviario” si legge in una dichiarazione dell'associazione.

Il 4° Pacchetto Ferroviario proposto dalla Commissione Europea intende stabilire regole uguali per tutti, ma l'ERFA afferma che i suoi membri, che rappresentano una settantina di imprese ferroviarie con 15.000 posti di lavoro diretti, si trovano sempre più a dover “fronteggiare una discriminazione dovuta a sleali condizioni di mercato.

Oggi, lo sviluppo di un sistema ferroviario sostenibile viene ostacolato dalle intenzioni degli operatori ferroviari monopolistici di mantenere la propria posizione dominante.

Le barriere e le pratiche discriminatorie che i membri dell'ERFA devono affrontare in tutta Europa annientano il dinamismo, l'innovazione e la creatività così necessari nel settore ferroviario.

Le barriere, inoltre, minacciano il più ampio interesse a che la crescita ed i posti di lavoro vengano incrementati in tutta Europa.

Gli operatori minori di trasporto ferroviario necessitano di adeguate condizioni e, nel contempo, di non essere schiacciati ed ostacolati dagli operatori ferroviari storici.

L'ERFA si rifiuta di credere che il dominio di una manciata di operatori ferroviari assai potenti possa apportare vantaggi ai clienti, ai passeggeri od all'ambiente”.

L'ERFA supporta le proposte della Commissione Europea in ordine alla cosiddetta “muraglia cinese” che garantisce flussi finanziari trasparenti nell'ambito delle strutture di holding, laddove il proprietario delle infrastrutture e quello delle relative imprese ferroviarie coincidano.

Fino a quando esisterà una partecipazione finanziaria condivisa fra il gestore delle infrastrutture e la relativa impresa ferroviaria, il primo continuerà ad avere interesse a concedere un trattamento privilegiato alla seconda a danno degli altri utenti ferroviari e dell'intero sistema ferroviario.

L'ERFA ritiene che l'ente responsabile della gestione dei binari non dovrebbe avere interesse a pregiudicare o bloccare gli altri utenti ferroviari con i quali non ha legami finanziari diretti.

“Questo tipo di trattamento è ingiustificato ma viene tristemente sperimentato dai membri dell'ERFA in tutta Europa, compromettendo in assoluto l'esistenza dei nuovi arrivati, dissuadendo dagli investimenti ed andando contro tutti i seri tentativi di promuovere la crescita ferroviaria”.
(da: worldcargonews.com, 20 Luglio 2014)



csteinweg Salerno Container Terminal


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza


Indice Prima pagina Notiziario C.I.S.Co.
Pagina precedente

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail