ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

19 febbraio 2020 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 10:52 GMT+1



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXXIII - Numero 31 LUGLIO 2015

TRASPORTO MARITTIMO

I TRAFFICI LOCALI IN ESTREMO ORIENTE DANNO NUOVO SLANCIO ALLE NAVI PIÙ PICCOLE DATO L'AUMENTO DELLA DOMANDA DI NUOVI SERVIZI

Scrive Alphaliner che i traffici locali in Estremo Oriente continueranno ad alimentare la domanda di portacontainer quest'anno, dal momento che i vettori stanno sviluppando ulteriori servizi regionali in Asia Orientale.

Entro la fine di giugno, sulla base dei dati di Alphaliner, sono stati lanciati almeno 33 nuovi circuiti settimanali in ambito Estremo Oriente.

Questi 33 servizi assorbono qualcosa come 98 navi, superando tutte le altre direttrici di traffico in termini di numero di navi introdotte.

La maggior parte dei nuovi circuiti si concentra per lo più su traffici infraregionali, laddove pochi servizi sono orientati sui feeder.

La domanda per le navi nel settore dei traffici locali in ambito estremoorientale spazia nella gamma da 500 a 5.000 TEU, spingendo verso l'alto le tariffe di noleggio per queste navi.

Metà della navi prese in carico sono nella fascia da 1.000 a 2.000 TEU, il tradizionale cavallo di battaglia dei traffici di shortsea.

Tali navi consentono l'accesso a diversi porti popolari ma limitati quanto a dimensioni come Bangkok, Haiphong e Yangon.

Ulteriori 27 unità di circa 2.000 TEU sono state inoltre introdotte nelle rotte Asia settentrionale-Asia sudorientale.

Le navi più grandi utilizzate nei nuovi servizi locali in ambito Estremo Oriente quest'anno sono state le unità da 4.500 TEU impiegate dalla OOCL nel servizio NPS (Cina settentrionale/Busan-Sud Est asiatico) del vettore, lanciato inizialmente a gennaio con navi da 2.500 TEU ma in seguito aggiornato negli ultimi due mesi sino alla scala di 4.500 TEU.

I traffici transpacifici, specialmente quelli della rotta completamente marittima Estremo Oriente-Costa Orientale USA, d'altro canto motivano la domanda di navi più grandi.

Sei nuovi allacciamenti Estremo Oriente-Costa Orientale USA lanciati ad aprile di quest'anno aggiungeranno qualcosa come 60 navi su questa sola rotta, comprese 50 unità panamax.

Solo uno dei nuovi allacciamenti completamente marittimi percorre la rotta più lunga di Suez, che consente l'uso di navi overpanamax.

Anche il settore Estremo Oriente-Costa Occidentale USA ha incamerato una dozzina di nuove navi nella gamma da 5.000 a 6.000 TEU.

Ciò è stato dovuto alla ristrutturazione di diversi allacciamenti esistenti così come al rilancio dei circuiti sospesi nel corso della fiacca stagione invernale, coinvolgendovi i servizi della CKYHE/PIL/Wan Hai e della G6.

Ciò ha contribuito a sistemare in parte il tonnellaggio in eccesso che era stato tenuto artificialmente occupato dalla congestione dei porti della costa occidentale statunitense lo scorso inverno.

Anche il settore transatlantico è stato un importante motivatore, avendo rilevato qualcosa come 35 unità aggiuntive da 1.500 a 5.000 TEU da gennaio.

Quest'anno sono stati lanciati sette nuovi allacciamenti transatlantici, quattro dei quali sulla rotta Nord Europa-Costa Orientale USA, due su quella Mediterraneo- Costa Orientale USA ed una su quella Nord Europa-Costa Occidentale USA.

L'intensa domanda sulle rotte transpacifica e transatlantica contrasta con la debolezza nel settore Asia-Europa, nel quale quest'anno non è stato introdotto alcun allacciamento.

Il numero complessivo di partenze settimanali alla volta del Nord Europa è diminuito da 22 a 21 a causa del consolidamento dei servizi della Maersk e della MSC in seguito all'implementazione dei servizi dell'alleanza 2M a gennaio.

Tuttavia, la capacità settimanale sulla rotta Asia-Europa si è nondimeno incrementata del sei per cento dall'inizio dell'anno.

L'incremento deriva dall'introduzione di ULCVs (grandissime portacontainer) di nuova costruzione da 14.000 a 19.000 TEU.

Finora, 24 unità ULCVs di oltre 14.000 TEU sono state consegnate quest'anno, tutte quante assegnate alla rotta Asia-Europa al fine di rimpiazzare le più piccole navi da 8.000-10.000 TEU.

Nelle direttrici di traffico nord-sud, la domanda si è relativamente attenuata.

Nella rotta Estremo Oriente-Medio Oriente/Subcontinente indiano si è assistito al lancio di due nuovi allacciamenti, in cui vengono utilizzate 14 navi da 5.000-8.000 TEU.

La domanda aggiuntiva nei traffici Estremo Oriente-Baia del Bengala e per i raccordi locali Medio Oriente/Subcontinente indiano ha assorbito altre sette unità di 1.000-1.800 TEU.

Nel 2015 non è stato introdotto alcun nuovo allacciamento Estremo OrienteAfrica ed anche il settore sudamericano finora quest'anno è stato relativamente tranquillo.

Tuttavia, il Sudamerica assisterà presto ad una importante riorganizzazione sia nella rotta Estremo Oriente-Costa Orientale del Sudamerica sia in quella Estremo Oriente-Costa Occidentale del Sudamerica a luglio a causa del ripristino della copertura da parte di Hapag-Lloyd e Hamburg Süd i questi due traffici in seguito alla loro recente acquisizione della CSAV e della CCNI.

Ci si aspetta che il maggiore incremento di capacità provenga dal settore Estremo Oriente-Costa Occidentale del Sudamerica, in cui il partenariato di recente costituzione fra Hapag-Lloyd, Hamburg Süd, CMA CGM e CSCL offrirà tra partenze settimanali.

Nel contempo la MSC dovrebbe ritirarsi dai propri circuiti congiunti con i vettori sopra menzionati, istituendo un proprio servizio indipendente.

Anche la Hanjin e la HMM si ritireranno dalle proprie intese relative a questo traffico e si assoceranno con la nuova arrivata Yang Ming per lanciare un nuovo servizio congiunto a luglio.

Questi cambiamenti comporteranno l'introduzione di cinque nuovi allacciamenti Estremo Oriente-Costa Occidentale sudamericana che andranno a sostituire i tre attuali allacciamenti, con un aumento della capacità comprendente navi aggiuntive da 4.500 e 8.000 TEU.
(da: shippinggazette.com, 20 luglio 2015)




PSA Genova Pra' Logistics Solution


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza


Indice Prima pagina Notiziario C.I.S.Co.
Pagina precedente

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail