ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

18 novembre 2018 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 17:38 GMT+1



24 gennaio 2018

Nel 2017 il traffico delle merci nel porto di Trieste è salito alla quota record di oltre 61,9 milioni di tonnellate

Nuovi picchi anche relativamente ai container e ai treni movimentati

Nel 2017 il porto di Trieste ha stabilito il proprio nuovo record annuale di traffico delle merci avendo movimentato complessivamente 61.955.405 tonnellate di carichi, con un incremento del +4,6% rispetto al 2016 quando era stato conseguito il precedente record di 59.237.193 tonnellate.

Lo scorso anno lo scalo giuliano ha raggiunto un nuovo picco storico anche nel segmento dei container dove la movimentazione è stata pari a 616.156 teu, con una crescita del +26,7% sul 2016 e con un rialzo del +21,8% sul precedente record di 506.019 teu registrato nel 2014.

Evidenziando che nel 2017 Trieste si è confermato primo porto in Italia per tonnellaggio totale movimentato, il presidente dell'Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Orientale, Zeno D'Agostino, ha sottolineato che «il porto sta tornando ad essere il volano di sviluppo economico per Trieste, il Friuli Venezia Giulia e il nostro paese, nonché su scala internazionale», e che il traffico containerizzato, tenendo conto della movimentazione dei container con i semirimorchi e le casse mobili espressa in teu equivalenti, nel 2017 si è attestato globalmente a 1.314.953 teu, con una crescita del +13,5% sull'anno precedente, crescita che D'Agostino ha definito, riferendosi in particolare alla percentuale dei container pieni sul totale movimentato (89%), «molto positiva in termini quantitativi, ma soprattutto qualitativi».

D'Agostino ha rimarcato come nel 2017 Trieste si sia confermato anche primo porto italiano per traffico ferroviario e primo porto petrolifero nel Mediterraneo. Lo scorso anno i treni sono stati 8.681, con un aumento del +13,8% sul 2016 e del +45,3% rispetto al 2015. Tale crescita è stata sostenuta dai treni su direttrice internazionale legati al traffico container (+34,3%), ma anche da quelli lavorati nel porto industriale nel settore siderurgico (+24,6%). «La strategia del ferro intrapresa dall'Autorità Portuale di Trieste - ha osservato D'Agostino - sta pagando e questa è la via da seguire anche nei prossimi anni. I forti investimenti di RFI, della Regione Friuli Venezia Giulia e del governo, che sommati ammontano a 83 milioni di euro già stanziati, lo dimostrano».

Lo scorso anno il traffico complessivo delle merci varie movimentato dal porto è stato pari a quasi 16,6 milioni di tonnellate (+14,1% sul 2016). Nel settore dei rotabili sono stati movimentati 314.705 mezzi (+4,0%). Nel comparto delle rinfuse liquide il traffico è aumentato del +2,3% a 43,7 milioni di tonnellate, mentre in quello delle rifuse solide, con un totale di oltre 1,6 milioni di tonnellate, è stata accusata una flessione del -16,8%.


ABB Marine Solutions
Consorzio ZAI
Salerno Container Terminal

Leggi le notizie in formato Acrobat Reader®. Iscriviti al servizio gratuito.


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza








Indice Prima pagina Indice notizie

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail