ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

24 septembre 2020 Le quotidien en ligne pour les opérateurs et les usagers du transport 23:41 GMT+2



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXXII - Numero 31 AGOSTO 2014

TRASPORTO INTERMODALE

L'AUTORITÀ REGOLATRICE FRANCESE DELLE FERROVIE RESPINGE I PIANI SULL'AUTOSTRADA VIAGGIANTE

L'autorità regolatrice francese Araf ha respinto i piani relativi ad un servizio di autostrada viaggiante da Pas-de-Calais al confine spagnolo poiché essa ritiene che la struttura basata su concessione adottata per il progetto potrebbe danneggiare la concorrenza e rischierebbe di avere un impatto deleterio sui servizi passeggeri.

Alla Viia Atlantic, partecipata al 100% dalla SNCF Geodis, unità logistica delle ferrovie nazionali francesi SNCF, era stata assegnata una concessione di 17 anni finalizzata allo sviluppo ed all'effettuazione delle operazioni relative al servizio, per trasportare i camion da un terminal situato a Dourges, nei pressi di Lilla, a Tarnos nei pressi di Bayonne sulla costa atlantica.

Ai sensi dell'accordo, il governo francese avrebbe dovuto assicurare fondi per l'avvio dell'iniziativa pari a 82 milioni di euro, mentre la RFF (il gestore farncese della rete di infrastrutture ferroviarie) avrebbe dovuto investire 208 milioni di euro al fine di adattere i i binari e le strutture al servizio.

Quale concessionaria, la SNCF Geodis avrebbe dovuto investire 103 milioni di euro nel progetto.

La Viia Atlantic avrebbe dovuto iniziare ad effettuare due viaggi di andata e ritorno sulla tratta nel 2016 ed i servizi sarebbero dovuti progredire sino a quattro treni al giorno nel 2021 con l'intento di trasportare circa 300 camion al giorno.

Tuttavia, il mese scorso la Araf ha adottato all'unanimità un'opinione sfavorevole sulla bozza di accordo, ritenendo che l'introduzione di un servizio sovvenzionato attraverso una concessione di servizio pubblico avrebbe comportato rischi di concorrenza sleale per gli operatori di trasporto merci attivi su altre tratte, compresi gli operatori intermodali.

L'Araf si sta adesso consultando sulla questione con l'autorità francese per la concorrenza.

L'Araf ha inoltre espresso le proprie preoccupazioni in ordine alla capacità della RFF di accogliere treni lunghi 750 metri (potenzialmente sino a 1.050 metri a lungo termine), in particolare in relazione alle sezioni della tratta più trafficate come la Bordeaux-Bayonne, nella quale a suo dire le prestazioni dei servizi passeggeri regionali e a lunga distanza potrebbero essere compromessi.

Alcuni studi hanno dimostrato che la realizzazione di tratte più lunghe potrebbe non essere abbastanza per eliminare il rischio di tali conflitti.

Inoltre, la Araf sostiene che le disposizioni contrattuali, compresa la mancanza di previsione di un momento di interruzione nella concessione di 17 anni nonché di pesanti sanzioni da applicarsi alla RFF nel caso essa dovesse non riuscire a fornire le tracce specificate nel contratto, sono squilibrate ed impediscono l'accesso corretto ed indiscriminato alla rete.
(da: railjournal.com, 6 Agosto 2014)



PSA Genova Pra' Autorità di Sistema Portuale Mar Ligure Orientale


Rechercher des hôtels
Destination
Date d'arrivée
Date de départ


Index Première Page Bulletin C.I.S.Co.
Page précédente

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Gênes - ITALIE
tél.: +39.010.2462122, fax: +39.010.2516768, e-mail