ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

15 novembre 2018 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 11:42 GMT+1



22 ottobre 2018

Il governo sudcoreano assicura sostegno finanziario alle aziende della navalmeccanica e delle attrezzature per il settore navale

Allo studio misure per favorire la competitività del settore, in particolare nel segmento dello sviluppo di tecnologie per la protezione dell'ambiente

A pochi giorni dall'esortazione rivolta all'Unione Europea dagli armatori e dai cantieri navali europei ad assumere iniziative per contrastare le attuali pratiche commerciali condotte dalle aziende concorrenti dell'Estremo Oriente, pratiche ritenute sleali in quanto frutto dell'effetto di sostanziosi finanziamenti pubblici concessi alle società orientali e in particolare a quelle cinesi e sudcoreane ( del 5 ottobre 2018), oggi il ministro sudcoreano del Commercio, dell'industria e dell'energia, Yunmo Sung, ha confermato che il governo di Seul sosterrà finanziariamente le aziende navalmeccaniche nazionali affinché possano sviluppare le nuove tecnologie necessarie per essere competitive sul mercato internazionale.

In occasione della visita odierna alla Panasia, società di Busan attiva nel segmento dello sviluppo e della produzione di attrezzature e sistemi per il settore navale, visita che è avvenuta nel quadro di una serie di riunioni per far fronte alla fase di difficoltà che sta attraversando l'industria cantieristica e per ascoltare i problemi delle aziende del comparto, Sung ha assicurato che il governo sta lavorando «per dare impulso per rinnovare la vitalità del settore delle attrezzature navali».

In particolare in occasione della riunione odierna, nel corso della quale è stata evidenziata la necessità di dare impulso al settore delle tecnologie per diminuire l'impatto ambientale del trasporto marittimo, settore in cui la Panasia si distingue con la produzione dei sistemi scrubber per l'abbattimento delle emissioni inquinanti gassose prodotte dalle navi, con la società sudcoreana che recentemente ha siglato accordi del valore rispettivamente di 75 miliardi di won (66 milioni di dollari) e di 150 miliardi di won (132 milioni di dollari) per la fornitura di scrubber destinati alle navi delle flotte del gruppo armatoriale greco TMS e del gruppo armatoriale elvetico Mediterranean Shipping Company (MSC), è stato sottolineata soprattutto la difficoltà per le aziende sudcoreane, nonostante la sottoscrizione di ordini, di reperire i finanziamenti per sostenere la loro produzione ed è stato esortato l'intervento del governo per trovare soluzioni per il reperimento delle necessarie risorse finanziarie. Il ministro Sung ha specificato che il governo è assolutamente conscio di queste difficoltà e sta mettendo a punto misure, in accordo con il Financial Supervisor Service (FSS) e con altre istituzioni, affinché le aziende del settore non debbano rinunciare a sostanziosi contratti, in particolare nel settore delle tecnologie per la protezione dell'ambiente.

ABB Marine Solutions
Consorzio ZAI
Salerno Container Terminal

Leggi le notizie in formato Acrobat Reader®. Iscriviti al servizio gratuito.


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza








Indice Prima pagina Indice notizie

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail