ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

20 febbraio 2020 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 19:24 GMT+1



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXXII - Numero 15 DICEMBRE 2014

INDUSTRIA

INCREMENTO DELLE ORDINAZIONI PER I CANTIERI NAVALI CINESI NEI PRIMI 10 MESI DELL'ANNO

Secondo i dati pubblicati dalla Cansi (China Association of the National Shipbuilding Industry) i cantieri navali cinesi hanno fatto registrare un buon incremento nelle ordinazioni relative a nuove costruzioni ricevute recentemente nei primi 10 mesi dell'anno.

Sino al 30 ottobre di quest'anno, i cantieri navali cinesi di tutto il paese hanno ricevuto nuove ordinazioni per un tonnellaggio totale di 53,73 milioni di t.p.l., con un aumento del 15,7% rispetto allo stesso periodo del 2013.

I dati forniti dalla Cansi mostrano come le ordinazioni presenti in portafoglio nel suddetto periodo di 10 mesi si siano attestate a 153,55 milioni di t.p.l., con un incremento del 30,3% rispetto al periodo precedente corrispondente.

Il tonnellaggio navale completato dai cantieri, tuttavia, è calato del 18,2% da un anno all'altro per 28,47 milioni di t.p.l.

Le ordinazioni derivanti da armatori esteri hanno continuato a fare la parte del leone delle attività svolte presso i cantieri cinesi.

Nei primi 10 mesi, la Cina ha esportato 24,48 milioni di t.p.l. di tonnellaggio navale, in diminuzione del 16,5% rispetto ad un anno fa.

Le ordinazioni di nuove costruzioni dall'estero sono giunte fino a 50,29 milioni di t.p.l., con un incremento del 16,9% da un anno all'altro, mentre il portafoglio esistente ha fatto registrare 146,33 milioni di t.p.l., in aumento del 41,9%.

I dati forniti dagli 87 principali cantieri navali monitorati dalla Cansi hanno altresì mostrato cifre in aumento per quanto attiene le attività di cantieristica navale, ma essi non sono riusciti a convertirle in profitti più alti a causa dei bassi margini e dei costi elevati.

In termini di valore dei lavori completati, gli 87 cantieri hanno fatto registrare 330 miliardi di yuan (53,84 miliardi di dollari) in totale, con un incremento del 9,8% da un anno all'altro.

Rispetto al valore complessivo, le costruzioni navali hanno contato per 161 miliardi di yuan, le attrezzature da costruzione per 26 miliardi di yuan, le riparazioni navali per 10,6 miliardi di yuan, mentre il residuo è derivato da lavori vari.

In termini di utili, gli 87 cantieri hanno conseguito complessivamente entrate nei 10 mesi per 240 miliardi di yuan, in aumento dell'11,6% rispetto alle cifre di un anno fa.

I loro profitti combinati, tuttavia, sono diminuiti del 9,3% sino a 4,3 miliardi di yuan, a causa principalmente dei margini esigui unitamente alle elevate spese operative.

Fra gli 87 cantieri monitorati, la Cansi ne ha esaminati ulteriormente 54, quelli in cui è stata concentrata la maggior parte dei lavori.

Nei primi 10 mesi, i 54 cantieri di spicco hanno iscritto nuove ordinazioni per un tonnellaggio combinato di 50,23 milioni di t.p.l., con un aumento del 14,9% da un anno all'altro, conseguendo fino al 93,5% della quota di mercato del paese.

Il portafoglio esistente di nuove ordinazioni dei 54 cantieri più importanti è stato indicato in 151,17 milioni di t.p.l., con un incremento del 37,9% ed una quota di mercato complessiva del 98,5%.

I cantieri principali hanno inoltre completato tonnellaggio navale per 26,49 milioni di t.p.l., in ribasso del 7,6% e con una quota di mercato del 93%.

Il settore della cantieristica navale cinese sta al momento sperimentando una recessione laddove sta avendo luogo un consolidamento, assottigliando la capacità cantieristica e tagliando fuori i cantieri minori.

Rispetto ai 3.000 cantieri navali sparsi in tutto il paese all'inizio del 2010, adesso ne esistono solo circa 300 e ci si aspetta un ulteriore ridimensionamento del loro numero.
(da: seatrade-global.com, 2 Dicembre 2014)



PSA Genova Pra'


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza


Indice Prima pagina Notiziario C.I.S.Co.
Pagina precedente

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail