ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

18 novembre 2017 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 03.56 GMT+1



31 ottobre 2017

I risultato economici del terzo trimestre dei gruppi navalmeccanici HHI e MHI

In crescita gli ordini incamerati dall'azienda sudcoreana e da quella giapponese

Nel terzo trimestre del 2017 il gruppo navalmeccanico sudcoreano Hyundai Heavy Industries (HHI) ha totalizzato un fatturato di 3.804,4 miliardi di won (3,4 miliardi di dollari), con una flessione del -27,3% rispetto a 5.234,5 miliardi di won nel corrispondente periodo dello scorso anno (i risultati dello scorso anno sono stati rettificati depurandoli di quelli delle attività di cui HHI ha programmato e in parte attuato lo spin-off). L'utile operativo è stato pari a 93,5 miliardi di won (-20,8%) e l'utile netto a 197,0 miliardi di won (+2,1%).

Nel solo settore delle costruzioni navali il fatturato di HHI è risultato pari a 2.240,8 miliardi di won e l'utile operativo a 86,0 miliardi di won contro rispettivamente 3.257,3 miliardi e 147,3 miliardi di won nel terzo trimestre del 2016.

Nei primi nove mesi di quest'anno il fatturato del gruppo HHI è ammontato a 13.241,4 miliardi di won, con una diminuzione del -26,8% rispetto allo stesso periodo del 2016. Utile operativo e utile netto hanno registrato aumenti rispettivamente del +34,3% e del +22,2% attestandosi a 408,7 miliardi e 402,1 miliardi di won.

Nei primi nove mesi del 2017 il gruppo sudcoreano ha incamerato nuovi ordini pari a 3,72 miliardi di dollari, con una crescita del +55,9% rispetto al periodo gennaio-settembre dello scorso anno, di cui 2,83 miliardi di dollari nel solo segmento delle costruzioni navali (+130,1%).

Il gruppo navalmeccanico giapponese Mitsubishi Heavy Industries (MHI) ha concluso il secondo trimestre dell'esercizio fiscale 2017, corrispondente al terzo trimestre dell'anno, con un utile netto di 9,1 miliardi di yen (80 milioni di dollari) rispetto ad una perdita netta di -6,8 miliardi di yen nel secondo trimestre dell'esercizio fiscale 2016. I ricavi sono aumentati del +3,8% salendo a 937,2 miliardi di yen e in crescita è risultato anche l'utile operativo che si è attestato a 22,1 miliardi di yen (+63,7%). Nel periodo MHI ha ottenuto nuovi ordini per un valore di 902,4 miliardi di yen (+21,9%).

Nel bilancio del primo semestre dell'esercizio fiscale 2017 (periodo aprile-settembre) del gruppo giapponese figurano ricavi pari a 1.825,4 miliardi di yen, con un incremento del +4,3% sullo stesso periodo dell'esercizio precedente. L'utile operativo è stato di 38,2 miliardi di yen (-0,5%) e l'utile operativo è ammontato a 13,5 miliardi di yen rispetto ad un risultato economico netto di segno negativo e pari a -18,9 miliardi di yen nella prima metà dell'anno fiscale 2016. Nel periodo aprile-settembre del 2017 MHI ha acquisito nuovi ordini per 1.600,5 miliardi di yen (-3,8%).

CONTRANS
ABB Marine Solutions
Est Europea Servizi Terminalistici
Consorzio ZAI
Autorità Portuale di Trieste

Leggi le notizie in formato Acrobat Reader®. Iscriviti al servizio gratuito.


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza








Cerca altre notizie su



Seleziona la rubrica:  Tutte
Notizie
Porti
Turismo
Banche dati
Trasporto aereo
Autotrasporto



Indice Prima pagina Indice notizie

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail