ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

30 mai 2020 Le quotidien en ligne pour les opérateurs et les usagers du transport 07:12 GMT+2



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXXII - Numero 15 SETTEMBRE 2014

TRASPORTO MARITTIMO

I COSTI PORTUALI RENDONO POCO ATTUABILE IL TRASPORTO MARITTIMO A CORTO RAGGIO

Christophe Santoni, amministratore delegato della LD Lines, afferma che una delle prime condizioni per rendere il servizio correlato alle “Autostrade del Mare” più competitivo e per agevolare la loro espansione consiste nella riduzione dei “pesanti costi” degli oneri portuali applicati allo short-sea shipping.

La sua affermazione fa seguito alla conferma avvenuta alla fine del mese di agosto del fatto che la compagnia di navigazione ro-ro stava valutando l'ipotesi di chiudere alla fine di settembre il proprio servizio trisettimanale fra Nantes-Saint Nazaire in Francia e Gijón in Spagna a causa della cessazione dei finanziamenti statali e dell'Unione Europea.

“Gli oneri portuali nel complesso - pilotaggio, ormeggio, stivaggio ecc. - rappresentano il 30% circa dei costi totali.

Se i porti sono interessati ad attirare le Autostrade del Mare devono contribuire a rendere il cabotaggio marittimo a corto raggio meno costoso mediante l'applicazione di speciali tariffe”.

Il probabile annullamento del servizio a corto raggio della LD Lines solleva la questione se questo tipo di soluzione di trasporto merci “ecocompatibile” possa essere economicamente attuabile in mancanza di sovvenzioni pubbliche, a fronte del margine concorrenziale di cui usufruisce l'autotrasporto.

I governi francese e spagnolo hanno investito 15 milioni di euro ciascuno nell'Autostrada del Mare Nantes-Saint Nazaire - Gijón dal momento della sua inaugurazione a settembre del 2010 ed il servizio ha altresì ricevuto ulteriori 4 milioni di euro attraverso il programma europeo Marco Polo.

Senza questo cuscinetto finanziario l'Autostrada del Mare avrebbe fatto registrare perdite operative nette per circa 6 milioni di euro.

La chiusura del servizio dalla metà di settembre è una possibilità ma, a detta di Santoni, la cosa non è ancora ufficiale.

“Con i due governi continuiamo a cercare soluzioni ed un piano finanziario che ci consenta di mantenere il servizio senza ricorrere al denaro pubblico o con un suo importo minore” ha dichiarato.

Santoni afferma che l'esperienza degli ultimi quattro anni ha mostrato come l'Autostrada del Mare Nantes-Saint Nazaire - Gijón sia apprezzata dai clienti con fattori di carico elevati: nel complesso, sono stati tolti dalle strade circa 100.000 camion.

I trasportatori, peraltro, sono d'accordo a prendere la nave alla sola condizione che essa non sia più costosa del trasporto stradale, aggiunge Santoni.

“la LD Lines ha investito in modo rilevante per cercare di trovare un sistema che ci consenta di ridurre le perdite operative - in previsione della fine delle sovvenzioni pubbliche - mediante l'ottimizzazione delle frequenze e degli orari delle navi.

All'inizio di quest'anno, abbiamo collegato Poole nel Regno Unito e Rosslare in Irlanda meridionale all'itinerario dell'Autostrada del Mare allo scopo di ampliare la sua fetta di mercato, ma non è bastato” dichiara Santoni.
(da: lloydsloadinglist.com, 1° Settembre 2014)



csteinweg Salerno Container Terminal


Rechercher des hôtels
Destination
Date d'arrivée
Date de départ


Index Première Page Bulletin C.I.S.Co.
Page précédente

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Gênes - ITALIE
tél.: +39.010.2462122, fax: +39.010.2516768, e-mail