ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

2 juin 2020 Le quotidien en ligne pour les opérateurs et les usagers du transport 16:58 GMT+2



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXXIII - Numero 30 NOVEMBRE 2015

PORTI

AMBURGO IN RIBASSO DEL 4,8% ALLA FINE DEL TERZO TRIMESTRE 2015

I risultati produttivi di origine marittima del porto di Amburgo sono calati sino a 104,6 milioni di tonnellate, malgrado i carichi alla rinfusa siano aumentati dell'8,7% sino a 34,3 milioni di tonnellate.

Le cifre in questione, nota il porto, riflettono il persistere degli effetti della debolezza del commercio con l'estero cinese ed il drastico calo dei traffici con la Russia nei primi nove mesi dell'anno.

I risultati containerizzati nei primi nove mesi hanno totalizzato 6,7 milioni di TEU, in diminuzione del 9,2% da un anno all'altro.

Il porto sottolinea, tuttavia, che la tendenza verso il basso dei traffici containerizzati con la Russia sembra essere cessata e che la stabilità stia per prendere piede.

Nei primi nove mesi, le movimentazioni per 323.000 TEU di contenitori con il terzo più importante partner di Amburgo in relazione ai traffici containerizzati sono diminuite del 36%.

Unitamente alla debolezza del rublo, il basso prezzo del petrolio e la generalmente persistenza della recessione economica in Russia sono state le principali cause del calo evidente dei risultati produttivi containerizzati.

"La diminuzione dei traffici containerizzati con la Russia nell'ordine di oltre un terzo ci ha colpito in modo particolarmente duro perché gran parte di tutti i container erano unità di trasbordo che venivano caricate su, ovvero scaricate da, navi portacontainer per trasporti marittimi a lungo raggio" afferma Axel Mattern, membro della direzione del marketing del Porto di Amburgo.

"Questa seconda fase della movimentazione per box e per direzione di trasporto dalla nave di raccordo alla portacontainer a lungo raggio si sta ora verificando solo in misura molto minore, fatto che si riflette nelle statistiche complessive dei container movimentati ad Amburgo.

Difficilmente ci si può attendere una ripresa nel prossimo futuro.

Presumiamo che i risultati containerizzati con la Russia si stiano adesso stabilizzando e che forse i primi segnali di una tendenza al rialzo appariranno l'anno prossimo.

Queste assai serie fluttuazioni dei traffici con la Russia ci sono ancora molto familiari quale conseguenza della crisi economica e finanziaria a livello mondiale.

Riusciremo a sopravvivere anche a questo calo".

I buoni contatti dell'ufficio di rappresentanza del nostro porto a San Pietroburgo ed il nostro marketing dedicato in Russia costituiscono una splendida base per l'auspicata svolta verso l'alto del commercio con l'estero, aggiunge Ingo Egloff della direzione marketing del Porto di Amburgo.

Mattern ed Egloff hanno evidenziato come, oltre al calo dei traffici con la Russia, la debole tendenza dei risultati nei traffici containerizzati con la Cina abbia nettamente influenzato i risultati complessivi dei primi nove mesi.

I risultati containerizzati con la Cina pari a 1,9 milioni di TEU in questo periodo hanno rappresentato un calo del 14,9% da un anno all'altro e, in agosto e settembre, il balzo dei volumi in altre occasioni indotto dalle forniture per le festività natalizie non si è quasi per niente verificato.

"Poiché la Cina è il nostro miglior partner commerciale per quanto riguarda i traffici containerizzati e grandi quantità do contenitori vengono trasbordati via Amburgo ai fini del trasporto nella regione del Baltico, questo calo è doloroso per il Porto di Amburgo" afferma Mattern.

"Inoltre, il lungo ritardo nel dragaggio del Basso ed Esterno Elba va ad aggiungersi alla difficoltà di movimentare navi specialmente grandi in modo migliore e più flessibile".
(da: worldcargonews.com, 16 novembre 2015)



csteinweg Salerno Container Terminal


Rechercher des hôtels
Destination
Date d'arrivée
Date de départ


Index Première Page Bulletin C.I.S.Co.
Page précédente

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Gênes - ITALIE
tél.: +39.010.2462122, fax: +39.010.2516768, e-mail