ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

15 novembre 2018 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 09:06 GMT+1



8 febbraio 2018

MacGregor (gruppo Cargotec) acquisirà il core business della norvegese TTS Group

Nel 2017 i nuovi ordini acquisiti dal gruppo finlandese sono diminuiti del -3%

MacGregor, il marchio della finlandese Cargotec che si occupa della commercializzazione dei mezzi e attrezzature per il settore navale e per l'industria offshore prodotti dal gruppo, ha siglato un accordo per acquisire il core business della norvegese TTS Group che è costituito dalla realizzazione di sistemi e soluzioni di movimentazione per il settore marittimo e offshore. Secondo le previsioni, la cessione sarà attuata entro il primo trimestre di quest'anno.

Le due parti hanno specificato che il valore della transazione sarà di circa 840 milioni di corone norvegesi (87 milioni di euro) e Cargotec ha precisato che, secondo le prime stime, l'acquisizione consentirà di attivare sinergie che permetteranno di ottenere risparmi annui pari a circa 30-35 milioni di euro entro tre anni dal completamento della transazione.

Dalla transazione saranno escluse la TTS Group ASA, capogruppo dell'azienda norvegese, e la TTS Syncrolift AS, che sviluppa soluzioni per il settore della cantieristica navale, attività sulla quale dopo la transazione si focalizzerà la TTS che sarà ribattezzata Nekkar ASA.

Cargotec ha evidenziato che l'acquisizione consentirà a MacGregor di rafforzare la propria presenza in Cina attraverso joint venture strategiche con i gruppi cantieristici pubblici cinesi CSSC e CSIC. TTS, infatti, collabora con entrambi i gruppi navalmeccanici cinesi e assieme alla CSSC ha costituito nel 1998 la joint venture paritetica TTS Hua Hai Ships Equipment Co. che ha sede a Shanghai, e che è una delle tre joint venture 50:50 costituite in Cina; inoltre TTS nel 2001 ha istituito a Shanghai la filiale TTS Marine Shanghai Co. e nel 2008 a Dalian la filiale TTS Marine Equipment (Dalian) Co.

Il gruppo TTS, che è stato fondato nel 1966, è quotato alla Borsa di Oslo e ha circa 930 dipendenti, ha filiali in Belgio, Brasile, Cina, Corea del Sud, Emirati Arabi Uniti, Germania, Grecia, Italia, Norvegia, Polonia, Singapore, Svezia, USA e Vietnam.

Cargotec ha precisato che nei primi nove mesi del 2017 le attività della TTS che MacGregor intende acquisire hanno totalizzato un fatturato di 161 milioni di euro, che per il 27% circa è costituito dalla vendita di servizi, e un utile operativo al netto dei costi di ristrutturazione pari a circa quattro milioni di euro. Inoltre il fatturato netto di queste attività è pari a circa il 90% del giro d'affari complessivo del gruppo TTS.

Cargotec ha sottolineato che oltre i due terzi degli azionisti della TTS sono a favore della transazione e si sono impegnati, in occasione della prossima assemblea generale straordinaria in programma il prossimo 12 marzo, a dare il proprio voto affinché sia attuata. Inoltre anche oltre i due terzi dei portatori di obbligazioni convertibili hanno confermato lo stesso impegno.

Intanto il gruppo Cargotec ha reso noto di aver concluso l'esercizio annuale 2017 con ricavi pari a 3,28 miliardi di euro, con un calo del -7% sull'esercizio precedente. L'utile operativo è ammontato a 226,7 milioni di euro (+15%) e l'utile netto a 136,3 milioni di euro (+9%). Lo scorso anno il gruppo finlandese ha ottenuto nuovi ordini per un valore pari a 3,19 miliardi di euro (-3%) e il valore dell'orderbook al 31 dicembre scorso si è attestato a 1,55 miliardi di euro, in diminuzione del -13% rispetto al 31 dicembre 2016.

Lo scorso anno i ricavi generati dalla sola divisione MacGregor sono stati pari a 576 milioni di euro (-26%) e il marchio ha prodotto un utile operativo di 11,5 milioni di euro (-36%). Nel 2017 i nuovi ordini acquisiti da MacGregor hanno totalizzato 522 milioni di euro (-4%) e a fine anno il portafoglio ordini del marchio è risultato pari a 487 milioni di euro (-19%).

Nel 2017 i ricavi della Kalmar, il marchio del gruppo attivo nel settore delle gru e dei mezzi di movimentazione per il settore terminalistico-portuale, sono risultati in diminuzione del -4% essendo stati pari a 1,62 miliardi di euro e in questo segmento d'attività l'utile operativo è stato di 136,6 milioni di euro (+1%). Lo scorso anno Kalmar ha incamerato nuovi ordini per 1,55 miliardi di euro (-10%) e al 31 dicembre il suo portafoglio ordini risultava di 765 milioni di euro (-15%).

Lo scorso anno il marchio Hiab, il terzo principale core business di Cargotec che è attivo nel comparto dei mezzi di movimentazione per il trasporto terrestre e per il comparto industriale, ha registrato ricavi pari a 1,08 miliardi di euro (+5%) e un utile operativo di 157,3 milioni di euro (+12%). Nel comparto i nuovi ordini sono ammontati a 1,12 miliardi di euro (+10%) e il valore dell'orderbook è cresciuto del +4% a 299 milioni di euro.

Nel solo quarto trimestre del 2017 il gruppo Cargotec ha ottenuto nuovi ordini per complessivi 784 milioni di euro, con una flessione del -5% sullo stesso periodo del 2016, di cui 126 milioni di euro per il marchio MacGregor (+26%), 369 milioni per Kalmar (-16%) e 289 milioni per Hiab (+2%).

Nell'ultimo trimestre dello scorso anno i ricavi del gruppo finlandese si sono attestati a 902 milioni di euro (-3%), l'utile operativo è stato di 57,3 milioni di euro (+169%) e l'utile netto di 29,7 milioni di euro (+143%).


ABB Marine Solutions
Consorzio ZAI
Salerno Container Terminal

Leggi le notizie in formato Acrobat Reader®. Iscriviti al servizio gratuito.


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza








Indice Prima pagina Indice notizie

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail