ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

6 juin 2020 Le quotidien en ligne pour les opérateurs et les usagers du transport 16:51 GMT+2



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXXIII - Numero 15 NOVEMBRE 2015

PORTI

I RISULTATI PRODUTTIVI DEI PORTI RUSSI IN AUMENTO DEL 3,2% PER 553,8 MILIONI DI TONNELLATE NEI PRIMI 10 MESI DEL 2015

Secondo il centro stampa dell'Associazione dei Porti Marittimi Commerciali, nel periodo da gennaio ad ottobre 2015 i porti marittimi russi hanno movimentato 553,8 milioni di tonnellate di carichi (+3,2% da un anno all'altro).

Il trasbordo dei carichi di rinfuse secche ha totalizzato 250,3 milioni di tonnellate (+1,5%) comprendenti 101,3 milioni di tonnellate di carbone (+4,2%), 24,9 milioni di tonnellate di cereali (+2,4%) 22,1 milioni di tonnellate di metalli ferrosi (+14,3%), 13,6 milioni di tonnellate di carichi trasportati da traghetti (in amento di 1,6 volte), 13,2 milioni di tonnellate di fertilizzanti minerali (+6,8%), 5,6 milioni di tonnellate di minerali grezzi (+4,6%), 4,4 milioni di tonnellate di legname (+10,6%) e 3,0 milioni di tonnellate di metalli non ferrosi (+14,2%).

Il trasbordo di carichi containerizzati è diminuito sino a 33,3 milioni di tonnellate (-15,2%), gli scarti di metallo sono diminuiti sino a 3,6 milioni di tonnellate (-8,1%) ed i carichi refrigerati sono calati sino a 2,6 milioni di tonnellate (-15,2).

Il trasporto di carichi di rinfuse liquide ha totalizzato 303,5 milioni di tonnellate (+4,7%), comprendenti 167,7 milioni di tonnellate di petrolio greggio (+5,9%), 122,5 milioni di tonnellate di prodotti petroliferi (+3,5%) e 10,5 milioni di tonnellate di gas liquidi (+4,1%).

Il trasbordo dei carichi in esportazione ha totalizzato 443,8 milioni di tonnellate (+5,7%), quello dei carichi in importazione è sceso fino a 27,7 milioni di tonnellate (-24,3%), quello dei carichi in transito è diminuito fino a 39,6 milioni di tonnellate (-0,5%) e quelli dei carichi relativi ai traffici costieri fino a 42,7 milioni di tonnellate (+6,2%).

Gli operatori dei terminal del Bacino Artico hanno movimentato 29,5 milioni di tonnellate (-1,5% da un anno all'altro) comprendenti 20,5 milioni di tonnellate di carichi di rinfuse secche (-5,6%) e 9,0 milioni di tonnellate di carichi di rinfuse liquide (+9,1%).

Il porto di Murmansk ha movimentato 18,1 milioni di tonnellate (-3,8%), Arkhangelsk è diminuito sino a 3,3 milioni di tonnellate (-2,8%) e quello di Varandei sino a 5,5 milioni di tonnellate (+11,4%).

I porti del Bacino Baltico hanno movimentato 191,9 milioni di tonnellate (+1,9%) comprendenti 73,0 milioni di tonnellate di carichi per rinfuse secche (-2,4%) e 118,9 milioni di tonnellate di carichi di rinfuse liquide (+4,8%).

Il porto di Ust-Luga ha movimentato 73,1 milioni di tonnellate (+16,5%), Primorsk 48,8 milioni di tonnellate (+6,1%), il Big Port di San Pietroburgo è sceso fino a 43,2 milioni di tonnellate (-16,2%), Vysotsk sino a 14,7 milioni di tonnellate (-1,3%) e Kaliningrad fino a 10,7 milioni di tonnellate (-7,6%).

I risultati produttivi dei porti del Mar d'Azov - Mar Nero sono saliti sino a 185,2 milioni di tonnellate (+5,1%), comprendenti 73,0 milioni di tonnellate di carichi di rinfuse secche (+10,3%) e 112,2 milioni di tonnellate di carichi di rinfuse liquide (+2,0%).

Il porto di Novorossiysk ha movimentato 105,3 milioni di tonnellate (+3,5%), Tuaspe 21,2 milioni di tonnellate (+15,2%), Taman 9.7 milioni di tonnellate (+13.9%), Rostov 9.3 milioni di tonnellate (+6.4%), Taganrog 2.4 milioni di tonnellate (+3.2%), Temryuk 2.1 milioni di tonnellate (+27.4%), Kavkaz 18.6 milioni di tonnellate (-17.0%) e Yeisk 3.1 milioni di tonnellate (-4.3%).

Gli scali marittimi della Crimea hanno movimentato 7,6 milioni di tonnellate fra cui 6,2 milioni di tonnellate movimentati a Kerch.

I porti del Bacino del Caspio hanno movimentato 5,6 milioni di tonnellate di carichi (-14,9%) comprendenti 2,6 milioni di tonnellate di carichi di rinfuse secche (-9,9%) e 3,0 milioni di tonnellate di carichi relativi alle rinfuse liquide (-18,6%).

Il porto di Makhachkala ha movimentato 3,3 milioni di tonnellate (-22,1%).

I risultati produttivi del porto di Olya sono diminuiti del 14,5% e quelli di Astrakhan dell'1,1% per 2,2 milioni di tonnellate.

Il porti del Bacino dell'Estremo Oriente hanno movimentato 141,6 milioni di tonnellate (+4,4%) comprendenti 81,2 milioni di tonnellate di carichi di rinfuse secche (+0,1%) e 60,4 milioni di tonnellate di carichi di rinfuse liquide (+10,8%).

Port Vostochny ha movimentato 54.1 milioni di tonnellate (+11.5%), Vanino 22.1 milioni di tonnellate (+4.2%), Nakhodka 17.7 milioni di tonnellate (+0.7%), De-Castri 8.6 milioni di tonnellate (+31.8%), Prigorodnoye 13.2 milioni di tonnellate (-0.7%), Vladivostok 10.6 milioni di tonnellate (-18.2%) e Posiet 5.3 milioni di tonnellate (-6.6%).

La ASOP (Associazione dei Porti Marittimi Commerciali) è stata costituita nel 1987 e raggruppa 50 enti ed imprese del trasporto marittimo della Russia.

La ASOP comprende scali marittimi commerciali, spedizionieri ed agenzie marittime, istituti di ricerca scientifica ed istituzioni di formazione nel settore marittimo.

I risultati operativi del settore portuale russo di basano su rapporti statistici e riguardano tutte le imprese di stivaggio operative nell'ambito della Federazione Russa.
(da: hellenicshippingnews.com, 12 novembre 2015)



csteinweg


Rechercher des hôtels
Destination
Date d'arrivée
Date de départ


Index Première Page Bulletin C.I.S.Co.
Page précédente

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Gênes - ITALIE
tél.: +39.010.2462122, fax: +39.010.2516768, e-mail