ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

4 aprile 2020 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 06:28 GMT+2



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXXIV - Numero 15 MARZO 2016

TRASPORTO MARITTIMO

LE ASSOCIAZIONI DEI CARICATORI CHIEDONO UN FORUM PER ESAMINARE LE "SUPER-ALLEANZE" DELLE LINEE DI NAVIGAZIONE

Il GSF (Global Shippers' Forum) ha dichiarato all'inizio di marzo che il settore della navigazione di linea deve urgentemente affrontare il problema della "scarsa qualità del servizio offerto ai caricatori" da quando c'è stato il consolidamento delle prime 20 linee di navigazione mondiali in "super-alleanze", sostenendo che l'introduzione di navi più grandi ed il consolidamento delle prime 20 linee di navigazione mondiali in quattro raggruppamenti non sta procurando i vantaggi promessi ai proprietari della merce.

Chiedendo l'istituzione di un Forum della Filiera Distributiva del Settore Marittimo a livello internazionale "per affrontare le problematiche dell'intera gamma di difficoltà in cui può imbattersi il settore", il GSF afferma che ad un anno dalla pubblicazione del rapporto del Forum sul Trasporto Internazionale dell'OCSE riguardo all'impatto delle mega-navi non c'è stata "alcuna seria risposta da parte del settore dello shipping alle questioni identificate: segnatamente, i più ampi costi esterni imposti dalle mega-navi e dalle alleanze agli altri soggetti della filiera distributiva, fra cui i caricatori, i porti e gli operatori terminalistici ed i governi".

Parlando in occasione della conferenza internazionale dell'ICHCA (International Cargo Handling Co-ordination Association) svoltasi a Barcellona, il segretario generale del Global Shippers' Forum Chris Welsh ha dichiarato: " I caricatori in genere da sempre supportano la cooperazione attraverso i consorzi e gli accordi di condivisione delle navi quali mezzi appropriati per razionalizzare i costi, una volta garantito che essi stessi ricevano una parte dei vantaggi in termini di qualità migliorata ed una più ampia gamma di servizi a disposizione della clientela".

Peraltro, a diversi anni di distanza dall'introduzione di navi più grandi e dal consolidamento delle prime 20 linee di navigazione del mondo in quattro "super-alleanze", a detta del GSF i caricatori continuano a sperimentare servizi di scarsa qualità e disservizi nelle loro filiere distributive derivanti dalla concentrazione di navi, dalle partenze a vuoto e dai ritardi.

Continua Welsh: "Spetta al settore dello shipping l'onere di dimostrare che le navi più grandi ed il modello di attività basato sulle alleanze costituiscono la migliore risposta alle sfide economico-finanziarie che i vettori si trovano ad affrontare e che inoltre aggiunge valore ai clienti.

Noi riteniamo che la cooperazione fra i principali portatori di interessi internazionali nell'ambito di un nuovo forum del settore marittimo consentirebbe alla più ampia filiera distributiva marittima di sviluppare soluzioni ai problemi presentati dalle navi più grandi e dalle alleanze in modo costruttivo e consensuale.

Sappiamo per esperienza che le navi più grandi e le alleanze vanno bene per la concorrenza a causa dei vantaggi che si dice esse apportino.

Se la realtà però è quella per cui esse aggiungono costi a causa delle esternalità negative che impongono agli altri, e se esse restringono la scelta mediante la riduzione della concorrenza nei servizi, allora potrebbero essere necessari altri approcci normativi o politici in ordine alla concorrenza allo scopo di occuparsi delle questioni relative alla concorrenza sollevate dalle mega-navi e dalle alleanze".

Il GSF da tempo chiede ai legislatori di tutto il mondo di tenere sotto stretto controllo le super-alleanze costituite dalle principali linee di navigazione containerizzate a livello globale, disponendo una rigorosa serie di indicatori chiave di prestazione di monitoraggio al fine di determinare se le alleanze stiano assicurando il servizio ed il miglioramento dei costi promessi.

L'anno scorso il GSF aveva detto: "Occorre che le alleanze fra linee di navigazione si assumano la responsabilità di monitorare, misurare e confrontare le proprie prestazioni nelle principali rotte di traffico allo scopo di dimostrare il miglioramento delle prestazioni nell'alleanza, nonché di rendere quelle informazioni trasparenti nei confronti dei legislatori e dei propri clienti quale prova del loro impegno a dimostrare i vantaggi pro-concorrenza dei servizi migliorati dalle alleanze.

"Tali misure finalizzate ad accrescere la fiducia sono necessarie alla luce della concentrazione del potere di mercato delle quattro maggiori alleanze attive nelle principali direttrici di traffico e nei mercati di nicchia minori e delle linee regionali che sono direttamente od indirettamente soggette all'impatto comportato dalle alleanze".

Il Global Shippers' Forum è stato costituito nel 2006 quale successore del Tripartite Shippers' Group per rappresentare gli interessi di varie associazioni di caricatori nazionali e regionali in Asia, Europa, Nord/Sud America, ed Africa.

Il GSF si occupa dell'impatto degli impieghi commerciali nel settore del trasporto merci internazionale e delle decisioni politiche dei governi e degli organismi internazionali che riguardano i caricatori ed i destinatari della merce trasportata.
(da: lloydsloadinglist.com, 2 marzo 2016)



PSA Genova Pra' csteinweg


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza


Indice Prima pagina Notiziario C.I.S.Co.
Pagina precedente

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail