ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

20 ottobre 2020 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 01:53 GMT+2



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXXII - Numero 30 NOVEMBRE 2014

STUDI E RICERCHE

L'ANALISI DELLE RISORSE FONDAMENTALI DEI TERMINAL CONTAINER MOSTRA UNA NOTEVOLE DIVERSITÀ DELLE PRESTAZIONI

Secondo il rapporto “Container Terminal Capacity and Performance Benchmarks” pubblicato dalla società di consulenze marittime Drewry, le prestazioni operative dei terminal container mondiali mostrano una notevole disparità a seconda della localizzazione, delle dimensioni dei terminal e del tipo di traffico.

Il rapporto analizza le prestazioni reali di un campione di circa 500 terminal di tutto il mondo in relazione ad un periodo triennale (2011-2013) per quanto attiene i tre aspetti-chiave dei terminal container: le banchine, il piazzale e le gru a portale bordo-terra.

“Queste analisi sono deliberatamente distinte dalle tipiche misurazioni correlate al livello di servizio quali le movimentazioni delle gru per ora” afferma Neil Davidson, analista esperto in materia di porti e terminal della Drewry.

“Invece, esse riflettono le prestazioni delle più importanti - e costose - infrastrutture e risorse di equipaggiamento di un moderno terminal container.

Si tratta di un'informazione-chiave di cui gli operatori ed investitori debbono essere consapevoli.

Ad esempio, un produttore di equipaggiamenti vi dirà che una gru a portale è in grado teoricamente di movimentare 250.000 TEU all'anno e questo corrisponde a verità.

La nostra analisi, peraltro, mostra che tale cifra è vera in media, mentre in realtà le gru a portale in tutto il mondo movimentano solo circa la metà di tale quantitativo all'anno”.

Un riassunto delle medie a livello mondiale per il 2013 è riportato nella tabella sottostante.

Rispetto a tutte e tre le misurazioni, i terminal in Asia e nel Medio Oriente hanno in genere conseguito cifre più alte rispetto alle medie mondiali.

La differenza è più marcata nei TEU per ettaro dove le regioni dalle migliori prestazioni hanno fatto registrare una cifra sino al 70% in più rispetto alla media mondiale.

Le regioni che hanno conseguito le cifre più basse rispetto alle medie mondiali comprendevano il Nord America e parti dell'Europa.

Esistono diverse ragioni per queste difformità a livello regionale.

Ad esempio, le prestazioni dei grandi terminal sono marcatamente migliori di quelle dei piccoli.

Le dimensioni medie dei terminal in Asia sono molto maggiori di quelle di posti come l'Africa o il Sud America.

Inoltre, le prestazioni dei terminal di trasbordo sono notevolmente migliori di quelle delle porte d'accesso per diversi motivi fra cui le maggiori dimensioni delle navi e degli scambi di contenitori per scalo, i minori tempi di sosta dei container ed anche perché la maggior parte dei terminal di trasbordo sono molto più grandi di quelli della maggior parte delle porte d'accesso.

La scelta dell'equipaggiamento da piazzale naturalmente incide moltissimo sui TEU per ettaro e molti terminal asiatici hanno una elevata densità di sistemi RTG e RMG.

I terminal con risultati più piccoli hanno una maggiore tendenza ad utilizzare equipaggiamento da impilaggio nei piazzali a bassa densità e quelli con risultati maggiori utilizzano soluzioni di impilaggio nei piazzali più dense.

Il rapporto esamina altresì specificamente le prestazioni dei 25 terminal container completamente o semi-automatizzati operativi oggi in tutto il mondo.

Questi terminal automatizzati costituiscono meno del 5% dei terminal complessivi, per quanto la loro percentuale sia in crescita.

Nel 2013 essi hanno conseguito TEU per metro di banchina e TEU per gru circa il 25% in più rispetto alla media mondiale.

MISURAZIONE DELLE PRESTAZIONI DELLE RISORSE-CHIAVE
NEI TERMINAL CONTAINER MONDIALI (2013)

Misurazione delle prestazioni

Media globale

TEU per metro di banchina annuali

1.072

TEU per ettaro annuali

24.791

TEU per gru a portale annuali

123.489

Fonte: “Container Terminal Capacity and Performance Benchmarks” della Drewry

Tuttavia, ciò in parte è stato dovuto al fatto che i risultati medi dei terminal automatizzati presenti nel campione analizzato sono stati del 70% circa più elevati di quella della media terminalistica mondiale.

È significativo, peraltro, che i TEU per ettaro dell'area terminalistica per le infrastrutture automatizzate sia stata di quasi il 10% inferiore alla media globale.

“L'automazione terminalistica è un argomento di alto profilo anche se il suo impiego, per ora, è relativamente limitato” continua Davidson.

“La nostra analisi suggerisce che il suo effetto sull'intensità dell'uso delle risorse-chiave dei terminal container è variabile e pertanto le decisioni sull'automazione debbono essere valutate con molta attenzione di volta in volta”.
(da: hellenicshippingnews.com, 12 Novembre 2014)



PSA Genova Pra'


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza


Indice Prima pagina Notiziario C.I.S.Co.
Pagina precedente

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail