ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

28 de noviembre de 2021 El diario on-line para los operadores y los usuarios del transporte 10:18 GMT+1



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXXII - Numero 15 OTTOBRE 2014

REEFER

SECONDO LA MAERSK OCCORRE "PENSARE DENTRO AL CONTENITORE"

La Maersk è determinata ad adottare un approccio meno antagonistico e più fondato sui dati nella gestione della responsabilità in ordine ai carichi refrigerati.

In una relazione programmatica presentata in occasione della conferenza Cool Logistics Global svoltasi a Rotterdam a fine settembre, Thomas Eskesen, responsabile della gestione reefer alla Maersk Line, ha dichiarato: "È arrivato il momento per noi di lavorare in un altro modo e questo significa pensare dentro al box.

Dobbiamo identificare le motivazioni che stanno alle radici di qualsiasi problema si verifichi, ad esempio un carico danneggiato di prodotti deperibili, e ciò significa analizzare tutti i dati e poi strutturare le soluzioni sui fatti.

Io ritengo davvero che questo approccio possa portare a clienti più contenti e migliorare la filiera distributiva del freddo contribuendo ad evitare che problemi simili possano verificarsi di nuovo".

Nell'ambito dell'attività del trasporto marittimo refrigerato, i fattori che possono comportare il danneggiamento del carico sono diffusi e senza un'appropriata valutazione dei dati può essere difficile identificare dove i problemi si sono verificati e quale/i parte/i ne sono stati responsabili.

"Peraltro, attualmente, quando un cliente si trova di fronte ad un problema relativo ad una spedizione, viene avviato il processo di gestione del sinistro ma poi le transazioni vengono risolte sulla base di "sensazioni viscerali" prima che il caso approdi di fronte ad un tribunale.

Si tratta di una soluzione insoddisfacente e che rende i clienti solo semi-contenti".

Cambiando la mentalità e lavorando a più stretto contatto con i caricatori/destinatari sulla base dei dati disponibili, Eskesen ritiene che possano essere apportati miglioramenti effettivi alla filiera distributiva.

Il dirigente ravvisa inoltre che questa maggiore apertura fra le parti sia di supporto all'innovazione ed alle migliori pratiche.

Tali miglioramenti sono necessari dal momento che il numero degli incidenti con danni per i prodotti deperibili successivi al raccolto resta tenacemente elevato, presentando una media del 30% a livello mondiale.

Conclude Eskesen: "Ritengo che i dati siano la chiave futura per questo settore e che sia importante per noi sfruttarli ed utilizzarli al fine di migliorare le pratiche di trasporto marittimo e le capacità di tutoraggio dei carichi".

Il dirigente, però, ha altresì dichiarato che la Maersk è stata estremamente versatile e proattiva.

"Anche se disponiamo di un'ampia serie di strumenti al fine di migliorare i nostri servizi e ridurre i nostri costi, tutto ciò alla fine si riduce a quanto rapidamente ed efficacemente si risponde agli eventi che non ci si aspetta che accadano.

Si prenda ad esempio le sanzioni russe all'Europa e la loro messa al bando del salmone norvegese: abbiamo posizionato altri reefer in Cile di modo che i compratori russi possano continuare l'attività".
(da: worldcargonews.com, 6 Ottobre 2014)



PSA Genova Pra


Buscar hoteles
Destino
Fecha de llegada
Fecha de salida


Indice Primera página Noticiario C.I.S.Co.
Página anterior

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Génova - ITALIA
tel.: +39.10.2462122, fax: +39.10.2516768, e-mail: admin@informare.it