ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

6 giugno 2020 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 16:56 GMT+2



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXXIII - Numero 15 APRILE 2015

TRASPORTO FERROVIARIO

IL COLLEGAMENTO FERROVIARIO LIONE-TORINO

Il mese scorso l'accordo bilaterale italo-francese ha ricevuto "il pollice alzato" dalla principale associazione francese di trasporto combinato.

La GNTC, che rappresenta gli operatori francesi del settore, ha rilasciato una dichiarazione nella quale si accoglie con favore la decisione bilaterale di Italia e Francia di procedere finalmente alla realizzazione di un nuovo tunnel di base di 57 km adibito al collegamento di trasporto merci da Lione a Torino, una delle "priorità" dei progetti infrastrutturali dell'Unione Europea sin dal 1994.

Dopo quasi 15 anni di battute d'arresto in ordine a vari studi ed indagini, il progetto sarà portato avanti da un'agenzia bilaterale denominata TELT (Tunnel Euralpin Lyon Turin/Tunnel Euralpino Lione Torino).

L'agenzia appartiene al 50% direttamente allo stato francese, ed al 50% allo stato italiani attraverso le ferrovie dello stato (FS).

I lavori in un tunnel esplorativo di 9 km sono già iniziati ed i lavori nel tunnel principale di 57 km da Saint-Jean-de-Maurienne a Susa dovrebbero partire nel 2016 o 2017.

Una richiesta di finanziamento del 40% da parte dell'Unione Europea è stata presentata a Bruxelles.

Si stima che il costo dell'opera sia di 3 miliardi di euro da qui al 2020, mentre la data di completamento è prevista per il 2029.

Gli scettici sottolineeranno che "ci siamo già trovati in questa situazione".

Un accordo bilaterale ad alto livello era stato siglato nel 2000, ma nel 2004 la LTF, società allora incaricata dello sviluppo del collegamento, aveva annunciato che si sarebbero stati dei ritardi a causa di un mucchio di problemi tecnici e finanziari.

La GNTC confida, tuttavia, che stavolta l'accordo funzionerà e che Francia ed Italia avranno finalmente un moderno collegamento di trasporto merci ferroviario transalpino est-ovest che possa integrarsi con i nuovi collegamenti transalpini nord-sud, il Lötschberg 2 di 37 km (2007), il Gottardo 2 di 57 km (2016-17) ed il Brennero 2 di 64 km (2025).

L'attuale corridoio di trasporto merci da Lione a Torino tramite la galleria del Fréjus ha una capacità limitata, sebbene esso sia utilizzato dalla VIIA (in precedenza nota come Lorry-Rail) mediante il sistema Modalohr (il primo ad essere avviato).

La GNTC ha inoltre chiesto ai governi francese e spagnolo di realizzare un nuovo tunnel di base sotto i Pirenei.

Un progetto da 5 miliardi di euro relativo ad un tunnel di 42 km sotto il Vignamale è stato ufficialmente incluso nella "pianificazione strategica" franco-spagnola sin dal 2004.
(da: worldcargonews.com, 30 Marzo 2015)



csteinweg


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza


Indice Prima pagina Notiziario C.I.S.Co.
Pagina precedente

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail