ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

6 giugno 2020 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 07:13 GMT+2



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXXII - Numero 30 SETTEMBRE 2014

TRASPORTO FERROVIARIO

LA NORMATIVA SULLE FERROVIE STRANGOLA I NUOVI ARRIVATI

L'ERFA (Associazione Europea Trasporto merci Ferroviario) ha organizzato il 3 settembre scorso un seminario con i membri del Parlamento Europeo, presentando nell'occasione la propria visione ferroviaria in merito alla crescita, all'occupazione ed alla sostenibilità.

L'evento, ospitato da Michael Cramer, il parlamentare europeo presidente della Commissione Trasporti, ha costituito l'opportunità per sottolineare il valore aggiunto che i nuovi arrivati apportano al mercato ferroviario.

I membri dell'ERFA di tutta l'Europa sono intervenuti all'evento per spiegare in che modo essi possano contribuire allo sviluppo del settore ferroviario nel suo complesso, a vantaggio dell'ambiente e della società in senso lato.

Un settore ferroviario più competitivo è in grado di incentivare lo sviamento del trasporto delle merci dalle strade alla più sostenibile rete ferroviaria, migliorare la qualità dei servizi passeggeri ed essere un importante generatore di posti di lavoro in tutta Europa.

Tuttavia l'ERFA sostiene che tutti questi vantaggi non potrebbero verificarsi se l'attuale scenario della struttura normativa rimanesse invariato.

L'Unione Europea ed i suoi stati membri hanno spianato il cammino per i nuovi arrivati, ma hanno lasciato agli operatori storici il potere di bloccare ed ostacolare gli operatori minori nel mercato.

Essenzialmente, ciò significa che una manciata di operatori ferroviari dominanti in tutta Europa usano il loro controllo per limitare e persino buttare fuori dal mercato i nuovi arrivati.

Ci sono molti esempi di tale situazione nel documento prodotto, in particolare in relazione alle questioni infrastrutturali, normative e finanziarie non trasparenti.

Questa morsa in cui si trovano i nuovi arrivati non fa altro che giocare a sfavore della crescita ferroviaria, dell'occupazione e degli obiettivi di sostenibilità.

Presentando una lunga lista di forme di discriminazione che i nuovi arrivati devono affrontare nelle proprie attività giornaliere, l'ERFA ho sostenuto che esse comportano un impatto dannoso sui nuovi venuti nel mercato ferroviario e sulla assai necessaria capacità di attirare investimenti privati nel settore ferroviario.

Se ora con il 4° Pacchetto Ferroviario l'opportunità non venisse colta per mettere tutti alla pari ed istituire condizioni corrette per tutte le imprese del settore, quest'ultimo continuerà ad essere stagnante o persino a peggiorare in tutta l'Europa.

Tenendo presente il 4° Pacchetto Ferroviario, l'ERFA ha ribadito la propria richiesta di concorrenza leale, trasparenza e severa regolamentazione.
(da: erfarail.eu, 3 Settembre 2014)



csteinweg


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza


Indice Prima pagina Notiziario C.I.S.Co.
Pagina precedente

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail