ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

9 luglio 2020 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 16:37 GMT+2



Il Nuovo
Piano Generale dei Trasporti



CAPITOLO 10 LE POLITICHE PER LA RICERCA E LA FORMAZIONE

La ricerca sui trasporti può essere distinta in ricerca industriale, prevalentemente indirizzata allo sviluppo di specifici prodotti, e in ricerca orientata allo sviluppo delle conoscenze di base, del governo del sistema, delle metodologie di pianificazione, del governo della mobilità.

Mentre la ricerca industriale è direttamente sollecitata e sostenuta dalla competizione sul mercato, quella di base e a carattere metodologico produce benefici diffusi, ricadenti sull’intera collettività: maggiore efficienza complessiva del sistema, maggiore efficacia nella allocazione delle risorse, nella riduzione della congestione, degli incidenti e dell'inquinamento, maggiore competitività complessiva del sistema Paese.

Lo Stato dovrebbe evidentemente concentrare i propri sforzi nello sviluppo della ricerca di base attraverso la fissazione di obiettivi strategici, strumenti di finanziamento e individuazione dei soggetti preposti.

La legge istitutiva del Comitato interministeriale per la programmazione economica nel trasporto prevedeva la destinazione di una quota non inferiore all'1% dell'importo dell'accantonamento del fondo speciale di conto capitale. Ma la norma non ha mai trovato applicazione fino allo scioglimento del CIPET. Il PGT propone di attivare questo meccanismo di finanziamento attraverso un apposito intervento normativo.

Si rileva inoltre la necessità di una struttura permanente che assicuri un adeguato livello di coordinamento e canalizzi con continuità i flussi di risorse finanziarie. Sulla scorta di esperienze europee, appare opportuna l'istituzione di un istituto nazionale di ricerca sui trasporti - di dimensioni relativamente contenute - che programmi le disponibilità di fondi pubblici e privati attraverso un meccanismo di finanziamento strutturale basato su una quota percentuale degli investimenti pubblici nel settore.

Gli obiettivi sono la promozione dell'innovazione, funzioni di servizio e consulenza per le pubbliche amministrazioni, promozione e monitoraggio delle iniziative di ricerca attraverso l'interazione con sistemi informativi e strutture operanti in ambito nazionale e internazionale, coordinamento della partecipazione italiana all'elaborazione delle normative europee e ai programmi di ricerca dell'Unione.

In prima istanza, si possono individuare le aree che rivestono un preminente interesse: pianificazione e gestione dei sistemi di mobilità; tecnologie veicolari e dei combustibili; sistemi di controllo della marcia veicolare, del traffico e della mobilità; sicurezza; analisi e valutazione degli investimenti e regolazione dei mercati.

La complessità del sistema dei trasporti esige una sempre maggiore professionalità e un'opera di aggiornamento continuo a tutti i livelli per dare risposte alle esigenze del mondo delle imprese, al diritto dei lavoratori di mantenere l'occupazione e alla domanda pubblica di nuove forme professionali.

E' quindi urgente l'approntamento di stabili strumenti di formazione, aggiornamento e riqualificazione. L'elaborazione del PGT sarà l'occasione per censire gli organismi e gli strumenti oggi disponibili, verificarne i punti di forza e di debolezza, proporre soluzioni anche attraverso un incisivo contributo del sistema universitario.



INDICE


PSA Genova Pra'


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza



Indice Prima pagina Forum

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail