ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

18 novembre 2017 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 05.48 GMT+1



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXXV - Numero 31 OTTOBRE 2017

TRASPORTO FERROVIARIO

L'ACCESSO AI BINARI OLANDESE OTTIMIZZATO CON QUELLI DEI PAESI VICINI

I Paesi Bassi ottimizzeranno gli oneri di accesso ai binari con quelli dei paesi vicini, come ha annunciato il nuovo governo nel contesto dell'accordo di coalizione presentato il 10 ottobre.

La Germania ha in programma il dimezzamento dei propri oneri di accesso ai binari prima possibile l'anno prossimo.

Il settore olandese del trasporto merci ferroviario aveva fatto pressioni sul governo del proprio paese affinché rispondesse con provvedimenti simili negli ultimi mesi.

"Le ferrovie ed il trasporto fluviale possono contribuire in modo significativo alla riduzione del traffico merci sulle strade e delle emissioni che influenzano negativamente l'ambiente.

Noi incentiviamo il trasporto merci ferroviario mediante l'ottimizzazione degli oneri di accesso ai binari con quelli dei paesi vicini" si legge nel piano del governo da poco in carica.

In linea con questo impegno, esso ha inoltre annunciato l'introduzione di un provvedimento inerente al trasporto stradale con veicoli pesanti.

La tassa chilometrica è stata denominata "Maut" ed erediterà il sistema di registrazione e pagamento dei paesi vicini, nei quali tale politica fiscale è già in vigore.

Cambiamento radicale

I piani del precedente governo indicavano che gli oneri di accesso ai binari sarebbero stati ancora una volta incrementati nel 2019, o al più tardi nel 2020, allo scopo di coprire i costi di gestione e manutenzione della ferrovia.

Gli oneri di accesso ai binari erano anche stati aumentati notevolmente nel 2015-2016 e attualmente ammontano a 2,79-2,97 euro/km per una navetta intermodale.

In confronto, la Germania attualmente addebita 2,71 euro/km.

Sebbene gli oneri di accesso ai binari della Germania fossero più alti delle tariffe olandesi fino al 2012, l'uso delle ferrovie olandesi è ora più costo in modo significativo.

I soggetti attivi nel settore hanno ripetutamente criticato l'onerosità delle tariffe, dichiarando che esse hanno messo a repentaglio la posizione concorrenziale della rete ferroviaria olandese.

Il governo olandese, ha dichiarato all'inizio di quest'anno il Porto di Rotterdam, dovrebbe fornire un supporto come avviene per le sue controparti portuali europee per conservare una posizione competitiva.

Una petizione che richiede che il governo dimezzi gli oneri di accesso ai binari invece di portare avanti il programmato aumento è stata inoltrata alla fine di settembre ottobre dall'associazione di lobby RailGood.

Il disagio dei treni merci

Il nuovo governo supporta altresì i provvedimenti finalizzati a ridurre il disagio provocato dal traffico di merci che transita attraverso zone densamente popolate.

Esso incentiva l'uso di treni merci meno rumorosi e desidera incoraggiare l'uso della Betuweroute che è dedicata al traffici dei treni merci.

Con questo passaggio, l'accordo di coalizione replica alle preoccupazioni dei comuni situati in prossimità di linee ferroviarie utilizzate frequentemente dai treni merci.

Una di tali preoccupazioni riguarda il rischio comportato dai treni che trasportano prodotti chimici pericolosi, specialmente sulla Amersfoort-Apeldoorn (tratta Betuwe) e sulla Eindhoven-Venlo (tratta Brabant), apprezzati corridoi merci da e per la Germania.

L'ex segretaria di stato Sharon Dijksma ha constatato che i limiti massimi di rischio in vigore vengono superati troppo spesso e ha suggerito che essi vengano rispettati sulla tratta Betuwe.

La stessa politica ha inoltre condotto un'indagine in ordine alla possibilità di istituire limiti massimi di velocità più bassi per i treni merci che passano attraverso i comuni di Zevenbergen, Oudenbosch e Roosendaal di notte.

Questi comuni sono situati sulla tratta del Brabante Occidentale (Dordrecht-Rosendaal), un importante corridoio per il traffico merci fra i Paesi Bassi ed il Belgio e, di conseguenza, devono affrontare il disagio del rumore prodotto dai treni notturni.
(da: railfreight.com, 10 ottobre 2017)



CONTRANS ABB Marine Solutions Est Europea Servizi Terminalistici
Consorzio ZAI Autorità Portuale di Trieste


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza


Indice Prima pagina Notiziario C.I.S.Co.
Pagina precedente

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail