ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

21 maggio 2018 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 17.06 GMT+2



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXXVI - Numero 31 GENNAIO 2018

TRASPORTI ED AMBIENTE

LA DB CARGO INCREMENTA LA PROTEZIONE DAL RUMORE PER I RESIDENTI

L'operatore nazionale tedesco Deutsche Bahn e la sua partecipata specialista in trasporto merci DB Cargo quest'anno inizieranno a collaudare tecnologie per la protezione dal rumore.

Si tratta dell'ultimo passo avanti sul cammino finalizzato a ridurre l'inquinamento acustico per coloro che vivono e lavorano nei pressi delle linee ferroviarie.

* * *

"I servizi di trasporto sono fondamentali in una economia collaborativa e strutturata su una rete a livello globale e rappresentano pertanto un prerequisito per la nostra prosperità.

Il traffico merci ferroviario costituisce al riguardo l'opzione trasportistica più ecocompatibile ma occorre che sia più silenzioso per conservare il consenso sociale.

La DB e la DB Cargo si sono prese l'impegno di affrontare questa problematica.

Quale eco-pioniera, la Deutsche Bahn si è posta l'obiettivo di dimezzare il rumore del traffico ferroviario entro il 2020 rispetto ai valori riscontrati nel 2000.

Tale risultato si può conseguire solamente applicando misure diverse alle strade ed ai veicoli.

Le ferrovie hanno già ottenuto ottimi risultati per quanto riguarda le infrastrutture e sono in programma ulteriori misure esaustive.

Approssimativamente 1.580 rispetto ad un totale di 3.700 km di binari che hanno bisogno di bonifica contro il rumore sono già stati assoggettati a lavori nel contesto del programma di riduzione volontaria del rumore del governo federale.

A questo fine sono state erette (alla fine del 2016) circa 650 km di barriere antirumore ed approssimativamente 56.750 residenze sono state dotate di protezioni dal rumore passive.

Entro il 2020 saranno state stese attrezzature per la riduzione del rumore per un totale di circa 2.000 km.

Stiamo seguendo attivamente questo programma di bonifica rispetto al rumore.

Innovative tecnologie per la riduzione del rumore nelle infrastrutture sono state collaudate con successo nella seconda fase del programma di incentivazione.

Il processo di innovazione è continuato nella seconda fase del programma di accelerazione delle infrastrutture e proseguirà anche negli anni a venire.

Cinquanta per cento di carri silenziosi entro la fine del 2016

La DB Cargo aveva già 8.300 nuovi carri merci silenziosi in uso alla fine del 2016.

Entro il 2020 saranno operativi complessivamente circa 9.000 nuovi carri silenziosi con freni a ceppi costituiti da materiali compositi.

Oltre alla nuova acquisizione di carri, la conversione degli attuali carri merci presenta grandi problemi.

I freni a ceppi costituiti da materiali compositi del tipo LL che possono essere utilizzati senza la costosa conversione del sistema frenante sono stati approvati a giugno del 2013.

Tutti i circa 55.000 carri merci esistenti della DB Cargo in attesa di essere convertiti (e che non andranno fuori servizio nel frattempo) saranno equipaggiati con freni silenziosi del tipo LL entro il 2020.

La DB Cargo ha avviato la conversione sistematica degli attuali carri merci a gennaio del 2014, sei mesi dopo l'approvazione degli LL.

Complessivamente oltre 24.000 carri merci erano già stati convertiti alla fine del 2016.

Di conseguenza la DB Cargo possedeva oltre 32.000 carri merci silenziosi, compresi quelli nuovi, alla fine del 2016.

Così, oltre il 50% del parco-carri attivo della DB Cargo era equipaggiata con freni silenziosi alla fine del 2016.

Tutti i carri saranno silenziosi entro la fine del 2020.

La conversione è e resta una vera e propria impresa

Allo scopo di essere in grado di conseguire una completa riduzione del rumore, tuttavia, tutti i carri merci operativi in Germania e pertanto anche gli approssimativamente 120.000 carri merci esistenti degli altri detentori di carri (noleggiatori di carri e ferrovie nazionali ed esteri) stanno per essere convertiti ai freni silenziosi o rimpiazzati dai nuovi carri silenziosi.

Il governo federale sta assicurando finanziamenti per quasi 150 milioni di euro finalizzati alla conversione degli attuali carri merci operativi in Germania.

Inoltre, la rete della DB ha introdotto il LaTPS (un sistema di tariffazione a tracciato dipendente dal rumore) quale incentivo finanziario per la conversione di carri allo scopo di silenziare i ceppi dei freni.

Le società che effettuano operazioni ferroviarie da giugno del 2013 pagano un sovrapprezzo rispetto all'addebito per l'accesso ai binari per i treni merci rumorosi.

Tale sovrapprezzo è stato fatturato nell'ordine del 3% da dicembre del 2016 e dev'essere pagato a meno che il treno non sia composto da almeno il 90% di carri silenziosi.

Per contro, le società che effettuano operazioni ferroviarie ricevono un premio quando usano carri merci convertiti.

Questa parte del sistema di incentivi è pertanto finanziata dal settore ferroviario stesso.

Oltre al finanziamento nazionale, esiste anche un limitato finanziamento da parte dei fondi europei CEF (Meccanismo per Collegare l'Europa).

La conversione è una vera e propria impresa per il settore ferroviario che è in aspra concorrenza intermodale con margini molto stretti.

Anche se la conversione di per sé è finanziata pubblicamente al 50%, l'aumento dei costi operativi dei carri convertiti non lo è.

I freni e gli assali richiedono ispezioni ad intervalli più brevi, gli assali frequentemente hanno bisogno di essere riprofilati e si usurano più rapidamente ed i ceppi dei freni LL sono notevolmente più costosi da sostituire rispetto ai vecchi ceppi dei freni in ghisa.

Questo incremento dei costi operativi ammonterà approssimativamente a 700 milioni di euro per l'intero settore ferroviario entro il 2020.

L'aumento dei finanziamenti ridurrebbe l'inquinamento acustico aggiuntivo prodotto dal traffico merci ferroviario e perciò limiterebbe il peggioramento della situazione concorrenziale del settore".
(da: railfreight.com/dbcargo.com,12 gennaio 2018)



ABB Marine Solutions Est Europea Servizi Terminalistici Evergreen Line


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza


Indice Prima pagina Notiziario C.I.S.Co.
Pagina precedente

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail