ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

18 ottobre 2018 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 16:35 GMT+2



5 ottobre 2018

Global Maritime Forum, sottoscritta una call for action per una decarbonizzazione regolamentata dell'industria marittima

Sottolineata la necessità di incentivare la ricerca e lo sviluppo e l'introduzione di innovazioni tecnologiche

Ieri ad Hong Kong, in occasione della giornata conclusiva del summit annuale del Global Maritime Forum (GMF), l'organizzazione no profit il cui scopo è promuovere lo sviluppo sostenibile a lungo termine dell'industria marittima, 34 dirigenti di primarie aziende del settore hanno sottoscritto una richiesta di intervento volta a condurre l'industria marittima verso un futuro decarbonizzato nella quale si precisano le modalità con cui dovrebbe avvenire la transizione verso combustibili a zero emissioni, misure che, soprattutto, dovrebbero essere introdotte nel quadro della strategia iniziale per ridurre del 50% le emissioni di gas ad effetto serra prodotte dalle navi entro il 2050 rispetto i livelli del 2008 che è stata recentemente adottata dagli Stati membri dell'International Maritime Organizzativo (IMO) ( del 13 aprile 2018).

Se il documento sottolinea che la strategia dovrebbe essere ambiziosa e in linea con gli obiettivi di contenimento dell'aumento della temperatura mondiale concordati alla conferenza sul clima di Parigi del dicembre 2015, rimarca pure che le norme per conseguire questi obiettivi dovrebbero fornire certezze a lungo termine ai finanziatori, ai costruttori navali, agli armatori e ai noleggiatori al fine di poter effettuare i necessari investimenti in tecnologie a basse emissioni di carbonio. Inoltre - specifica la call for action - dovrebbe essere adottato un approccio orientato al mercato e gli obiettivi di riduzione delle emissioni dovrebbero essere raggiunti al minor costo possibile e il settore dovrebbe poter sperimentare l'uso di un sistema di tariffe basato sulle emissioni di anidride carbonica o di altri meccanismi che possano generare valore economico dalle iniziative di riduzione delle emissioni di gas ad effetto serra.

Inoltre la strategia dovrebbe promuovere l'accelerazione dell'uso di tecnologie e combustibile a basse emissioni di anidride carbonica incoraggiando nel contempo i finanziamenti nel campo della ricerca e dello sviluppo. Il documento rileva inoltre l'urgenza di adottare alcune misure a medio e lungo termine, che dovrebbero essere applicate prima del 2023, incluso lo sviluppo di combustibili a emissioni zero al fine di introdurre soluzioni per la decarbonizzazione entro il 2030.

Il documento constata anche la necessità che le soluzioni implementate dovrebbero essere volte a rafforzare le attuali misure tecniche, operative ed energetiche, mantenendo o migliorando gli standard di sicurezza e sottolinea l'importanza che, in questo contesto, tutte le norme dell'IMO in campo ambientale siano compatibili con le future normative per conseguire l'obiettivo nel 2050. Infine il documento precisa che le norme stabilite dall'IMO e applicate dagli Stati membri dovrebbero essere legalmente vincolanti per fare in modo che l'industria marittima si attenga alle misure previste dalla strategia di transizione.

«La transizione dell'industria marittima verso un futuro a basse emissioni di carbonio - ha commentato Claus Hemmingsen, vice amministratore delegato del gruppo armatoriale danese A.P. Møller-Mærsk, una delle aziende firmatarie del documento - stimolerà sia l'innovazione tecnologica che l'innovazione del modello di business. Gli adeguati incentivi per l'accelerazione degli investimenti nella ricerca e sviluppo - ha precisato Hemmingsen - possono arrivare solo se avremo una regolamentazione globale emessa dall'IMO».

ABB Marine Solutions
Consorzio ZAI
Salerno Container Terminal

Leggi le notizie in formato Acrobat Reader®. Iscriviti al servizio gratuito.


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza








Indice Prima pagina Indice notizie

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail