ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

25 febbraio 2020 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 10:17 GMT+1



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXXIII - Numero 31 LUGLIO 2015

TRASPORTO INTERMODALE

TRASPORTO COMBINATO STRADA-ROTAIA: L'AMERICA DÀ L'ESEMPIO

L'AAR (Association of American Railroads), l'associazione delle ferrovie americane, ha riferito(1) nel 2014 di un record storico per il numero di consegne trasportate mediante intermodale ferroviario, l'equivalente del trasporto combinato strada-rotaia in Europa dall'altro lato dell'Oceano Atlantico.

I 13,5 milioni di consegne spedite rappresentano una cifra di quasi il 60% maggiore di quanto conseguito dal trasporto combinato europeo.

Che insegnamento dovrebbe trarne l'Europa?

Anche se la crisi economica ha causato una flessione nel trasporto intermodale ferroviario negli Stati Uniti, esso poi si è prontamente ripreso ed è tornato alla sua solida dinamica di crescita di prima della crisi.

Di conseguenza, il settore ha raggiunto un nuovo record storico nel 2014 avendo trasportato 13,5 milioni di consegne.

Considerando che le infrastrutture ferroviarie degli Stati Uniti sono più meno le stesse quanto a lunghezza di quelle dell'Unione Europea (mentre la sua popolazione è di un terzo minore, la sua estensione territoriale è due volte maggiore ed il suo PIL è quasi lo stesso) ci si potrebbe logicamente domandare: perché l'Unione Europea non è capace di ottenere le stess prestazioni?

La domanda è specialmente valida poiché ci si sta preparando per la revisione di medio termine del Libro Bianco dei Trasporti della Commissione Europea, che prevede un importante dirottamento modale dall'autotrasporto a lungo raggio verso modalità maggiormente sostenibili di trasporto(2), al fine di contribuire sostanzialmente alla riduzione dell'impronta di carbonio del trasporto nell'Unione Europea.

Le unità di carico intermodali(3) vi si adattano meglio rispetto all'unità di spedizione preferita da gran parte dei settori economici, vale a dire il camion a carico completo.

Ed il trasporto combinato offre il metodo industrializzato più efficiente per il trasbordo fra le varie modalità che compongono una filiera di trasporto intermodale.

Quindi, occorre domandarsi: perché il trasporto combinato europeo non è alla pari oggi con la sua controparte statunitense?

Le riflessioni sull'intermodalità hanno costituito una importante motivazione fra quelle che hanno indotto l'imponente serie di investimenti per 575 miliardi di dollari correlati al trasporto merci ferroviario effettuati dal 1980 al 2014 negli U.S.A.

Questa cifra - pari a più di 40 centesimi per ogni dollaro di ricavo dal trasporto merci ferroviario - comprende i 28 e i 29 miliardi di dollari rispettivamente relativi al 2013 ed al 2014 e tutti questi investimenti sono stati pagati con fondi propri delle ferrovie e non con le risorse dei contribuenti.

Questo accade perché la struttura normativa degli Stati Uniti realizza uno scenario stabile al fine di rendere il trasporto merci ferroviario allettante per l'investimento privato di capitali.

Traffici internazionali estesi ed in crescita, caratteristica questa che è propria anche dell'economia europea, così come parametri tecnici standardizzati (lunghezza dei treni, carico assiale, segnalazioni, eccetera) sono le colonne portanti aggiuntive di questa crescita dinamica.

Si prevede che la quota del trasporto intermodale cresca negli Stati Uniti poiché è chiaro che il trasporto merci ferroviario richiede investimenti di capitale di gran lunga più convenienti di quelli costerebbero per lo sviluppo nelle autostrade nel caso di uso dei camion.

Ed ancora non abbiamo ancora considerato la minore intensità della forza lavoro, dell'energia e delle emissioni di carbonio, così come le superiori prestazioni in termini di incolumità personale e sicurezza offerte del trasporto merci ferroviario, in particolare se confrontate con quelle dell'autotrasporto.

Di conseguenza, la CER (Community of European Railway and Infrastructure Companies), la ERFA (European Rail Freight Association) e la UIRR (International Union for Road-Rail Combined Transport) invitano il legislatore europeo ad imparare la lezione degli americani ed a concentrare i propri sforzi nella realizzazione di una struttura normativa dell'Unione Europea che:
  • renda gli investimenti nel trasporto merci ferroviario allettanti per il capitale privato;
  • assicuri che la concorrenza fra le varie modalità di trasporto si basi sui loro meriti tecnici intrinseci, tenendo presente la loro rispettiva forza in termini di capitale, energia e forza lavoro;
  • contribuisca allo sviluppo di un'Europa più vivibile mediante la progressiva affermazione di un trasporto merci sostenibile su distanza più lunghe fondato sul principio intermodale.
Note:
  1. https://www.aar.org/BackgroundPapers/Rail%20Intermodal.pdf#search=rail%20intermodal;
  1. Ferrovia a trazione elettrica, idrovie interne e short sea shipping (navigazione costiera);
  1. Contenitori, casse mobili e semirimorchi.
(da: uirr.com, 9 luglio 2015)




Logistics Solution Evergreen Line


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza


Indice Prima pagina Notiziario C.I.S.Co.
Pagina precedente

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail