ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

19 décembre 2018 Le quotidien en ligne pour les opérateurs et les usagers du transport 17:50 GMT+1



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXXV - Numero 31 DICEMBRE 2017

PROGRESSO E TECNOLOGIA

TRAFFICI E TECNOLOGIE INTELLIGENTI: PREPARARE L'AGEVOLAZIONE DEI TRAFFICI DEL FUTURO

La mentalità

Quando i negoziati in ordine all'agevolazione dei traffici presero il via presso la WTO nel 2004, i negoziatori di molti paesi in via di sviluppo erano riluttanti ad impegnare i propri paesi a "pubblicare informazioni su internet".

Ai paesi in via di sviluppo mancava la capacità, dissero, e tale pubblicazione implicava la necessità di investire in costose soluzioni informatiche.

Un decennio dopo, quando i negoziati si sono conclusi, questo non rappresentava più un problema.

Infatti, oggi si può sostenere che rendere "disponibili le informazioni attraverso internet" come previsto ai sensi dell'Accordo sull'Agevolazione dei Traffici della WTO entrato in vigore nel 2017 è di particolare interesse per gli operatori minori dei paesi più poveri poiché questo può essere il solo modo per loro per ottenere l'accesso ad informazioni rilevanti per le proprie attività di importazione ed esportazione.

Le navi

È più probabile che le maggiori imprese dei paesi più ricchi abbiano l'opzione di ottenere le informazioni rilevanti attraverso i propri uffici o le rappresentanze diplomatiche dei propri paesi nei mercati esteri.

Attualmente, il manuale FAL (Convenzione per l'Agevolazione dei Traffici Marittimi Internazionali) dell'IMO (International Maritime Organization) è in fase di revisione.

I riferimenti alla presentazione elettronica dei dati stanno per essere cancellati: non perché i dati non debbano essere trasmessi elettronicamente, ma piuttosto perché le trasmissioni alternative non vengono nemmeno più prese in considerazione.

Occorre che i regolamenti correlati ai traffici e gli accordi internazionali tengano il passo degli sviluppi tecnologici.

I negoziati, la ratifica e l'attuazione delle convenzioni pertinenti richiedono tempo ed alla luce degli odierni frenetici cambiamenti l'intento dovrebbe essere quello di impegnarsi all'uso di qualunque soluzione tecnologica che sia ritenuta fattibile, adeguata ed adatta allo scopo.

Soluzioni per il fabbisogno odierno

L'applicazione dei seguenti articoli dell'Accordo di Agevolazione dei Traffici della WTO è probabilmente quella che più verosimilmente sarà ulteriormente abilitata dai miglioramenti e dai progressi tecnologici:
  • Articolo 1 - "Pubblicazione e disponibilità delle informazioni": l'accesso alle informazioni dev'essere completo ed immediato, tramite sia internet che ogni altra futura tecnologia che consenta la condivisione e l'acquisizione delle informazioni.
  • Articolo 2 - "Opportunità di commentare, informazioni prima dell'entrata in vigore e consultazioni": l'accesso alle informazioni ed alle tecnologie che consentano ai soggetti interessati pertinenti di comunicare e fornire opinioni e commenti in ordine ai disegni di legge può supportare l'effettiva attuazione di tale disposizione.

    Nella stessa ottica, gli articoli 5, 7 e 8 dell'Accordo di Agevolazione dei Traffici comprendono la necessità di comunicazioni ed informazioni che possono trarre vantaggio dalle relative tecnologie.
  • Gran parte delle disposizioni relative alle licenze, alle dichiarazioni ed alle autorizzazioni possono essere meglio attuate facendo un maggiore uso delle tecnologie inerenti alle informazioni ed alle comunicazioni che forniscono soluzioni per la trasmissione dei dati, l'automazione, i pagamenti, la classificazione ed il trasferimento dei diritti di accesso.

    Questi ultimi includono tutte le suddette disposizioni ai sensi dell'articolo 7 in ordine al "Rilascio e sdoganamento delle merci" e dell'articolo 10 in ordine alle "Formalità correlate all'importazione, all'esportazione ed al transito".
  • Infine, gli articoli 7 e 10 contengono disposizioni la cui attuazione può essere supportata facendo uso dell'analisi dei dati, così come anche dell'intelligenza artificiale.

    Le specifiche misure in cui l'intelligenza artificiale potrebbe essere applicata sono quelle inerenti alla gestione del rischio, alla separazione del rilascio dallo sdoganamento, alla revisione, agli operatori autorizzati ed all'analisi dei tempi di rilascio al di là della semplice "media" che dev'essere pubblicata.
Soluzioni per il fabbisogno di domani

Fra un centinaio di anni - e probabilmente già molto prima - il concetto di "copia" ed "originale" ai sensi dell'articolo 10.2 diventerà obsoleto dal momento che i processi si concentrano sui dati più che sulla documentazione.

Lo stesso si applicherà alla "tecnologia informatica per supportare lo sportello unico" ai sensi dell'articolo 10.4, dal momento che l'attenzione si sposta sui dati e sulle informazioni in un registro distribuito.

Sul lungo termine, si ritiene che l'articolo 10.1 dell'Accordo di Agevolazione dei Traffici della WTO assumerà una maggiore importanza poiché non prescrive alcuna specifica discussione tecnologica ma piuttosto contempla una dimensione dinamica dell'Accordo di Agevolazione dei Traffici.

Gradualmente, varie disposizioni saranno divenute antiquate od obsolete e si vorrà solo minimizzare "l'incidenza e la complessità delle formalità di importazione, esportazione e transito", "rivedere" continuamente i requisiti, perseverare "nella riduzione dei tempi e dei costi della conformità per i commercianti e gli operatori" e scegliere sempre "i provvedimenti meno restrittivi per i traffici".

Per questi compiti, le soluzioni di intelligenza artificiale e catena di blocchi saranno assai pertinenti.

Nell'ambiente attuale, si ravvisano tre aree di attività che potrebbero essere di ausilio ai traffici odierni ed ai loro trasporti.
  • E-commerce: al di là dell'Accordo di Agevolazione dei Traffici, già in occasione della Conferenza Ministeriale della WTO MC11 l'agenda dei negoziati multilaterali potrebbe passare al commercio elettronico.

    Lo eTrade per tutte le iniziative rappresenta un importante passo avanti pratico per supportare i paesi in via di sviluppo ad impegnarvisi ed a trarre vantaggio dall'e-commerce.

    I suoi moduli includono tematiche come la logistica commerciale e le infrastrutture ed i servizi di tecnologia delle comunicazioni e dell'informatica.
  • Reti: l'attenzione dei traffici e della logistica commerciale sarà sempre più concentrata sull'analisi delle reti.

    Ciò che importa è la connettività di un paese o di un operatore, vale a dire la posizione ed il ruolo nell'ambito di una rete.

    L'internet delle cose e l'intelligenza artificiale possono contribuire a ridurre i tempi di attesa e di sosta dei camion e delle navi in arrivo e partenza alle/dalle frontiere e nei porti "just-in-time".

    Un'importante iniziativa in tale contesto è la GICA (Global Infrastructure Connectivity Alliance).
  • Energia: esistono preoccupazioni in ordine al fatto che i registri distribuiti utilizzati per le catene di blocchi richiedano molta elettricità in più rispetto alle tradizionali soluzioni informatiche di base.

    Allo stesso tempo, sono in corso di sviluppo processi alternativi di catene di blocchi che richiedono meno potenza di calcolo ed elettricità.

    Inoltre, soluzioni di catene di blocchi possono altresì applicarsi al settore energetico medesimo, in cui la tecnologia può contribuire a risparmiare energia incrementando l'efficienza delle centrali elettriche e consentendo la condivisione locale dell'energia.
Fantascienza?

Le decisioni inerenti alle summenzionate tecnologie saranno prese in considerazione e possibilmente persino adottate dall'intelligenza artificiale.

I sistemi di intelligenza artificiale apprenderanno le nuove problematiche e tecnologie e vi si adatteranno più rapidamente rispetto agli esseri umani dal momento che la conoscenza di recente acquisizione può essere immediatamente trasferita alle unità dello stesso tipo dotate di intelligenza artificiale, in questo caso senza bisogno di scuole, seminari ed insegnamento.

Diventerà sempre più importante che anche ai sistemi di intelligenza artificiale siano insegnati una serie di valori sui quali basare il loro apprendimento e le loro decisioni.

A titolo di esempio, già oggi, le auto senza autista hanno bisogno di apprendimento per basare le decisioni su criteri predefiniti: che finora sono ancora stabiliti dai loro creatori umani.

Ritorno alle origini

Restano molte problematiche.

L'uso di internet non è ancora universale, specialmente in molti dei Paesi Meno Sviluppati e nelle zone remote e rurali.

Nei Paesi Meno Sviluppati solo 1 su persona su 6 usa internet e le piccole imprese usano internet molto meno delle imprese più grandi.

Gli stati membri dell'UNCTAD (Conferenza delle Nazioni Unite sul Commercio e lo Sviluppo) danno un'alta priorità alla connettività della tecnologia delle comunicazioni e dell'informatica quale infrastruttura decisiva, così come alla realizzazione di capacità per le economie minori e più deboli.

L'UNCTAD lavora con i paesi in via di sviluppo ed altre organizzazioni internazionali a soluzioni che contribuiscano ad agevolare i traffici ed i loro trasporti, incoraggiare il commercio elettronico e fornire supporto alle amministrazioni doganali, alle autorità portuali, ai comitati nazionali per l'agevolazione dei traffici ed ai corridoi di trasporto.

Essa fornisce assistenza tecnica e sviluppo della capacità per coloro che altrimenti potrebbero esserne tagliati fuori.

Poiché l'economia mondiale e la società stanno sempre più passando ad una maggiore integrazione per mezzo di reti intelligenti di traffici ed informazioni, occorre: a) cogliere le opportunità delle nuove tecnologie al fine di migliorare l'efficienza dei traffici; b) allo stesso tempo, far sì che nessuno venga lasciato indietro.

Per ulteriori informazioni, contattare Jan Hoffmann dell'UNCTAD (Jan.Hoffmann@UNCTAD.org), autore del presente articolo.
(da: theloadstar.co.uk/unctad.org, 13 dicembre 2017)



ABB Marine Solutions


Rechercher des hôtels
Destination
Date d'arrivée
Date de départ


Index Première Page Bulletin C.I.S.Co.
Page précédente

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Gênes - ITALIE
tél.: +39.010.2462122, fax: +39.010.2516768, e-mail