ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

24 febbraio 2018 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 20.30 GMT+1



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXXVI - Numero 31 GENNAIO 2018

TRASPORTO FLUVIALE

SOCIETÀ OLANDESE INTRODUCE IN EUROPA UNA CHIATTA ELETTRICA AUTONOMA

Le auto ed i camion leggeri sono accattivanti, ma quando si tratta di ridurre le emissioni di carbonio ed azoto derivanti dal settore dei trasporti le cose davvero importanti si riscontrano nel segmento dei veicoli adibiti al trasporto di merci.

Autoarticolati, furgoni per consegne espresse e navi per lungo tempo si sono affidate ai motori diesel.

Essi sono efficienti ed affidabili ma hanno la cattiva abitudine di spargere milioni di tonnellate di roba sporca nell'atmosfera ogni anno.

La società olandese Port Liner ha avuto un'idea migliore.

A partire dal prossimo mese di agosto essa introdurrà una chiatta elettrica autonoma per il mercato europeo.

L'amministratore delegato della Port Liner Ton van Meegen ha dichiarato a The Loadstar, rivista specializzata nel settore dei trasporti, che 5 chiatte elettriche autonome inizieranno ad operare fra il terminal intermodale DE Kempen nei Paesi Bassi meridionali ed Anversa a partire da agosto.

Le chiatte sono state progettate per poter passare al di sotto dei molti ponti he si trovano nei Paesi Bassi e nel Belgio.

Ci si aspetta che le chiatte tolgano 23.000 camion - la maggior parte dei quali alimentati a diesel - dalle strade locali.

Ci si aspetta che le chiatte più grandi che sono in grado di trasportare sino a 280 contenitori entrino in servizio fra Amsterdam, Anversa e Rotterdam alla fine di quest'anno.

La tecnologia relativa alle navi autonome è stata resa possibile mediante un investimento di 7 milioni di euro da parte dell'Unione Europea nell'ambito di un programma finalizzato a migliorare l'efficienza portuale.

Anche il porto di Anversa ha investito 200.000 euro nel progetto.

Oltre alla capacità di operare autonomamente, ciò che è interessante riguardo ai nuovi battelli è che le batterie sono montate in un proprio contenitore, il che significa che esse possono essere utilizzate dalle navi esistenti.

"Questo ci consente di adattarle alle chiatte già operative, cosa che rappresenta un grande impulso alle credenziali di energia verde del settore" afferma van Meegen.

"I contenitori vengono ricaricati a terra dal fornitore di energia ad emissioni zero di carbonio Eneco, il quale fornisce energia solare, eolica e rinnovabile".

Van Meegen prosegue dichiarando che "esistono circa 7.300 battelli fluviali in tutta Europa ed oltre 5.000 di loro appartengono ad imprenditori situati in Belgio e nei Paesi Bassi".

Possiamo costruirne più di 500 all'anno, ma a quel ritmo ci vorrebbero circa 50 anni per ottenere che il settore effettui operazioni mediante energia verde".

Lungi da noi contrastare l'erudito van Meegen, ma la nostra calcolatrice dice che ci vorrebbero 15 anni per sostituire 7.300 battelli ad un ritmo di 500 all'anno.

Nondimeno, la transizione dalle navi alimentate a diesel a quelle che viaggiano alimentate elettricamente dev'essere una buona notizia per tutti coloro che sono coinvolti nel settore, fra cui la comunità mondiale allargata.

Anche la Norvegia, che dispone di un'estesa rete di navi mercantili e traghetti passeggeri, sta portando avanti piani relativi a navi elettriche autonome.

La Cina ha recentemente varato una nave mercantile elettrica.

Ironicamente, essa sarà utilizzata per trasportare carbone, ma almeno lo consegnerà senza aggiungere emissioni di un motore diesel.

Può darsi che le navi elettriche non siano ancora in grado di percorrere il globo ed attraversare gli oceani, ma Roma non è stata costruita in un giorno.

La conversione delle navi costiere e fluviali all'energia elettrica è un segnale del futuro.
(da: cleantechnica.com, 13 gennaio 2018)



ABB Marine Solutions Est Europea Servizi Terminalistici


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza


Indice Prima pagina Notiziario C.I.S.Co.
Pagina precedente

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail