ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

10 dicembre 2018 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 16:59 GMT+1



2 marzo 2018

L'elvetica SBB CFF FFS Cargo annuncia una riduzione del personale

L'azienda ritiene che entro la fine del 2023 sarà in grado di fornire i propri servizi con 1.400 addetti, ovvero con solo un terzo dell'attuale organico

Entro il 2020 la società ferroviaria elvetica SBB CFF FFS Cargo taglierà 330 posti di lavoro sui circa 2.200 complessivi dell'azienda, di cui circa 100 posti nell'amministrazione, circa 80 tra i macchinisti e circa 150 tra il personale di manovra, mentre entro la fine del 2023 saranno circa 800 i dipendenti in meno rispetto a oggi, riduzione dell'organico che relativamente a 750 addetti - ha precisato la società - avverrà seguendo le naturali fluttuazioni di personale in considerazione dei centinaia di pensionamenti previsti nei prossimi anni. La società ritiene che entro la fine del 2023 sarà in grado di fornire le proprie prestazioni ai clienti con appena un terzo dell'attuale organico, ovvero con 1.400 addetti anziché 2.200.

L'azienda ha specificato che in questa fase di profonda trasformazione, essendo essenziale fornire prospettive ai dipendenti interessati dalla riduzione dell'organico, è pronta a investire 10 milioni di franchi svizzeri nella formazione continua del personale.

SBB CFF FFS Cargo ha spiegato che il taglio del personale è una delle conseguenze del deterioramento del mercato registrato lo scorso anno: se dopo molto tempo, nel 2013, 2014 e 2016 FFS Cargo Svizzera era tornata a realizzare utili, infatti, la divisione ferroviaria merci che si occupa del mercato svizzero è ora nuovamente sottoposta a forti pressioni. Nel 2017 SBB Cargo International - la società partecipata al 75% da SBB CFF FFS Cargo e al 25% dalla connazionale Hupac la cui attività è incentrata sui trasporti sull'asse nord-sud - ha potuto migliorare il proprio risultato economico nonostante l'interruzione di sette settimane della linea ferroviaria a Rastatt, in Germania, mentre il traffico sistematico tra i centri economici svizzeri è leggermente calato, con un saldo negativo del -0,8%, ed il trasporto a carri singoli di limitati volumi di merci è fortemente diminuito, con un saldo negativo del -14,5% (tra il 2011 e il 2017 questa tipologia di trasporto è calata di oltre un terzo, fino ad avere una media di soli due carri al giorno).

L'azienda ferroviaria ha anticipato che a seguito di questo deterioramento FFS Cargo Svizzera chiuderà il 2017 con un risultato d'esercizio di segno negativo e pari a -37 milioni di franchi e, sulla base delle previsioni di sviluppo delle attività, effettuerà rettifiche di valore per un totale pari a 189 milioni di franchi. A ciò si aggiungeranno accantonamenti per 19 milioni di franchi per la fase di ristrutturazione.

ABB Marine Solutions
Consorzio ZAI

Leggi le notizie in formato Acrobat Reader®. Iscriviti al servizio gratuito.


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza








Indice Prima pagina Indice notizie

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail