ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

22 luglio 2018 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 18.08 GMT+2



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXXVI - Numero 31 MARZO 2018

PROGRESSO E TECNOLOGIA

QUANDO USARE LO RFID OPPURE IL CODICE A BARRE: L'OPINIONE DEL SETTORE DELLA LOGISTICA

Quando si parla di RFID (identificazione a radiofrequenza) e codifica a barre, entrambe le tecnologie possono presentare i propri difetti, ma i vantaggi prevalgono e pertanto ci sono abbastanza motivi per dare un'occhiata più da vicino a quello che prospetta il futuro.

Ce lo spiega il produttore di telefonia mobile DENSO.

* * *

Secondo lo Smithsonian, il primo codice a barre sarebbe stato scritto nella sabbia a Miami dall'inventore Joe Woodland, decenni prima che la tecnologia potesse far venire alla luce la sua visione.

Nel 1974, il primo articolo marcato con lo UPC (Codice Universale di Prodotto) era stato scansionato alla cassa di un supermercato nella cittadina di Troy nella Contea di Miami nell'Ohio.

Tuttavia il codice a barre non era stato un successo immediato.

Esso è decollato solo quando è stato adottato dalla grande distribuzione.

Oggi il codice a barre è ovunque: ed è difficile immaginare che il settore delle vendite al dettaglio, ad esempio, possa farne a meno.

"Il codice a barre è ampiamente utilizzato e ben radicato" afferma Viv Bradshaw, consulente per la tecnologia alla DENSO Auto-ID che appartiene al gruppo Toyota nonché inventore del Codice QR.

Nondimeno, anche il codice a barre presenta i suoi difetti.

Occorre vederlo per poterlo leggere e di solito si può leggere un solo codice a barre alla volta.

"I codici a barre sono soggetti a danni materiali, cosa che rappresenta uno svantaggio in aree come la vendita al dettaglio e la logistica, ad esempio" afferma Bradshaw.

"Altri difetti sono la conservazione limitata di codici a barre in 1D ed il fatto che essi possono essere facilmente riprodotti o copiati, cosa che è contraria alla sicurezza" continua.

Peraltro, Bradshaw ha voluto sottolineare di più i vantaggi del codice a barre.

"I codici a barre sono convenienti e facili da produrre, oltre al fatto che l'equipaggiamento per la lettura dei codici a barre può essere poco costosa".

I codici a barre sono in giro in numero tale che la gente capisce come usarli.

Essi possono presentare anche informazioni leggibili dagli umani, il che è utile, se il codice a barre non può essere letto automaticamente.

Inoltre, il codice a barre è stato ulteriormente sviluppato: infatti, è stato inventato dalla DENSO il Codice QR.

Il fattore fondamentale consiste nella maggiore sicurezza ed efficienza

"Il Codice QR è un codice a barre in 2D e può in parte scavalcare la linea che lo separa dallo RFID in alcune situazioni" spiega Bradshaw.

"Il nostro SQRC®, il Codice Secure QR, è in grado di cifrare sezioni dei dati nel codice, rendendo sicuro il codice a barre.

Questa versione del Codice QR viene tipicamente utilizzata per l'emissione di biglietti, la sanità e l'autenticazione del prodotto" prosegue.

Mentre i terminali palmari standard e gli scanner a mano possono leggere i dati pubblici sullo SQRC®, solo i congegni della DENSO per l'apertura dei dati mobili possono leggere la sezione privata dei dati criptati con la specifica chiave dati.

Tuttavia, il sistema Q-Revo basato sulla nuvola è in grado di agevolare questa decrittazione ad altri congegni mobili per la raccolta dei dati compresi i telefoni cellulari.

Ciò assicura altresì la protezione contro la copiatura del Codice Secure QR.

Ulteriori informazioni sul Codice QR, sullo SQRC®, sui terminali palmari e gli scanner portatili, sulle soluzioni per la raccolta dei dati su mobile e sull'Unità Aziendale Auto-ID della DENSO sono disponibili sul sito https://www.denso-autoid-eu.com/en.html.

Anche se il Codice QR non distingue fra il codice e barre e lo RFID, quest'ultima tecnologia offre numerosi vantaggi, specialmente per la vendita al dettaglio e la logistica.

Nei casi in cui i tempi ed i costi sono essenziali, lo RFID è in grado di leggere rapidamente molte etichette alla volta, anche se le etichette possono essere nascoste ed in genere ancora da leggere.

Così, vengono conseguiti risparmi sui tempi ed i costi.

Tuttavia, ci sono limitazioni in ordine alla lettura: alcuni software non supportano lo RFID.

Inoltre, le etichette sono costose rispetto ai codici a barre.

Anche alcune attrezzature per la lettura, come i terminal palmari e gli scanner portatili, possono rivelarsi costose.

"Naturalmente, ogni tecnologia ha i suoi difetti.

Con lo RFID, i vantaggi prevalgono comunque.

Lo RFID è disponibile in molti formati e possono essere resi resistenti per ambienti diversi, il che è l'ideale per il magazzinaggio, la logistica e la vendita al dettaglio" afferma Bradshaw.

Inoltre, per le etichette RFID UHF, lo standard Gen2 V2 introdotto di recente assicura caratteristiche aggiuntive come il lettore e l'autenticazione delle etichette ovvero il porzionamento delle banche utenti.

Ciò a sua volta consente l'uso della soluzione contro la contraffazione del prodotto ed assicura ad esempio la funzione EAS (sorveglianza elettronica degli articoli).

Usare o non usare - Differenze fra RFID e codice a barre

Se si confrontano lo RFID ed il codice a barre, si comprende rapidamente che essi non possono essere comparati direttamente dal momento che nessuna delle due tecnologie è migliore o peggiore.

"Esse sono semplicemente diverse e presentano ognuna i propri vantaggi ed inconvenienti" afferma Bradshaw.

Pertanto, occorre sfruttare i vantaggi sia dello RFID che del codice a barre.

"La bravura sta nel sapere quando utilizzare l'uno o l'altro" aggiunge.

I codici a barre in genere vengono compresi bene dato il loro uso decennale e che vi sono molte soluzioni per supportare i software e le integrazioni dei codici a barre, ad esempio.

Il codice a barre è una tecnologia matura ed il rischio di implementazione è basso.

Lo RFID, tuttavia, è percepito come una novità, anche se non lo è.

Inoltre, si ritiene che sia difficile da usare.

Peraltro, lo RFID fornisce alcune nuove ed entusiasmanti possibilità.

La questione è che per ottenere il meglio dallo RFID occorre affrontare le difficoltà che esso presenta per l'attuale modo di pensare ed i processi di chiunque.

È fondamentale tenere conto sia dei vantaggi che delle limitazioni ed adottare quelli relativi all'iter procedurale, ad esempio nella vendita al dettaglio ed alla logistica.

In tal modo, si può essere sicuri che lo RFID senz'altro comporti i vantaggi desiderati.

"Nella logistica, ad esempio, esso può richiedere un po' di pensiero laterale da parte del fornitore di logistica e l'integratore di sistemi per arriva e fino a quel punto, ma ne varrà la pena" afferma Bradshaw.

Dove usarli o non usarli - Aree di implementazione

Oggi i codici a barre vengono utilizzati quasi ovunque.

È difficile pensare ad un'applicazione o un settore in cui essi non vengono utilizzati.

Questo accade perché sono poco costosi e compresi senza problemi dalla gente.

Anche uno smartphone può leggere ad esempio un Codice QR.

Inoltre, i codici a barre in 2D come il Codice QR e lo SQRC® stanno conseguendo una più ampia accettazione a causa dei vantaggi da loro presentati, nella fattispecie l'incremento della capacità in termini di dati e l'attitudine a tollerare i danni al codice e nondimeno di essere ancora leggibili.

Per di più, con i codici in 2D come il Codice QR è possibile la lettura onnidirezionale.

Specialmente nella vendita al dettaglio, i codici a barre in 1D e 2D come il Codice QR sono essenziali e lavorare con loro è diventato lo standard.

Lo RFID è stato adottato in aree come la logistica e la vendita al dettaglio, nelle quali i suoi vantaggi aiutano le imprese e i dipendenti a conseguire i propri obiettivi.

Ad esempio, lo RFID può contribuire ad accelerare i processi in ordine alle scorte nella vendita al dettaglio.

Lo RFID presenta vantaggi anche per la valutazione del patrimonio come i pallet, le borse, i contenitori o le auto.

Nella logistica, lo RFID può essere implementato in varie processi di controllo come la verifica del carico veicolare, la tracciabilità e l'autenticazione.

Specialmente nei grandi magazzini dove può essere difficile tenere tutto in ordine, lo RFID può essere uno strumento particolarmente utile.

"I nostri committenti del settore logistico hanno collaudato e testato i terminali palmari e gli scanner portatili della DENSO ed il riscontro è stato estremamente buono.

I nostri clienti sia della logistica che della vendita al dettaglio si aspettano un'elevata qualità: proprio quello che ottengono con i nostri congegni come lo RFID" sostiene Bradshaw.

Come usarli o non usarli - Problematiche per lo RFID ed il codice a barre

Da un lato, lo RFID sta superando le prime fase della diffusione dell'innovazione, di modo che talvolta il software e lo hardware a supporto e le imprese associate costituiscono il fattore limitante.

D'altro lato, ci sono alcune aziende che davvero comprendono lo RFID e per queste i problemi dovrebbero essere risolti.

In confronto allo RFID, i codici a barre sono affermati e ben noti.

Tuttavia, quel riposare sugli allori può far perdere opportunità a questa tecnologia.

Ciò avviene quando arrivano i codici a barre in 2D come lo SQRC® che possono dare nuove opportunità in varie aree a causa delle loro caratteristiche.

"Per riassumere, come accade per i codici a barre, il settore dovrà tenersi al passo anche quando si tratta dello RFID, di modo che attualmente trovare il corretto hardware ed il giusto partner per l'integrazione dei sistemi è essenziale.

I primi che lo hanno adottato ne stanno vedendo ora i vantaggi.

E, ultimo ma non meno importante, i prezzi dei prodotti RFID si sono ridotti di un bel po'" spiega Bradshaw.

Per il mercato europeo, l'Unità Aziendale Auto-ID DENSO è la finestra di contatto per tutte le ricerche sui Codici QR, l'acquisizione dei dati su mobile, i terminal palmari e gli scanner.

I duraturi e robusti terminali e scanner prodotti dalla DENSO si possono ritrovare nelle applicazioni per il magazzino, la logistica, il POS, la produzione, nonché per l'automazione sul campo e le vendite.

Brevi filmati informativi in ordine ai terminali, agli scanner ed alle soluzioni dell'Unità Aziendale Auto-ID DENSO sono ora visibili su YouTube.

I video comprendono il 20° anniversario del Codice QR, una presentazione della società e le introduzioni ai vari congegni per l'acquisizione dei dati su mobile come il BHT-1500, il BHT-1400 e lo scanner GT20.
(da: logisticsbusiness.com, 23 marzo 2018)



Est Europea Servizi Terminalistici Vincenzo Miele ABB Marine Solutions


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza


Indice Prima pagina Notiziario C.I.S.Co.
Pagina precedente

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail