ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

4 aprile 2020 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 07:19 GMT+2



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXXV - Numero 31 MAGGIO 2017

TRASPORTO FERROVIARIO

L'OPERATORE FERROVIARIO TEDESCO DB INCREMENTA L'USO DELLA STAMPA A 3 DIMENSIONI

L'operatore ferroviario tedesco DB (Deutsche Bahn) sta intensificando il proprio uso della stampa a 3 dimensioni nella produzioni di parti di treno.

Fino adesso, la società tedesca ha prodotto approssimativamente 1.000 pezzi di ricambio utilizzando le stampanti tridimensionali, compresa qualsiasi cosa dai poggiatesta alle griglie di ventilazione.

Entro la fine dell'anno, ci si aspetta che tale numero raddoppi.

Ora la DB ha annunciato un ambizioso programma finalizzato ad espandere ancor di più le proprie risorse di stampa a 3 dimensioni.

Secondo i rappresentanti della società, 15.000 componenti stampate a 3 dimensioni saranno prodotte entro la fine del 2018.

È un'impresa notevole per esserne sicuri, ma si tratta di un'iniziativa dalla quale la DB confida di essere ripagata.

"Per la manutenzione dei nostri veicoli abbiamo bisogno di pezzi di ricambio immediatamente disponibili.

Ci si aspetta che i nostri treni viaggino" afferma il direttore generale della manutenzione veicoli della DB Uwe Fresenborg.

"La stampa a tre dimensioni ci aiuta a farlo.

La stampa è più veloce, più flessibile e più conveniente dei processi produttivi convenzionali ed i veicoli sono nuovamente disponibili in un tempo molto breve e vengono utilizzati per i nostri clienti".

La stampa a 3D può anche contribuite a risolvere la questione sempre più seria dell'obsolescenza, nota Stefanie Brickwede, che è a capo del progetto.

"La maggior parte dei pezzi che stampiamo sono molto vecchi e spesso non riusciamo a trovare un file 3D del modello: spesso siamo fortunati ad ottenere una bozza a due dimensioni".

Ma dal 2015, quando è stata avviata l'iniziativa della stampa a 3 dimensioni da parte della DB, sono diventate disponibili un sacco di altre opzioni.

"Ora prendiamo tutte le specifiche che possiamo degli attuali componenti per realizzare un file CAD, dal quale possiamo produrre il componente utilizzando la stampa a 3 dimensioni" dichiara la Brickwede.

Il primo componente ad essere stampato a 3 dimensioni è stato un appendiabito, proprio nei primi giorni del progetto.

Da allora, un'intera gamma di prodotti sono stati stampati con successo in 3D ed immessi in uso, fra cui le scatole di giunzione fra treni, le chiusure delle tavolette, i propulsori delle ventole dei radiatori, le calotte antipolvere ed i bracci oscillanti.

Persino aree inattese come la sostituzione dei componenti usurati degli aspirapolvere hanno tratto vantaggio dal passaggio della società ad una tecnologia di produzione additiva.

Al di là della manutenzione, la DB sta valutando anche altre potenziali applicazioni della stampa a 3 dimensioni.

Gli attuali esempi comprendono un progetto per migliorare l'orientamento dei passeggeri con mobilità e/o vista ridotta.

I caratteri braille stampati a 3 dimensioni sono al momento in fase di prova presso la Stazione Centrale di Berlino.

Anche se la DB all'inizio stampava i propri componenti esclusivamente in plastica, la società sta ora facendo uso della stampa in polvere per la produzione di parti metalliche.

La DB conferma che tutti i componenti sono soggetti a rigorosa valutazione prima di ottenere il sigillo di approvazione ufficiale.

La notizia è specialmente significativa perché rappresenta il segnale generale che i treni, i sistemi ferroviari e le altre tecnologie di locomozione in tutto il mondo starebbero entusiasmandosi in ordine all'idea di stampare a 3D come soluzione fattibile per la produzione.

L'iniziativa della DB potrebbe essere il primo passo verso la rivoluzione in un settore che esiste da centinaia di anni ed è rimasto per lo più immutato negli ultimi diversi decenni.

Per ora, la DB ha sette dipendenti a tempi pieno che lavorano al programma, la cui estrazione spazia dal trasporto passeggeri a lungo raggio al trasporto merci, alle infrastrutture ed alla logistica.

Altri 40 dipendenti sono altresì impegnati nel progetto con altre competenze.

La Brickewede afferma che le imminenti espansioni potrebbero segnare una svolta.

"Ogni prodotto e tecnologia hanno esigenze diverse" dichiara.

"La stampa 3D è un modo nuovo per far fronte a tali esigenze".
(da: globalrailnews.com/3ders.org, 15 maggio 2017)



PSA Genova Pra' csteinweg


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza


Indice Prima pagina Notiziario C.I.S.Co.
Pagina precedente

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail