ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

17 luglio 2018 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 08.03 GMT+2



11 luglio 2018

Via libera al primo impianto portuale per il GNL in Sardegna

Sarà gestito da Edison nello scalo di Oristano nell'ambito di una concessione della durata di 50 anni

Il Comitato di gestione dell'Autorità di Sistema Portuale del Mare di Sardegna ha approvato all'unanimità il rilascio di una concessione demaniale marittima della durata di 50 anni in favore della Edison Spa per la realizzazione di un terminal per il gas naturale liquefatto nel porto industriale di Oristano. L'atto è relativo ad una superficie a terra di 11mila metri quadri e di uno specchio acqueo di 8mila metri quadri situati lungo il canale navigabile Sud dello scalo, area nella quale potrà essere realizzato un banchinamento per l'approdo di navi gasiere a servizio di un deposito costiero di GNL e di unità navali che intenderanno utilizzare Oristano come hub mediterraneo per l'approvvigionamento di carburante.

L'AdSP ha evidenziato che si tratta di un'opera che potrà garantire la fornitura, il trasporto e la distribuzione del GNL a condizioni di sicurezza e di prezzo per la comunità e le imprese sarde analoghi a quelle di altre Regioni italiane, promuovendo così lo sviluppo di un sistema di mercato concorrenziale. Il via libera alla concessione è giunto a conclusione di un iter avviato nel 2016 che, acquisiti i necessari pareri favorevoli dei Ministeri dell'Ambiente e dei Beni Culturali sulla compatibilità ambientale e paesaggistica, è approdato ieri pomeriggio sul tavolo del Comitato di gestione.

Inoltre il Comitato di gestione ha deliberato anche il riavvio dell'iter di un analogo progetto nel porto di Porto Torres che è stato presentato nel 2016 dal Consorzio Industriale Provinciale (CIP) per ottenere una richiesta di parere di massima su un possibile rilascio di concessione demaniale marittima per la realizzazione di un deposito costiero di GNL con terminal di carico e scarico nave. Per il progetto nello scalo portotorrese il CIP di Sassari ha già acquisito il progetto di fattibilità tecnico-economico, il rapporto preliminare di sicurezza, l'assoggettabilità a Valutazione di Impatto Ambientale Strategica e il finanziamento dal Ministero dello Sviluppo Economico per la fornitura e la posa di tre bracci di carico e scarico.

Tra le altre delibere approvate ieri dal Comitato, per il porto di Olbia è stato dato il via libera del all'estensione, per un massimo di un anno della concessione demaniale della stazione marittima rilasciata alla Sinergest e in scadenza il prossimo mese, provvedimento necessario al completamento delle procedure che porteranno al nuovo bando ad evidenza pubblica e a garantire la continuità operativa del porto nella stagione estiva.

«Con il parere favorevole del Comitato di gestione su progetti strategici come i depositi di GNL ad Oristano e Porto Torres - ha commentato il presidente dell'AdSP del Mare di Sardegna, Massimo Deiana - diamo ufficialmente il via ad una nuova politica energetica e ambientale dei porti della Sardegna, che si candidano come hub mediterraneo per il bunkeraggio ecosostenibile. Oltre a favorire l'approvvigionamento di gas per l'Isola, puntiamo decisamente ad attribuire maggiore competitività ai nostri porti nello scenario mediterraneo».

Est Europea Servizi Terminalistici
Vincenzo Miele
ABB Marine Solutions

Leggi le notizie in formato Acrobat Reader®. Iscriviti al servizio gratuito.


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza








Cerca altre notizie su



Seleziona la rubrica:  Tutte
Notizie
Porti
Turismo
Banche dati
Trasporto aereo
Autotrasporto



Indice Prima pagina Indice notizie

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail