ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

5 juin 2020 Le quotidien en ligne pour les opérateurs et les usagers du transport 11:45 GMT+2



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXXII - Numero 31 AGOSTO 2014

STUDI E RICERCHE

UN AVVERTIMENTO PER GLI ARMATORI: CONTROLLARE LE CONSEGNE DI NUOVE COSTRUZIONI E NON ESSERE SUPERFICIALI SOLO PER RISPARMIARE SUI COSTI

Il North P&I Club, uno dei principali assicuratori del settore marittimo, ha avvertito i propri membri di controllare le nuove navi molto attentamente prima di accettare la consegna.

Il Club afferma di essere venuto a conoscenza di diverse istanze di cattiva costruzione nel mercato delle nuove unità navali che sono “potenzialmente pericolose”.

Infatti, molti nel settore dei container sono preoccupati dal fatto che la inflessibile ricerca di tagli dei costi unitari comporterà ritardi produttivi ed una superficialità nelle fasi di costruzione, così come un programma di manutenzione “come richiesto” e non “come previsto” per le navi in attività.

Ad esempio, il Club riferisce che navi di tutti i tipi vengono consegnate con scale di accesso alla stiva, piattaforme e gabbie costruite e fissate alle paratie solo con saldature a punti, piuttosto che essere completamente saldate.

Tony Baker, responsabile del dipartimento prevenzione danni del North P&I Club, dichiara al riguardo: “Occorre che gli armatori ed i loro sovrintendenti che ricevono in consegna le nuove costruzioni siano più che vigili per assicurarsi che tutte le parti della nave siano esenti da difetti.

I primi mesi in cui una nave entra in servizio sono fra quelli più densi di impegni, nel corso dei quali i difetti nascosti o non comunicati tempestivamente diventeranno subito evidenti, con potenziali conseguenze di gravi incidenti e ritardi”.

Nel settore containerizzato è tutta una questione di costi e la maggior parte dei vettori non hanno soldi da spendere per qualcos'altro che non sia la manutenzione essenziale delle proprie navi al fine di conformarsi ai requisiti fissati dagli organismi di classificazione.

Inoltre, anche i proprietari di navi non operativi - specialmente quelli che hanno assistito alla discesa delle tariffe di noleggio al di sotto dei costi operativi giornalieri - non sono in grado di investire in qualcosa di più rispetto alle necessarie riparazioni e manutenzioni.

Nel contempo, è passato poco più di un anno da quando la MOL Comfort da 8.100 TEU costruita nel 2008 si è inspiegabilmente spezzata in due ed è affondata al largo dello Yemen, perdendo 4.000 contenitori destinati al continente europeo.

Il suo scafo, e quello delle sue 11 navi gemelle, è stato costruito con quello che allora era un acciaio ad alta flessibilità di nuova concezione, allo scopo di alleviare la necessità di realizzare piastre per lo scafo sempre più spesse in linea con il rapido incremento dei requisiti di carico nel corso degli ultimi due decenni.

Si diceva che uno dei suoi principali vantaggi fosse costituito dal suo effetto di riduzione del peso che avrebbe migliorato l'economia della nave e l'efficienza di carico delle merci.

Sebbene una conclusione definitiva debba ancora essere raggiunta su che cosa abbia causato la rottura a metà nave nello scafo della portacontainer di cinque anni, si sospetta che le piastre del fasciame inferiore fossero inadeguate.

Quale immediata precauzione, le navi gemelle della MOL Comfort sono state richiamate e la struttura dei loro scafi è stata migliorata.

Dalle preoccupazioni del North P&I Club sulla qualità delle nuove costruzioni, alla superficialità delle manutenzioni, alle costanti pressioni sui vettori affinché riducano i costi unitari… si tratta tutti quanti di segnali di un settore che è talmente concentrato nella ricerca del Santo Graal dei bassi costi operativi da banalizzare pericolosamente gli investimenti in pratiche attinenti la sicurezza.
(da: theloadstar.co.uk, 7 Agosto 2014)



csteinweg Salerno Container Terminal


Rechercher des hôtels
Destination
Date d'arrivée
Date de départ


Index Première Page Bulletin C.I.S.Co.
Page précédente

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Gênes - ITALIE
tél.: +39.010.2462122, fax: +39.010.2516768, e-mail